Comunicati UfficialiNews

Giudice sportivo: 7000 euro di multa alla Salernitana per lanci di petardi in campo; graziato Matos del Verona

Nel comunicato ufficiale della Lega di Serie B numero 84 del 28 dicembre, il giudice sportivo ha diramato le sue decisioni, con particolare attenzione al caso Matos nella Gara Soc. HELLAS VERONA – Soc. CITTADELLA

Il Giudice Sportivo,
ricevuta dal Procuratore federale rituale segnalazione ex art. 35, n. 1.3 (a mezzo e-mail pervenuta
alle ore 10.52 odierne) in merito alla condotta gravemente antisportiva del calciatore Ryder
Matos (Soc. Hellas Verona) costituita dalla simulazione da cui è scaturita l’assegnazione di un
calcio di rigore;
acquisite ed esaminate le relative immagini televisive, di piena garanzia tecnica e documentale;
considerato che le immagini televisive non consentono di raggiungere un sufficiente grado di
certezza, anzi i replay sembrano evidenziare un contatto tra i due calciatori, in ordine alla
condotta gravemente antisportiva del calciatore Matos;
P.Q.M.
delibera di non sanzionare il calciatore Ryder Matos (Soc. Hellas Verona) in ordine alla
segnalazione del Procuratore federale

Ammenda di € 7.000,00: alla Soc. SALERNITANA per avere suoi sostenitori, al 1° del primo
tempo, lanciato un petardo nel recinto di giuoco; e per avere inoltre, al termine della gara,
lanciato nel settore occupato dai sostenitori avversari un petardo, un bengala ed un fumogeno;
sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la
Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 5.000,00: alla Soc. PESCARA per avere suoi sostenitori, al 15° del primo tempo,
intonato un coro insultante di matrice territoriale nei confronti della tifoseria avversaria.

Ammenda di € 3.000,00: alla Soc. COSENZA per avere suoi sostenitori, al 1° del primo tempo
acceso due fumogeni e tre petardi nel proprio settore; sanzione attenuata ex art. 12 n. 3 in
relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le
Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
GOLEMIC Vladimir (Crotone): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Quinta sanzione).
PASCIUTI Lorenzo (Carpi): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Quinta sanzione).
SCHENETTI Andrea (Cittadella): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
già diffidato (Quinta sanzione).

PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA
AMMONIZIONE TERZA SANZIONE
JALLOW Lamin (Salernitana)

PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
AMMONIZIONE SETTIMA SANZIONE
NDOJ Emanuele (Brescia)

SESTA SANZIONE
CAPPELLETTI Daniel (Padova)
GHIRINGHELLI Luca (Cittadella)
JAJALO Mato (Palermo)
PULZETTI Nico (Padova)
VOLTA Massimo (Benevento)

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
ADDAE Bright (Ascoli)
DI CHIARA Gian Luca (Benevento)
GARRITANO Luca (Cosenza)
GYOMBER Norbert (Perugia)
KRAGL Oliver (Foggia)
MOLINA Salvatore (Crotone)

TERZA SANZIONE
D’ORAZIO Tommaso (Cosenza)
DI GENNARO Matteo (Livorno)
VERRE Valerio (Perugia)
SECONDA SANZIONE
CRIVELLO Roberto (Spezia)
MAZZOCCHI Pasquale (Perugia)
MIGLIORE Francesco (Cremonese)
MOGOS Vasile (Cremonese)
STREFEZZA REBELATO Gabriel Tadeu (Cremonese)

PRIMA SANZIONE
AGNELLI Cristian Antonio (Foggia)
CHIARETTI COSSENZO Lucas (Foggia)
CONTESSA Sergio (Padova)
DEL PINTO Lorenzo (Benevento)
POMILIO LIMA Andre Anderson (Salernitana)

PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
AMMONIZIONE TERZA SANZIONE
GASBARRO Andrea (Livorno)
VIGNALI Luca (Spezia)

SECONDA SANZIONE
GIANNETTI Niccolo (Livorno)

PRIMA SANZIONE
PINZI Giampiero (Padova)

ALLENATORI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 3.000,00
CORINI Eugenio (Brescia): per avere, al 44° del secondo tempo, contestato platealmente una
decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale; all’atto dell’allontanamento, entrava
sul terreno di giuoco e assumeva un atteggiamento intimidatorio nei confronti del Direttore di
gara; recidivo.

DIRIGENTI
AMMONIZIONE CON DIFFIDA
DE POLI Andrea (Cosenza): per avere, all’8° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina
aggiuntiva, contestato platealmente una decisione arbitrale.

Tag
Mostra tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker