CCSC

  • Fermiamo questo scempio!

    All’indomani della riunione al Centro Sociale di Salerno tra i tifosi organizzato dal CCSC di Riccardo Santoro, il direttivo Salerno esce fuori con un appello a tutti i tifosi :

    Dobbiamo fermare questo scempio, stop alla multiproprietà, via Lotito.
    Fallimenti sportivi e risultati mediocri hanno caratterizzato gli ultimi anni di gestione della nostra amata. Con bugie su bugie hanno cercato di confondere i tifosi. L’arroganza e la strafottenza di chi presiede la squadra, il peso simile ad un macigno delle N.O.I.F., l’emorragia inarrestabile di sostenitori, la perdita di nuove generazioni di tifosi e, soprattutto, la nostra dignità, ci impongono di lottare per far cessare questa farsa, quali che siano le conseguenze, anche ritorsive, perché non farlo significherebbe tradire noi stessi e vedere morire la nostra fede e la nostra passione.
    La nostra dignità non può avere un prezzo e non sarà MAI negoziabile nemmeno per una categoria. Ed in questo caso non stiamo parlando di risultati sportivi.
    Ci vuole un sussulto di una comunità intera, di ogni sua componente, delle mille anime dei tifosi, perché non possiamo essere privati della nostra identità, dei nostri sogni e sopravvivere come merce di scambio per altri club. Noi vogliamo che da Salerno parta un messaggio forte e chiaro che possa interessare tutti, perché tutti un giorno potrebbero ritrovarsi nelle nostre condizioni. Dobbiamo far capire a chi gestisce questo Mondo marcio del calcio che è arrivato il momento di intervenire e che le regole vanno cambiate. Ci riusciremo solo se saremo tutti uniti
    Al signor Lotito abbiamo restituito i palloni che ogni volta, per umiliarci, sottolineava di aver dovuto comprare, se li metta in un sacco e se ne vada via da Salerno.

    DIRETTIVO SALERNO

  • Incontro della tifoseria al Centro Sociale per delineare la strategia da seguire contro la proprietà

    Sono passate circa due ore di colloquio, al Centro Sociale di Salerno tra i gruppi della tifoseria granata in cerca di un fronte comune. Prmotore della riunione è stato il Centro di Coordinamento Salernitana Clubs capitanato da Riccardo Santoro. Delegati di tuti i clubs di Salerno, provincia e anche fuori regione (c’erano anche rappresentanti dei club di Bologna, Roma, Reggio Emilia e Milano), per un totnale di circa 150 persone a dibattito per trovare un unico comune denominatore che alla fine è stato individuato nel “no alla multiproprietà”. Come ha anticipato Salernitananews.it, nelle decisioni finali non sarebbero venuti fuori un programma da seguire o una manifestazione da organizzare. Ci sarebbe stato solo uno scambio di opinioni e con la promessa di rivedersi in una nuova riunone per stilare un programma comune da seguire con alla base la non accettazione della multiproprietà e la protesta contro Lotito, Mezzaroma e Fabiani che nel frattempo continuerà in piena libertà da parte dei vari gruppi. Altra nota è l’abbandono della sala da aprt di una parte della tifoseria per una diversità di veduta e la sicurezza che a breve la tifoseria potrebbe uscire con uno striscione unico da affiggere a Salerno e provincia. La contestazione riguarderà sia la multiproprietà che i co-patron Claudio Lotito e Marco Mezzaroma e il ds Fabiani ai quali la tifoseria chiederà di andare via. Intanto ad oggi la proprietà resta in silenzio e neanche la presentazione di Castori è stata fatta più.

  • Lutto nel tifo granata: è venuto a mancare Bruno Tescione

    Un grande lutto al braccio per la tifoseria della Salernitana. All’età di 71 anni è scomparso Bruno Tescione. storico tifoso granata e opinionista televisivo. Tescione, commercialista di professione, era ricoverato all’ospedale di Verona da una settimana e di fatti non si vedeva più in giro da un pò di tempo, lui che era solito frequentare la zona di Piazza Casalbore. Fu anche vice presidente del Centro Coordinamento Salernitana Clubs quado alla guida c’era Amedeo Rosamilia e la sua scomparsa ha lasciato un grande vuoto. La redazione di Salernitana.it si stringe intorno al dolore della famiglia.

  • Uniti si vince! Il messaggio del Salerno Club 2010, del CCSC e del club MAI SOLA

    UNITI SI VINCE !! Questo il titolo del comunicato Stampa del Club 2010 che, intervistati anche da Telecolore e da LIRA TV, nella perona del suo Presidente Salvatore Orilia ed insieme al CCSC per voce del Presidente Riccardo Santoro e il club MAI SOLA per voce del presidente Antonio Carmando hanno voluto dare un segno di unità alla cittadinanza per remare tutti dalla stessa parte in un momento importante come quello di venerdi sera dove la Slernitana si giocherà il match decisivo per entrare nei playoff.

    Forza Salernitana…ora più che mai !!

    Il momento decisivo, quello storico, è arrivato: venerdì sera la Salernitana avra’ nelle mani il proprio destino, entrare per la prima volta nei play off del campionato di Lega B
    Ed allora il Salerno Club 2010  invita tutti i tifosi a stringersi intorno alla maglia granata, mettendo da parte, almeno per una volta, strane teorie, idee diverse e pensieri contrastanti.
    Occorreranno in campo uomini (prima che calciatori) con gli attributi, disposti a vender cara la pelle ed a giocare con il coltello tra i denti, perché ci dovrà essere un solo risultato: la vittoria a tutti i costi.
    E la squadra dovrà avere al percezione di sentire tutto l’ambiente (tifosi e stampa ) a supporto, unito e compatto , con la netta convinzione di poter superare l’ostacolo più difficile.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker