Mercato

Ganz, di padre in figlio con il granata nel destino

Il papà ha sfidato spesso la Salernitana, il figlio finisce nei radar granata

Da Maurizio a Simone Andrea, la famiglia Ganz ha sempre la Salernitana nel destino. Maurizio ha sfidato i granata in vari momenti della sua carriera, segnando anche un gol pesantissimo (quello che aprì le marcature in Atalanta- Salernitana 2-1 del ’95, autentico spareggio per la serie A), una sorta di rivincita dopo quel pomeriggio in chiaroscuro del settembre del ’90, quando, con la maglia del Brescia, segnò una rete ma si fece anche parare un rigore da Battara nel successo esterno dei granata (doppietta di Pasa). Simone Andrea s’è rivelato con la maglia del Como, arrivando addirittura alla Juventus. Dai bianconeri campioni d’Italia a quelli dell’Ascoli il passo all’indietro non è stato certo indolore. Dopo la stagione al verona, trascorsa all’ombra di Pazzini, in cui segnò all’Arechi, contro la Salernitana di Sannino, uno dei suoi quattro gol in campionato, il figlio d’arte ha deluso a Pescara, trovando poco spazio alla corte di Zeman e non è certo riuscito a rilanciarsi ad Ascoli, anche se ha chiuso il 2018 con un gol importante per la squadra di Vivarini. Nel valzer invernale delle punte Ganz sarebbe in procinto di lasciare le  Marche, dove sognano Iemmello o Ciofani (la Cremonese ha preso Ceravolo, intanto), e potrebbe essere un’idea per la Salernitana nel caso di partenza di un attaccante, nello specifico Bocalon, corteggiato dal Venezia. Simone Andrea Ganz è nato il 21 settembre, un giorno non certo come gli altri per i salernitani. Quando si dice il destino…

Mostra tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker