close
NewsSerie B

Serie B, Parma-Salernitana 2-2

La squadra d D’Aversa domina il primo tempo, segna anche Lucarelli, ma poi crolla nella ripresa

PARMA – Fa quasi tutto il Parma, padrone del campo per quasi un’ora, avanti anche due gol prima di finire in nove uomini e con un solo punto in tasca. Già, finisce 2-2 la gara contro la Salernitana, valida come anticipo della settima giornata di Serie B. Illudono i gol di Di Cesare e Lucarelli (i due difensori centrali) perché nella ripresa i granata pareggiano i conti con Sprocati e Vitale (su rigore). Con questo pareggio la squadra di D’Aversa sale a quota 10 punti, mentre quella di Bollini a 8 punti.

SOLO PARMA – La prima chance è del Parma al 16′: Calaiò punta il primo palo con il sinistro ma trova la deviazione di Radunovic. Un minuto dopo ecco il gol: dagli sviluppi di un corner Dezi pesca sul secondo palo Di Cesare che vince il duello con Schiavi e poi centra la rete con un pallonetto aereo, 1-0. E’ il secondo gol consecutivo per il numero 5 dei ducali. Al 33′ il raddoppio: punizione dalla trequarti, sponda sul palo lontano e per Lucarelli è un gioco da ragazzi spingere la palla in porta con un tocco ravvicinato. Gara in ghiaccio al riposo, anche perché l’unica chance degli ospiti la spreca Rodriguez con un diagonale impreciso.

LA RIMONTA – A inizio ripresa il Parma sfiora due volte il tris: Radunovic dice no a Calaiò e Insigne. Errori pesanti che permettono alla Salernitana di riaprire la partita al 56′ con Sprocati, abile a segnare dal limite con un tiro bellissimo di destro (è mancino) che lascia Frattali fermo sulle gambe. Più Salernitana nel finale. Al 70′ proteste granata per il gol annullato a Rodriguez per fuorigioco. Passano due minuti e il Parma resta in dieci: Di Cesare commette un fallo da ultimo uomo su Rodriguez e va sotto lo doccia. La punizione di Vitale è un buco nell’acqua, idem per il colpo di testa di Bocalon che getta al vento la palla del pareggio da due passi. I granata ci credono, è un assedio. E conquistano un calcio di rigore a 12′ dalla fine perché Iacoponi atterra Rodriguez sulla linea di porta. Massima punizione e Parma in nove uomini. Dal dischetto non sbaglia Vitale che sceglie le opzioni potenza e rasoterra. Sul tabellone del Tardini brilla il 2-2. Nei cinque minuti di recupero il Parma resiste ed evita la rimonta completa.

fonte http://www.corrieredellosport.it

Tags : di cesareiacoponiparmasalernitanaserie b

Leave a Response