Giovanili

I granatini di Ferraro, Landi e De Santis pronti alla sfida

Sul sito ufficiale della US Salernitana 1919 sono stati intervistati i tre allenatori delle giovanili dei granata, Salvatore Ferraro, Mario Landi e Ernesto De Santis. Riportiamo le loro dichiarazioni alla vigilia dell’inizio dei campionati giovanili.

Per Emanuele Ferraro, mister dell’Under 17, si prospetta un campionato importante specialmente per la fascia di età dei ragazzi in campo dove si capisce già il valore dei calciatori. Un campionato difficile ma dove la Salernitana può dire la sua visto che la rosa è stata confermata e a cui si sono aggiunti dei ragazzi nuovi che possono dare un ottimo aiuto. Una squadra che ormai lavora insieme da due anni grazie anche al lavoro, dice Ferraro, del mister Mario Landi e che quindi, in un girone complicato vista la presenza di squadre importanti come Roma, Napoli e Palermo, potrebbe dare buone soddisfazioni. Un occhio anche al Lecce che rientra nel novero delle sorprese vista la buona tradizione che hanno di settore giovanile.

Per Mario Landi, allenatore dell’Under 16, le aspettative di questo campionato sono quelle dello scorso anno ovvero di formare il calciatore, di migliorarlo e dargli un’opportunità di fare un salto di qualità come è accaduto in passato. Lo scorso anno si sono avuti ottimi risultati ma per mister Landi, i risultati sono importanti per l’entusiasmo, per l’autostima del calciatore ma per lui restano secondari alla crescita del ragazzo.  Sul campionato afferma che è un campionato difficile, fatto di ottime compagini e, senza sbilanciarsi su alcun tipo di pronostico, spera che la Salernitana si faccia trovare sempre pronta e sempre migliorata grazie agli allenamenti settimanali ed al lavoro sul campo.

L’Under 15 è affidata per il secondo anno consecutivo a mister Ernesto De Santis. Lo scorso anno i granatini si sono qualificati ai Play Off arrivando quarti in classifica. Quest’anno, dice il mister, è una nuova sfida con un gruppo tutto nuovo e che mira a fare bella figura come lo scorso anno ma senza allontanarsi dall’obiettivo primario che è la crescita dei ragazzi e la possibilità di dare dei calciatori alla prima squadra come già successo negli scorsi anni.

Tag
Mostra tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker