News

Bocalon regala la vittoria alla Salernitana

di Enzo Senatore

Se aparlare è l’osservatore, e non il tifoso, la valutazione sulla partita della Salernitana non può essere positiva. In 11 contro 10 la squadra di Colantuono si è fatta schiacciare per tutto il secondo tempo subendo, con piena giustificazione, i fischi del pubblico di casa. Esasperato, e come potrebbe essere altrimenti, da un atteggiamento incomprensibile dei granata. Tutta la partita si riduce al gol di Bocalon, l’ennesimo segnato facendo leva sulle qualità da rapace che lo contraddistinguono, perché per il resto il concetto che ha ispirato la prestazione della Salernitana è quello della difesa del risultato. Della vittoria a tutti i costi. Di un machiavellismo che cozza con l’estetica. E allora mettiamola così: la pancia piena (per i tre punti) per questa volta mette da parte la qualità della cucina.

Ma veniamo alla gara. Dodicesima giornata di Serie B la Salernitana deve riscattare la partita persa contro il Venezia della scorsa settimana mentre lo Spezia ha osservato nello scorso weekend un turno di riposo e con 13 punti in classifica cercano la vittoria per proiettarsi di nuovo verso la zona playoff. La Salernitana si schiera col 4-4-2 con la coppia d’attacco composta da Jallow e Bocalon mentre Marino risponde con un 4-3-3 con Okere, Galabinov e Pierini a comporre il tridente offensivo. Non ci sono azioni degne di nota ad inizio gara se non all’11 quando Okereke si avventa in area ma la difesa riesce a spazzare via. Quattro minuti dopo, al 15’, azione sulla destra di Mantovani, palla a Bocalon che fa da sponda a Mazzarani che tira in porta, il portiere respinge ma il più lesto di tutti è il doge che ribatte in rete e porta in vantaggio i granata. Reagisce lo Spezia e due minuti dopo è Bartolomei che prova da fuori ma Micai para. Al 29’ Pierini prende palla dalla trequarti, salta due uomini entra in area ma è bravo Migliorini a fermarlo. Al 39’ punizione di Bartolomei e Micai c’è. Al 42’ è Mazzarani a provarci dalla distanza ma la palla è alta. A fine primo tempo Bartolomei viene ammonito per un fallo, lo stesso calciatore insite nelle proteste con l’arbitro che è costretto ad intervenire con un secondo giallo e la successiva espulsione. Nella ripresa al 9’ entra Djuric e un minuto dopo sfiora il gol su colpo di testa da calcio d’angolo. Al 12’ entra Bidaoui nello Spezia ed al 16’ si rende pericoloso mettendo una bella palla per Galabinov ma ancora Migliorini libera l’area. Lo Spezia non sembra soffrire l’uomo in meno; al 20’ Casasola mette in mezzo per Mazzarani ma il tiro è centrale e Lamanna blocca. Al 22’ Okereke serve Bidaoui ma Mantovani riesce ad anticipare in angolo. Al 25’ è l’ex Ricci a provarci dalla distanza ma Micai non si fa sorprendere. Al 29’ ancora Spezia in avanti con la punizione di Galabinov che colpisce la traversa a Portiere probabilmente battuto. Al 37’ punizione di Ricci per Galabinov che la tocca ma la pala è alta. L’arbitro dopo 5 minuti di recupero fischia la fine; lo Spezia esce a testa alta.

Tag
Mostra tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker