Serie B

Cosenza-Verona, partita rinviata per campo impraticabile si rischia lo 0-3 a tavolino

Nella seconda giornata di Serie B, la partita Cosenza – Hellas Verona non è stata giocata per inagibilità del campo.  Alle 17:15 si è tenuto un sopralluogo definitivo allo stadio San Vito – Marulla con i capitani delle due compagini Corsi e Caracciolo e l’arbitro Piscopo e in prossimità delle ore 18 per la Lega è stato ritenuto giusto non giocare. Il comunicato sul sito ufficiale del Cosenza recita: “La società Cosenza Calcio comunica che la gara tra Cosenza ed Hellas Verona non sarà disputata a causa della decisione assunta dal Direttore di gara che non ha ritenuto praticabile il terreno gli gioco in alcune zone del manto erboso. Si invitano i sostenitori ad allontanarsi dall’impianto”. La prima gara in serie B dopo 15 anni, invece di una festa si è trasformata in un incubo per i tifosi rossoblu anche perché i calabresi rischiano seriamente di perdere a tavolino per 3-0. Già in mattinata i dirigenti del Verona avevano rilevato la presenza di sabbia in superficie e che in alcune zone vi fossero diversi avvallamenti; situazione che avrebbe messo a rischio l’incolumità dei giocatori. Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza ha dichiarato: “È vergognoso ciò che è accaduto, c’era già l’idea di non voler disputare la partita. Evidentemente si temeva questa presenza massiccia dei nostri tifosi. Abbiamo ottemperato a tutte le richieste della Lega con decine di ispezioni e tutte concluse con parere positivo: oggi l’arbitro ha dichiarato che il terreno non è idoneo contro il parere di tecnici e dell’ispettore della Lega. Temo che ci sia un piano sotto per arrivare a questo risultato”. Quasi 10.000 i tifosi che erano in attesa di entrare allo Stadio e che sui social, invece, si sono scatenati contro il comune che ha la gestione dello stadio. E stato scritto che l’amministrazione comunale deve chiedere scusa ai cittadini invece di trovare scuse. Tra i commenti ce ne sono di duri come quello in cui si scrive contro Occhiuto: “Taci – (pubblicando la foto del terreno di gioco) – ed abbi l’umiltà di chiedere scusa per averci procurato questa cocente umiliazione”. Nicola Morra, senatore del Movimento 5 Stelle è intervenuto dicendo: “Da rimarcare la grande capacità di autocontrollo della tifoseria rossoblu che non ha dato luogo ad intemperanze, dimostrando civiltà comportamentale. Ma sono ridicole le dichiarazioni pre e post partita di un sindaco che ipotizza complotti quando sono diverse le sue realizzazioni che lamentano di essere imperfette”.

Le altre di B delle ore 18.00

Nelle altre tre partite disputate oggi alle 18 lo Spezia si riscatta dal ko della prima giornata e batte il Brescia per 3-2 in una partita ricca di emozioni (2′ Donnarumma (B), 6′-17′ Pierini (S), 20′ Morosini (B), 74′ Gyasi (S)). Ravanelli al 40’ regala la Padova il derby veneto contro il Venezia ed il secondo risultato utile consecutivo in due partite giocate. Quasi a fine partita all’ 80’ Proia regala la vittoria del Cittadella sul campo del Carpi e portando i veneti in testa alla classifica con 6 punti in due partite.

Tag
Mostra tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker