richardson

  • Palermo dove sono i nomi della nuova società? E intanto Platt lascia

    Una e-mail della Lega di Serie B al Palermo, giovedì scorso, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla nuova proprietà come è previsto dai regolamenti, diventati ancora più rigidi dopo il caso Parma. La situazione resta ancora top secret ma non fuori norma visto che la società rosanero ha 30 giorni di tempo dell’atto notarile per sistemare tutti gli adempimenti o 20 giorni dalla costituzione del nuovo Cda che dovrebbe essere ufficiale entro questa settimana. Il Palermo, quindi, aggiungendo il certificato antimafia, a conti fatti, entro fine dicembre sarà tenuto a comunicare l’identità della nuova proprietà, visto che l’atto di cessione, è stato siglato il 30 novembre. Il nuovo corso ricordiamo, parla britannico ma che non ha chiarito, come anche nella conferenza stampa della scorsa settimana, tutti i punti lasciando molti interrogativi. Infatti in quella conferenza hanno preso parte i rappresentanti della Global Futures Sport & Entertainment, società inglese inizialmente fatta credere nuova proprietaria del Palermo, ma in realtà incaricata di raccogliere nuovi investitori per la società che sarà titolare dell’intero pacchetto azionario del club. Un’apparizione fugace in città del Ceo, della Global Futures, Clive Richardson, del socio James Sheehan e di David Platt, prima indicato come consulente tecnico del nuovo progetto e poi uscito di scena dopo pochi giorni, con un comunicato prima diffuso su Instagram e poi sul sito della stessa Global Futures Sport & Entertainment nel quale si è fatto riferimento a una due diligence ancora in corso e al fatto che Zamparini non resterà come consulente in futuro.

  • A Palermo inizia l’era Richardson; c’è anche Platt. Zamparini lascia tra le polemiche

    Con la conferenza stama al “Barbera”, inizia ufficialmente l’era richardson e della società Global Futures Sports & Entertainment a capo della società del Palermo. In città però regna lo scetticismo, soprattutto dopo la trattativa di due anni fa con Paul Baccaglini, finita in una bolla di sapone. Alla conferenza stampa erano presenti il patron uscente Maurizio Zamparini, il Ceo della Global Futures Sports & Entertainment, Clive Richardson, l’ex calciatore e allenatore David Platt che sarà consulente del team britannico, l’advisor di Financial Innovations, Maurizio Belli, che ha fatto da tramite nell’operazione, e il direttore sportivo rosanero, Rino Foschi “Non c’è un singolo proprietario – dice Clive Richardson nella conferenza di presentazione dei nuovi proprietari del Palermo – ma non possiamo rendere noto adesso tutto l’organigramma societario che verrà comunicato in seguito. Non ci sarà un singolo proprietario, ma figurerà un insieme di proprietari”. L’ad della Global Futures Sports and Entertainment ha spiegato: “Negli ultimi sei mesi cercavamo opportunità d’investimento in tutto il mondo. Siamo stati noi a cercare il Palermo. Questa per noi rappresenta una grande opportunità”.

    Intanto Zamparini nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova società che ha acquisito il club rosanero, ha fatto un excursus della propria gestione, poi è andato via senza accettare domande. “Non so se dire se questo è un giorno bello o triste – ha ammesso Zamparini – il calcio è stata una cosa importantissima della mia vita ed è una cosa triste lasciare il Palermo”. Poi non perde occasione per qualche bacchettata:  “Mi avete accusato ingiustamente, avete detto che non volevo vendere, ma cercavo un acquirente da cinque anni. Avete interpretato male il mio pensiero. Al club si sono avvicinate persone che mi volevano truffare e il Palermo non merita questo”.

    David Platt, ex volto noto del calcio italiano in quanto ex Sampdoria e Juventus, ha spiegato il suo ruolo: “Sono qui per dare una mano, non so cosa farò in futuro. Rinforzi di gennaio? Vediamo, anche perché la squadra non ha fatto male, è prima in classifica. Siamo venuti proprio per parlare con Foschi, con i giocatori e il tecnico, che magari si chiedono cosa stia succedendo. Siamo venuti per dare tranquillità, sicurezza a coloro che vanno in campo.

     

     

     

     

     

    L’U.S. Città di Palermo comunica che, nella serata di ieri 30 novembre 2018, è stato sottoscritto davanti al notaio il passaggio di proprietà del 100% del Palermo Calcio.

    Nel corso della prossima settimana è previsto l’incontro dei rappresentanti della società londinese, nuova proprietaria, con la squadra e la città.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker