Mirko Cantarella

  • Calcomercato: il Monza sulle tracce di Donati

    Nn c’è dubbio che quella del Monza è stata una grande stagione dominando in lungo e in largo il girone A di Serie C chiudendo il campionato a sedici punti di vantaggio dalla seconda in classifica. La società per bocca di Berlusconi, ha diciaato a promozzione avvenuta, che intende fare una grande squadra e si sta già muovendo sul mercato per fare colpi importanti e recitare la parte da protagonista anche in Serie B. Secondo quanto riferito su Mozanews, sarebbe pronto un gran colpo direttamente dalla Serie A e si parlerebbe di Giulio Donati attualmente al Lecce. Il difensore, classe ’90, potrebbe essere un importante rinforzo nel reparto difensivo.

  • Calciomercato: Viviano e Crisetig nel mirino della Reggina

    Per ora la Rreggina resta la grande protagonista del calciomercato di Serei B. Dopo il grande colpo Jeremy Menez, l a squadra di mister Domenico Toscano, sarebbe pronta a rinforzare la squadra con un numero uno di qualità da scegliere eventualmente tra il giovane portiere di proprietà dell’Atalanta Marco Carnesecchi e  la tentazione Emiliano Viviano, attualmente svincolato. Per i l centrocampo si fa viva l’ipotesi di poter tesserare lo svincolato calsse ’93 Lorenzo Crisetig, ex Inter, Bologna e Benevento.

  • Perugia – Pordenone: paura per Di Gregorio

    Momenti di paura ieri allo stadio “Renato Curi” nel match tra Perugia e Pordenone. Nei primi minuti della ripresa, il portiere ospite Michele Di Gregorio è stato coinvolto in uno scontro di gioco con l’attaccante Melchiorri ed è stato costretto ad abbandonare anzitempo il campo. Portato subito in ospedale per gli accertamenti del caso, sembrerebbe che non ci siano problemi gravi. E’ sata solo una forte botta, secondo le notizie di SerieBnews, che gli avrebbe provocato la rottura di un dente e in ospedale sono stati applicati dei punti sotto il mento.

  • Giudice sportivo: tre giornate a Sgarbi: due a Falzerano e Jallow, una ad Aya

    Tre turni da scontare per il giocatore del PerugiaFilippo Lorenzo Sgarbi, “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione); per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco, rivolto agli Ufficiali di gara espressioni ingiuriose”.  Inoltre, due giornate a testa per Marcello Falzerano, sempre del Perugia, “per avere, al 36° del secondo tempo, rivolto al Direttore di gara un epiteto insultante”, e al giocatore della Salernitana Lamin Jallow “per avere, al 12° del primo tempo, dopo essere stato sostituito, rivolto al Direttore di gara un’espressione offensiva; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”.

    Soltanto una giornata da scontare per l’altro calciatore del club campano, Ramzi Aya, “per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete”. Ammenda più un turno di squalifica per Oliver Kragl per aver simulato in area di rigore avversario: era già diffidato. Infine, gli altri squalificano sono Brlek (Ascoli), Calo (Juve Stabia), Caracciolo (Pisa), Dziczek (Salernitana), Leverbe (Chievo Verona), Maistro (Salernitana) Ricci (Juve Stabia), Sciaudone (Cosenza), Scognamiglio Gennaro (Pescara), Scognamiglio Stefano (Trapani).

    (fonte: seriebnews)

    Questo il comunicato ufficiale:

    DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

    Il Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante
    dell’A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione del 4 luglio 2020, ha assunto le decisioni qui di
    seguito riportate:

    CALCIATORI ESPULSI
    SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
    SGARBI Filippo Lorenzo (Perugia): per comportamento scorretto nei confronti di un
    avversario; già diffidato (Quinta sanzione); per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco,
    rivolto agli Ufficiali di gara espressioni ingiuriose.
    SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
    FALZERANO Marcello (Perugia): per avere, al 36° del secondo tempo, rivolto al Direttore di
    gara un epiteto insultante.
    JALLOW Lamin (Salernitana): per avere, al 12° del primo tempo, dopo essere stato sostituito,
    rivolto al Direttore di gara un’espressione offensiva; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    AYA Ramzi (Salernitana): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in
    possesso di una chiara occasione da rete.
    CALCIATORI NON ESPULSI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 1.500,00
    KRAGL Oliver (Benevento): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso
    in area di rigore avversaria; già diffidato (Quinta sanzione).
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    BRLEK Petar (Ascoli): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Quinta
    sanzione).
    CALO Giacomo (Juve Stabia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Decima sanzione).
    CARACCIOLO Antonio (Pisa): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Decima sanzione).
    DZICZEK Patryck (Salernitana): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
    già diffidato (Quinta sanzione).
    LEVERBE Maxime Jean R (Chievo Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un
    avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
    MAISTRO Fabio (Salernitana): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Decima sanzione).
    RICCI Giacomo (Juve Stabia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Quinta sanzione).
    SCIAUDONE Daniele (Cosenza): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
    già diffidato (Quinta sanzione).
    SCOGNAMIGLIO Gennaro (Pescara): per comportamento scorretto nei confronti di un
    avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
    SCOGNAMILLO Stefano (Trapani): per comportamento scorretto nei confronti di un
    avversario; già diffidato (Quattordicesima sanzione).
    PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (NONA SANZIONE)
    GARRITANO Luca (Chievo Verona)
    AMMONIZIONE
    PRIMA SANZIONE
    TREMOLADA Luca (Pordenone)
    PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
    AMMONIZIONE
    UNDICESIMA SANZIONE
    BENEDETTI Amedeo (Cittadella)
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (NONA SANZIONE)
    VALZANIA Luca (Cremonese)
    OTTAVA SANZIONE
    AKPA AKPRO Jean Daniel (Salernitana)
    SCHIATTARELLA Pasquale (Benevento)
    SETTIMA SANZIONE
    DE VITIS Alessandro (Pisa)
    GONDO DIOMANDE Diomande Yann C (Salernitana)
    MALLAMO Alessandro (Juve Stabia)
    PAOLUCCI Andrea (Virtus Entella)
    VOLTA Massimo (Benevento)
    ZUCULINI Franco (Venezia)
    SESTA SANZIONE
    CARRARO Marco (Perugia)
    CAVION Michele (Ascoli)
    LETIZIA Gaetano (Benevento)
    NWANKWO Simeon Tochukwu (Crotone)
    PERTICONE Romano (Cittadella)

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    BASSOLI Alessandro (Pordenone)
    CALVANO Simone (Juve Stabia)
    CANDELLONE Leonardo (Pordenone)
    CAPRADOSSI Elio (Spezia)
    CUOMO Giuseppe (Crotone)
    MELCHIORRI Federico (Perugia)
    SERNICOLA Leonardo (Ascoli)
    VIGNALI Luca (Spezia)
    TERZA SANZIONE
    BOGDAN Luka (Livorno)
    DI NOIA Giovanni (Chievo Verona)
    GALANO Cristian (Pescara)
    MAZZEO Fabio (Livorno)
    ODJER Moses (Trapani)
    PISANO Eros (Pisa)
    PREZIOSO Mario Francesco (Cosenza)
    SALA Marco (Virtus Entella)
    SALVI Alessandro (Frosinone)
    SCAGLIA Luigi Alberto (Trapani)
    TROEST Magnus (Juve Stabia)
    VOGLIACCO Alessandro (Pordenone)
    SECONDA SANZIONE
    ALLIEVI Nicholas (Juve Stabia)
    FIAMOZZI Riccardo (Empoli)
    RAJKOVIC Slobodan (Perugia)
    TUIA Alessandro (Benevento)
    PRIMA SANZIONE
    DEL PINTO Lorenzo (Benevento)
    DI MARIANO Francesco (Juve Stabia)
    MARSURA Davide (Livorno)
    PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    VIDO Luca (Pisa)
    AMMONIZIONE
    TERZA SANZIONE
    BRAKEN Sven Andre Mari (Livorno)

    SECONDA SANZIONE
    BRIGNOLI Alberto (Empoli)
    MENDES Murilo Otavio (Livorno)
    PRIMA SANZIONE
    RAVAGLIA Nicola (Cremonese)
    b) ALLENATORI
    ESPULSI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    BOCCHINI Riccardo (Trapani): per avere, al 21° del secondo tempo, contestato con veemenza
    l’operato arbitrale.
    SIGOLO Massimiliano (Venezia): per avere, al 18° del secondo tempo, contestato
    reiteratamente una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.
    AMMONITI
    OTTAVA SANZIONE
    BOSCAGLIA Rocco (Virtus Entella)
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    ITALIANO Vincenzo (Spezia)
    PRIMA SANZIONE
    AGLIETTI Alfredo (Chievo Verona)
    NESTA Alessandro (Frosinone)

  • Ventura: “C’è la convinzone di poter fare bene”

    Parla il tecnico granata a fine gara, Gian Piero Ventura: “Akpa e Gondo hanno fatto una gran partita, decisamente sopra le righe. Questa squadra ha fatto 85 minuti su 90 in inferiorità numerica creando più palle goal e subendone una solo a fine partita. Questo è sinonimo di grande disponibilità e grande partita. Abbiamo commesso un’ ingenuità con Jallow che ha rivolto una frase infelice al quarto uomo – ha dichiarato il tecnico ex nazionale –  C’’è la convinzione che possiamo fare bene.
    Kiyine ha interpretato benissimo il suo ruolo giocando anche con grande personalità. Andiamo a giocare ad Ascoli senza cinque calciatori importanti, nonostante ciò spero che andremo a riconfermare quanto fatto stasera”.

  • Serie B: Crotone 3-0 al Benevento, Pisa vince con il Cittadella, vittoria esterno per il Pordenone

    Termina la 32esima giornata di Serie B. A Crotone la capolista e già promossa Benevento subisce la seconda sconfitta stagionale con Simy che segna una tripletta. Vitoria importante alla luce del secondo posto visto che il Cittadella è stato sconfitto nell’anticipo dal Pisa. Vittorie esterne per Pordenone, Ascoli ed Empoli. Trapani e Frosinone che nei minuti finali portano a casa i tre punti. Pari invece tra Entella e Chievo.

    Serie B, 32esima giornata

    Pisa-Cittadella 2-0 (36’Marconi, 84′ Marin)
    Cosenza-Ascoli 0-1 (62′ Scamacca)
    Cremonese-Pescara 1-0 (5′ Valzania)
    Crotone-Benevento 3-0 (14’Simy, 18′ Simy, 72′ Simy)
    Entella-Chievo 1-1 (26′ Mazzitelli, 62′ Rigione)
    Frosinone-Spezia 2-1 (14′ Salvi, 51′ Galabinov, 90′ Paganini)
    Perugia-Pordenone 1-2 (2′ Mazzocco, 6′ Falzerano, 40′ Ciurria)
    Salernitana-Juve Stabia 2-1 (23′ Akpro, 69′ Forte, 82′ Gondo)
    Trapani-Livorno 2-1 (84′ Murilo, 89′ Scognamillo, 91′ Dalmonte)
    Venezia-Empoli 0-2 (48′ Mancuso, 59′ Mancuso)

    La classifica

    Benevento 76
    Crotone 55
    Cittadella 52
    Pordenone 52
    Frosinone 51
    Spezia 50
    Salernitana 47
    Chievo 46

    Pisa 46
    Empoli 45
    Entella 42
    Perugia 40
    Venezia 39
    Pescara 39
    Cremonese 37
    Ascoli 36

    Juve Stabia 36
    Trapani 32
    Cosenza 31
    Livorno 21

     

  • Gondo: “Dopo l’espulsione ci siamo caricati sacrificandoci uno ad uno”

    Gondo, eroe della gara che regala i tre punti alla Salernitana, parla ai microfoni di DAZN a fine gara: ”Abbiamo dimostrato di non mollare anche in nove. Dobbiamo continuare così fino alla fine del campionato. Quando il mister ha tolto Jallow ho pensato che c’era da pedalare molto, ma ci siamo caricati tra di noi dopo l’espulsione sacrificandoci uno ad uno per novanta minuti. Andiamo ad Ascoli con la convinzione di poter fare bene.”

  • Salernitana – Juve Stabia 2-1, finalmente i tre punti

    La salernitana, finalmente conquista i tre punti grazie ad una prova eroica e alla grande gara giocata da Akpa Akpro e Gondo. Finisce 2-1 con reti di Akpa Akpro, Forte e Gondo. Queste le formazioni che scendono in campo:

    SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Akpa Akpro, Dziczek, Di Tacchio, Curcio; Kiyine; Gondo, Jallow. A disp. Vannucchi, Billong, Lopez, Cerci, Capezzi, Djuric, Giannetti, Cicerelli, Maistro, Heurtaux, Karo. All. Ventura

    JUVE STABIA (4-3-1-2): Provedel; Vitiello, Troest, Allievi, Elia; Calvano, Calò, Mallamo; Canotto; Forte, Cissè (7′ Di Mariano). A disp. D. Russo, Tonucci, Fazio, Rossi, Bifulco, Izco, Addae, Mastalli, Ricci, Mezavilla. All. Caserta

    Si inizia con quattro minuti circa di ritardo per un buco nella rete della porta lato Curva Nord. Riparato con immediatezza, inizia la gara.
    Al 4′ subito espulsione. Lancio lungo della Juve Stabia,  Aya tira per la maglia Forte lanciato a rete e rosso diretto; Salernitana in 10. Ventura lascia passare qualche minuto e al 12′ inserisce Karo per Jallow che nervosamente lascia il campo e una volta giunto in panchina manda a quel paese l’arbitro, gesto che non passa inosservato al quato uomo che chiama Fourneau che non può far altro che espellerlo dalla panchina. La “doppia” esulsione innervosisce i granata e al 14′ testa a testa tra Gondo e Di Mariano che aveva sostituito l’infortunato Cissè e ammonizione per entrambi. Al 20′ Gondo tira ma la palla finisce di poco sopra la traversa.  Al 23′ Kiyine vede l’inserimento di Akpa Akpro con un assist da campione lo serve. Quest’ultimo controlla di sinistro, finta e cambia direzione portandosi verso destra mandando a vuoto i due difensori dello Stabia e con un destro raso al palo batte Provedel che non può nulla. Al 39′ l’ex Canotto per Calò che costringe Micai all’angolo. Nel recuper, al 46′ (tre minuti di recupero) Elia si invola verso l’area di rigore granata ma il suo tiro non impensierisce Micai. Nella ripresa al 55′ Gondo supera Allievi sulla destra e serve un rigore in movimento per Akpa Akpro ma l’ex Tolosa spara addosso a Provedel. Due minuti dopo ancora Gondo protagonista in sforbiciata ma il pallone va di poco alto sulla traversa. Al 63′ punizione di Kiyine, Karo si inserisce e davanti alla porta prende clamorosamente la traversa. Al 68′, Jaroszynski e Kiyine vengono sostituiti da Heurtaux e Maistro. Un minuto Canotto lancia Forte che di spalle si gira e con un bel tiro mette la palla in rete lasciando sul posto Heurtaux. All’80’ Di Mariano tira ma prende l’esterno della rete. All’81’ Lancio lungo a a trovare Akpa Akpro che arpiona la sfera, si beffa di Ricci mette in mezzo per Gondo che rasoterra trova l’angolino beffando l’incolpevole Provedel. All’85’, Elia conclude dai venti metri e Micai non si fa sorprendere mettendo in angolo. Al 94′, quarto dei cinque minuti di recupero, punizione del solito Calò, testa di Provedel alla ricerca di golria in avanti. la palla arriva a Troest che da pochi passi prova a meetterla in rete ma Micai dice di no.

    IL TABELLINO

    SALERNITANA-JUVE STABIA 2-1 (1-0)

    SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski (68′ Heurteaux); Akpa Akpro, Dziczek, Di Tacchio, Curcio (86′ Lopez); Kiyine (68′ Maistro); Gondo (86′ Djuric), Jallow (12′ Karo). A disp. Vannucchi, Billong, Cerci, Capezzi, Giannetti, Cicerelli. All. Ventura

    JUVE STABIA (4-3-1-2): Provedel; Vitiello (61′ Ricci), Troest, Allievi, Elia; Calvano (78′ Addae), Calò, Mallamo (61′ Mezavilla); Canotto (78′ Izco); Forte, Cissè (7′ Di Mariano). A disp. D. Russo, Tonucci, Fazio, Rossi, Bifulco, Mastalli. All. Caserta

    Marcatori: 23′ Akpa Akpro (S), 69′ Forte (J), 81′ Gondo (S)

    Note – Espulsi: Aya (S), Jallow (S) da sostituito; Ammoniti: Gondo (S), Di Mariano (J), Mallamo (J), Akpa Akpro (S), Troest (J), Ricci (J), Allievi (J), Calvano (J), Maistro (S), Calò (J)

  • Akpa Akpro a DAZN: “Dedico questo gol a mia zia che ho perso”

    Dopo i primi 45 minuti Salernitana in vantaggio grazie alla qualità dei suoi uomini migliori, Akpa Akpro e Kiyine. Nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Aya al 5′ per fallo su Forte da ultimo uomo, i granata hanno preso il sopravvento sugli avversari e hanno chiuso la prima frazione di gara con un gol dell’ex Tolosa.

    Queste le formazioni in campo:

    Salernitana (3-5-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Kiyine, Akpa Akpro, Dziczek, Di Tacchio, Curcio; Gondo, Jallow. A disposizione: Vannucchi, Russo, Billong, Lopez, Heurtaux, Maistro, Capezzi, Cerci, Djuric, Cicerelli. Allenatore: Ventura

    Juve Stabia (3-5-2): Provedel; Vitiello, Allievi, Troest; Elia, Calvano, Calò, Mallamo, Canotto; Cissè, Forte. A disposizione: D. Russo, Tonucci, Fazio, Di Mariano, Rossi, Bifulco, Addae, Izco, Germoni, Ricci, Mastalli, Mezavilla. Allenatore: Caserta

    A fine primo tempo, al microfono di Francesco Puma di DAZN, proprio AKpa Akpro:”Questo goal lo dedico a mia zia che ho perso. È una partita difficile perchè siamo dieci contro undici, ma in questo secondo tempo dobbiamo dare tutto per vincere.”

  • Rosina si ritira: “Mi sono iscritto all’Università”

    Alessandro Rosina ha detto basta. Rosina, che tra il 2005 e il 2009 ha indossato la maglia del Toro – di cui è anche stato capitano per due stagioni- ha raccolto all’ombra della Mole ben 148 presenze tra Serie A e B, collezionando anche 39 reti. Dopo aver lasciato Torino, Rosina ha vestito le casacche di Zenit, Cesena, Siena, Catania e Bari. Dal 2016 ad oggi poi, ha militato nella Salernitana con cui ha trovato 75 presenze e 12 gol.

    Il centrocampista ha comunicato così il suo ritiro: “Dico stop, lascio il calcio anche se dal punto di vista fisico stavo bene e potevo andare ancora avanti – dice Rosina che poi spiega – A gennaio ho stroncato sul nascere ogni proposta che mi arrivava da altri club, la Salernitana ha scelto di mettermi fuori rosa e io ho accettato con grande professionalità e ho concluso il mio percorso in granata. Non è stato piacevole, non era ovviamente quello che sognavo, ma non porto rancore. Ero venuto per vincere, per andare in Serie A. Sono stati cambiati tanti allenatori e giocatori ma il risultato fin qui è sempre stato al di sotto delle aspettative”. Chiuso un capitolo, se ne apre un altro. L’ex capitano del Toro infatti ha concluso così tracciato i suoi intenti una volta appesi gli scarpini al chiodo: “Comincia una nuova vita, fatta di famiglia, affetti. Mi sono iscritto all’università, ho sostenuto cinque esami, frequento il corso di laurea in Economia e gestione immobiliare”.

    (fonte: toronews.net)

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker