Nono gol stagionale per il centravanti granata ancora una volta decisivo. Traversa di Donnarumma. Esordio tra i pali per il portiere Gomis

Nel segno di Coda. Ancora lui, il centravanti granata, firma la seconda vittoria consecutiva in casa della Salernitana che piega di misura lo Spezia (1-0) e si stacca definitivamente dalla zona a rischio della classifica. Anzi, ora si può sperare persino nei play off. Non è stata una partita esaltante, ma la squadra granata è stata cinica e spietata. Dei tre rinforzi arrivati dal mercato di gennaio Bollini ha lanciato subito tra i pali il portiere Gomis al debutto al posto di Terracciano, mentre sono rimasti in panchina in avvio Bittante e Minala.

Non c’è in campo Rosina, costretto inizialmente a restare fuori per un problema al ginocchio. I granata si affidano al tandem d’attacco Coda-Donnarumma, mentre Di Carlo presenta un 4-3-3 con il trio offensivo Mastinu-Granoche-Baez, quest’ultimo vince il ballottaggio della vigilia con Piu. Partita equilibrata con la Salernitana che preme in attacco in particolare con Vitale, tra i più intraprendenti. Lo Spezia lascia ogni speranza alle incursioni di Granoche, ben controllato dalla retroguardia granata.

Ma è la Salernitana a sfiorare il vantaggio (35′) quando Donnarumma colpisce in pieno la traversa a portiere battuto con una spettacolare mezza girata. Due minuti dopo ancora l’attaccante granata ci prova dal limite ma la mira è imprecisa. Si salva lo Spezia. Ma poco dopo è Coda a sbloccare la partita: il centravanti granata non sbaglia quando viene pescato dal lancio di Tuia, perfetto il diagonale di destro che fa secco il portiere avversario sul secondo palo. Nono gol stagionale per il bomber granata, ancora una volta decisivo.

Nella ripresa subito aggressivo lo Spezia che si fa vivo con un insidioso calcio di punizione di Mastinu respinto con difficoltà da Gomis. La Salernitana arretra troppo il baricentro e lascia l’iniziativa del gioco agli ospiti, sempre più pericolosi. Bollini cerca di scuotere i suoi e negli ultimi venti minuti rinuncia a Donnarumma e inserisce Rosina per gestire nel migliore dei modi il minimo vantaggio. Nel finale anche l’esordio di Bittante che entra al posto di Improta.

Partita senza più emozioni, la curva granata ne approfitta per rivolgere cori di contestazione verso il patron Lotito che secondo i tifosi non avrebbe rispettato le promesse sui rinforzi. Brividi a due minuti dalla fine, lo Spezia spreca l’occasione del pari con Cisotti: l’attaccante imbeccato da Mastinu disegna un diagonale velenoso ma troppo debole neutralizzato da Gomis. Poi non succede più nulla, l’Arechi può fare festa.

fonte http://napoli.repubblica.it/