cittadella

  • Quando c’è la progeammazione e la voglia di A: Diaw al Pordenone

    Il buongiorno lo vedi dal mattino. Il Pordenone, dopo aver ceduto Burrai, si aggiudica Davide Djily Diaw, forte attaccante l’anno scorso a Cittadella. Il calciatore, classe ’92, arriva a titolo definitivo ed è stato protagonista assoluto nella scorsa stagione di Serie B con 17 reti fra campionato, playoff e Coppa Italia. Con il club neroverde ha sottoscritto un contratto quadriennale, con scadenza giugno 2024. “Sono felice di essere qui, la società mi ha voluto fortemente. Ho dato un’occhiata al centro sportivo, molto bello e molto organizzato. Negli anni passati ci siamo rincorsi, finalmente adesso ci siamo trovati. Cittadella resterà sempre nel mio cuore, è stata una società importantissima per la mia crescita. Adesso sono felice di essere qui a Pordenone, sono in Friuli vicino a Udine, la mia città” – queste le sue parole.

    di seguito il comunicato ufficiale del Pordnone calcio:

    “Il Pordenone Calcio comunica l’ingaggio dell’attaccante friulano Davide Djily Diaw. Il calciatore, classe ’92, arriva a titolo definitivo dal Cittadella, con cui è stato protagonista assoluto nella scorsa stagione di Serie B con 17 reti fra campionato, playoff e Coppa Italia. Con il club neroverde ha sottoscritto un contratto quadriennale, con scadenza giugno 2024. Un friulano per guidare l’attacco del Pordenone di oggi e domani, dunque. Diaw, originario di Cividale del Friuli, torna a giocare nella sua regione dopo le esperienze con Virtus Entella e Cittadella. La società neroverde – che da tempo seguiva il calciatore – ha individuato in Diaw il profilo perfetto, per caratteristiche fisiche, tecniche e caratteriali, per aumentare il potenziale offensivo della squadra”.

    Quando c’è programmazione, quando c’è ambizione i risultati si vedono…qualcuno dovrebbe meditare

  • Playoff: Frosineone – Cittadella 3-2; grande rimonta dei ciociari che vanno in semifinale

    Prosegue il sogno del Frosinone, termina invece la cavalcata del Cittadella dopo 122 minuti da batticuore. La squadra di Nesta compie un capolavoro riuscendo a ribaltare addirittura un doppio svantaggio grazie a un lampo di Salvi in chiusura di primo tempo e alle reti di Dionisi e Ciano al fotofinish. I laziali sfatano così il fattore campo e s’impongono 3-2 strappando il pass per le semifinali, dove troveranno il Pordenone nella doppia sfida in programma il 9 e il 12 agosto (l’altra sfida è tra lo Spezia e il Chievo che ha eliminato l’Empoli). Grande rammarico per i ragazzi di Venturato, che si mangiano le mani per due legni colti nella ripresa sul punteggio di 2-2 e si gettano via proprio all’ultimo minuto fermandosi per il quarto anno di fila ai playoff.

    I veneti partono subito forte individuando nella corsia destra il settore migliore per sfondare. La squadra di Venturato arriva agevolmente dalle parti di Bardi sfruttando anche la velocità di Diaw e la spinta di Rosafio. Non è un caso che siano proprio loro a confezionare il repentino vantaggio che fa pendere la bilancia dalla parte del Cittadella: lo svizzero si guadagna un rigore dopo appena 4’ (scomposta entrata di Brighenti) e il bomber s’incarica di realizzare spiazzando il portiere avversario. I padroni di casa continuano a spingere sfiorando il raddoppio al 32’ con un potente sinistro ravvicinato di D’Urso, mentre il Frosonone si rende pericoloso solo con un centro di Novakovich su cui Rohden arriva in ritardo di un soffio. Poi il botta e risposta in chiusura di primo tempo, con il Cittadella ancora a segno grazie a un destro al volo di Diaw su splendido assist dalla sinistra di Rosafio. Due minuti dopo, in pieno recupero, il guizzo che rimette in partita i laziali, frutto di un lento ma preciso destro di Salvi sul palo più lontano.

    La zampata di Salvi ringalluzzisce gli ospiti, che al rientro in campo trovano la fiducia e le energie necessarie per invertire l’inerzia della sfida. Fondamentale il fiuto del bomber Dionisi con un destro capolavoro che ristabilisce la parità al 50’. Da lì in poi occasioni a ripetizione da ambo le parti, con gli ospiti pericolosi grazie a Novakovich (stoppato da una strepitosa parata di Paleari) e i padroni di casa per due volte vicini al gol con Branca e Diaw (fermati da due pali esterni). Nei supplementari il Cittadella alza le barricate per difendere il risultato affidandosi a Paleari, bravo a togliere il pallone dall’incrocio su tiro di Novakovich prima di deviare un velenoso destro di Rohden. Ma il portiere di casa nulla può su uno strepitoso destro di Ciano che manda in paradiso i suoi proprio all’ultimo tentativo beffando il Cittadella.

    (fonte: gazzetta.it)

    IL TABELLINO

    CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli; Perticone (1’ st Frare), Adorni, Benedetti; Vita (30’ st Iori), Branca; D’Urso (30’ st Panico); Diaw (12’ st Camigliano), Rosafio (36’ st Stanco).

    A disposizione: Maniero, Mora, Bussaglia, Rizzo, Luppi, De Marchi, Gargiulo.

    Allenatore: Venturato

    FROSINONE (3-4-1-2): Bardi; Brighenti (41’ st Ciano), Ariaudo, Krajnc; Paganini (41’ st Beghetto), Maiello (1’ sts Ardemagni), Haas, Salvi (1’ sts Zampano); Rohden; Novakovich, Dionisi (120’ sts Szyminski).

    A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Citro, Tribuzzi, Tabanelli, Vitale, Szyminki.

    Allenatore: Nesta.

    Arbitro: sig.  Simone Sozza di Seregno (Mi), assistenti sigg. Marco Scatragli di Arezzo e Andrea Tardino di Milano; VAR sig. Eusebio Abbattista di Molfetta e AVAR sig. Antonio Rapuano di Rimini; Quarto uomo sig. Giovanni Ayroldi di Molfetta.

    Marcatori: 3’ pt Diaw (rig), 45’ pt Diaw, 48’ pt Salvi, 6’ st Dionisi, 120’ sts Ciano.

    Note: partita a porte chiuse; angoli: 6-6; ammoniti: 36’ pt Branca, 4’ st Brighenti, 8’ st Frare, 29’ st Benedetti, 34’ st Haas, 10’ pts Paleari, 3’ sts Zampano, 6’ sts Dionisi; recuperi: 2’ + 1’ pt; 5’ st; 2’ sts.

  • Orari e partite playoff e playout Serie B

    Trapani e Juve Stabia retrocedono in Serie C insieme al Livorno

    Benevento e Crotone già in Serie A

    Ai play-off accedono invece Spezia e Pordenone (già in semifinale), mentre Cittadella, Chievo, Empoli e Frosinone giocheranno il primo turno.

    Perugia-Pescara il playout.

    Date e orari di playoff e playout 

    Queste le date delle partite di playoff e playout della serie B, tutte alle ore 21.

    Playoff (turno preliminare, gara unica): –
    Chievo-Empoli (4 agosto)
    Cittadella-Frosinone (5 agosto)

    Playoff (semifinali)andata
    Chievo/Empoli-Spezia (8 agosto)
    Cittadella/Frosinone-Pordenone (9 agosto)

    Playoff (semifinali): ritorno
    Spezia-Chievo/Empoli (11 agosto)
    Pordenone-Cittadella/Frosinone (12 agosto)

    Finale playoffandata 16 agosto,
    Finale playoff ritorno 20 agosto

    Playoutandata
    Perugia-Pescara (10 agosto)

    Playout ritorno
    Pescara-Perugia (14 agosto)

  • Playoff: Spezia e Pordenone già in semifinale, nei quarti Cittadella-Frosinone e Chievo-Empoli

    La volata finale regala il pieno di emozioni atteso, con 15 squadre in ballo fino all’ultimo minuto. La corsa ai playoff finisce per premiare Spezia, Pordenone, Cittadella, Chievo, Empoli e Frosinone, che si giocheranno l’ultimo pass promozione per aggiungersi a Benevento e Crotone (conquistatesi un posto in paradiso con largo anticipo). Destino opposto per Trapani e Juve Stabia, che retrocedono direttamente in serie C insieme al Livorno, già condannato da tempo. A loro si aggiungerà una tra Perugia e Pescara, obbligate a disputare i playout. Ma sulla coda della classifica pende il ricorso del Trapani (sentenza il 6 agosto), a cui il Collegio di garanzia del Coni potrebbe restituire 2 punti condannando di conseguenza il Pescara alla retrocessione diretta. Il nigeriano Nwankwo Simy (Crotone) è il re dei bomber con 20 centri.

    I risultati

    Venerdì 31 luglio
    Chievo Verona-Pescara 1-0 (89′ Garritano)
    Frosinone-Pisa 1-1 (48′ Marconi, 78′ Ciano rig. [F])
    Salernitana-Spezia 1-2 (31′ Gondo [Sa], 45+1′ Mora [Sp], 90+1′ Nzola [Sp])
    Livorno-Empoli 0-2 (45′ Antonelli, 52′ La Mantia)
    Ascoli-Benevento 2-4 (26′ Sau, 33′ Barba, 45′ Insigne, 49′ Morosini [A], 87′ Moncini, 90+2′ Trotta)
    Trapani-Crotone 2-0 (54′ Taugourdeau, 58′ Dalmonte)
    Cremonese-Pordenone 2-2 (15′ rig. Tremolada [P], 17′, 57′ Gaetano [C], 48′ Burrai [P])
    Venezia-Perugia 3-1 (42’rig., 52′ Aramu, 65′ Capello, 69′ Sgarbi [P])
    Cosenza-Juve Stabia 3-1 (17′ Sciaudone [C], 22′, 74′ Riviere [C], 31′ Tonucci [J] )
    Entella-Cittadella 2-3 (3′, 22′ Panico [C], 5′ aut. Rizzo [E], 45+4′ M. De Luca [E], 88′ Stanco [C])

    La classifica

    Benevento 86
    Crotone 68
    Spezia 61*
    Pordenone 58*
    Cittadella 58*
    Chievo 56*
    Empoli 54*
    Frosinone 54*
    Pisa 54
    Salernitana 52
    Venezia 50
    Cremonese 49
    Entella 48
    Ascoli 46
    Cosenza 46
    Pescara 45**
    Perugia 45**
    Trapani 44
    Juve Stabia 41
    Livorno 21

    *playoff
    **playout

  • Serie B: turno favorevole alla Salernitana

    Termina la 34esima giornata di Serie B. Dopo la vittoria per 2-1 del Cosenza nell’anticipo delle 18.45 contro il Perugia. In zona salvezza arriva anche l’importante vittoria del Trapani sul Benevento già campione. La Juve Stabia strappa un punto al Frosinone andando in vantaggio per due volte. Crotone e Spezia vincono ancora, questa volta rispettivamente contro Pordenone e Livorno. Terza vittoria consecutiva dell’Ascoli che batte l’Empoli. Torna alla vittoria anche la Salernitana che strapazza 4-1 il Cittadella. Pisa fermato invece all’ultimo respiro dall’Entella sull’1-1. Nel finale la Cremonese batte il Chievo 1-0. Solo un pari tra Venezia e Pescara che terminano entrambe in dieci. Lotta salvezza e promozione sempre più serrate, con il Crotone sempre a più cinque dal terzo posto ed il Perugia che scende in zona playout.

    Cosenza-Perugia 2-1 (12′ Bruccini, 74′ Baez, 78′ Falcinelli)
    Cremonese-Chievo 1-0 (90′ Mogos)
    Entella-Pisa 1-1 (9′ Vido, 94′ Pellizzer)
    Salernitana-Cittadella 4-1 (14′ Gondo, 32′ Lombardi, 37′ Gargiulo, 62′ Lombardi, 85′ Kiyine)
    Livorno-Spezia 0-1 (49′ Mastinu)
    Frosinone-Juve Stabia 2-2 (4′ Mallamo, 10′ Brighenti, 57′ Forte, 75′ Dionisi)
    Ascoli-Empoli 1-0 (20′ Eramo)
    Trapani-Benevento 2-0 (35′ Pagliarulo, 73′ Coulibaly)
    Crotone-Pordenone 1-0 (45′ Simy)
    Venezia-Pescara 1-0 (48′ Firenze)

    La classifica

    Benevento 77
    Crotone 61
    Spezia 56
    Pordenone 55
    Cittadella 52
    Frosinone 52
    Salernitana 50
    Empoli 48
    Chievo 47
    Pisa 47
    Entella 44
    Cremonese 43
    Ascoli 42
    Pescara 41
    Venezia 41
    Perugia 41
    Juve Stabia 38
    Trapani 35
    Cosenza 34
    Livorno 21

    (Fonte: seriebnews.it)

  • Lombardi: “Penso solo alla Salernitana”

    La Salernitana vince e convince. A fine gara ai microfoni di DAZN c’è uno dei protagonisti aassoluti della gara, Cristiano Lombardi:

    Cosa è cambiato rispetto ad Ascoli? “Non penso che sia cambiato nulla, siamo una squadra che ci crede e sicuramente la sconfitta di Ascoli non ci rispecchiava soprattutto per come era maturata. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, importantissima per noi perché non ci nascondiamo: vogliamo ottenere i playoff perché vogliamo giocarci qualcosa di grande. La vittoria di oggi era fondamentale”.

    Sul gol in rovesciata: “Quando ho visto l’errore tra difensore e portiere ho detto: <>. È andata bene, sono stato contento più che altro perché venivo da una squalifica su una mia reazione. Sono cose che non si dovrebbero fare, ero molto dispiaciuto perché avevo lasciato la squadra senza il mio aiuto. Oggi volevo rifarmi e sono contento”.

    Sulla doppietta e la dedica: “La dedico a tutte le persone che hanno sofferto in questo brutto periodo del lockdown e ad una mia amica, Carlottina, che ha avuto una perdita e sto con lei”.

    Sul rapporto con Cicerelli: Con Cice quando giochiamo insieme ci divertiamo, ci troviamo molto bene, siamo due giocatori simili ma ci piace giocare sia dalla stessa parte che su corsie opposte. Abbiamo parlato del rigore, penso che lo riproporremo come uno schema (ride, ndr)”.

    “Per il futuro ci sarà tempo, non so quando aprirà il mercato. Sono focalizzato al massimo con la Salernitana perché come ho detto a febbraio, voglio giocarmi qualcosa d’importante qui. Questa piazza mi ha dato tanto, la mia carriera è andata un po’ in discesa e la città e i tifosi mi hanno dato tanto. La società ha creduto tanto in me e vorrei ripagarli”.

    (riproduzione  di Francesco Fiorillo di Salerno Granata)

     

  • A fine primo tempo Di Tacchio a DAZN: “Non dobbiamo abbassare la guardia”

    A fine primo tempo, la Salernitana è in vantaggio sul Cittadella per 2-1 e più volte ha sfiorato il terzo gol. Intervistato da Francesco Puma di DAZN Francesco Di Tacchio analizza la prima frazione di gara: “Siamo stati bavi a sfruttare questa occasione; la partita è ancora lunga e non dobbiamo abbassare la guardia perchè il Cittadella è un avversario tosto”

  • Salernitana – Cittadella: le formazioni ufficiali

    SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Heurtaux; Cicerelli, Akpa Akpro, Di Tacchio, Curcio; Lombardi, Maistro; Gondo. A disposizione: Vannucchi, Billong, Lopez, Dziczek, Capezzi, Djuric, Karo, Cicerelli, Kiyine, Galeotafiore, Jaroszynski, Giannetti. Allenatore: Ventura

    CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Mora, Frare, Camigliano, Rizzo; Vita, Pavan, Gargiulo; Panico; De Marchi, Diaw. A disposizione: Maniero, Benedetti, Iori, Adroni, Branca, D’Urso, Rosafio, Stanco, Proia, Ventola, Luppi. Allenatore: Venturato

  • Venturato convoca 22 calciatori

    Non ci saranno Ghiringhelli, Perticone Bussaglia, mister Venturato convoca 22 giocatori:

    PORTIERI
    PALEARI Alberto
    22 MANIERO Luca

    DIFENSORI
    2 MORA Christian
    3 BENEDETTI Amedeo
    5 ADORNI Davide
    6 CAMIGLIANO Agostino
    13 RIZZO Alberto
    15 FRARE Domenico
    25 VENTOLA Christian

    CENTROCAMPISTI
    IORI Manuel
    8 PROIA Federico
    10 D’URSO Christian
    16 VITA Alessio
    17 ROSAFIO Marco
    20 GARGIULO Mario
    23 BRANCA Simone
    26 PAVAN Nicola

    ATTACCANTI
    PANICO Giuseppe
    9 DIAW Davide
    14 LUPPI Davide
    19 DE MARCHI Michael
    30 STANCO Francesco

  • Ventura ne convoca 24: fuori Mantovani e Cerci

    Sono 24 i convocati di Gian Piero Ventura per il match contro il Cittadella. Non ci saranno Jallow che deve scontare un altro turno di squalifica, Cerci e Mantovani per in fortunio.

    PORTIERI: Micai, Lazzari, Vannucchi;

    DIFENSORI: Aya, Billong, Curcio, Galeotafiore, Heurtaux, Jaroszynski, Karo, Lopez, Migliorini;

    CENTROCAMPISTI: Akpa Akpro, Capezzi, Di Tacchio, Dziczek, Kiyine, Lombardi, Maistro;

    ATTACCANTI: Cicerelli, Djuric, Giannetti, Gondo, Iannone.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker