crotone

  • Salernitana, under nel mirino e per Stoian arriva un assist dalla Lazio.

    La Lazio gira l’esterno Lombardi al Venezia e chissà che l’arrivo in Laguna dell’ex Benevento non spinga Stoian verso Salerno. Il Venezia era sulle tracce del calciatore del Crotone, molto stimato da Zenga, ma l’arrivo di Lombardi potrebbe anche sottintendere la rinuncia al rumeno che la Salernitana sta corteggiando da diversi giorni, forte anche della volontà del calciatore di lasciare Crotone. Avendo la lista over piena, però, il club granata prova a rimpolpare la batteria di under. Nel mirino il centrocampista del Pisa, Zammarini, e l’esterno offensivo del Piacenza, Di Molfetta. Piace anche il romanista Marcucci (’99). La prossima settimana si discuterà col Verona di Casasola, mentre per Jallow resta aperto il discorso col Chievo per un eventuale riscatto anticipato. I due club, però, non si sono ancora incontrati. La Salernitana deve piazzare Signorelli e Bellomo e valuta il futuro di Vitale, la cui partenza, però, imporrebbe un doppio innesto sulla corsia sinistra. Piace il giovane Touba, offerto lo svincolato Dramè. Bloccate, per ora, le cessioni di Palumbo ed Odjer.

  • Panchine di B: “a volte ritornano”; a Padova Bisoli per Foscarini e a Crotone Stroppa per Oddo

    Il Padova ha deciso di esonerare Claudio Foscarini a favore del ritorno di Pierpaolo Bisoli dopo ben cinque sconfitte consecutive. A Crotone invece Oddo rassegna le dimissioni dopo un disastroso bottino ovvero due punti in sette partite. La società pitagorica ha deciso di richiamare Giovanni Stroppa.

    Questo il comunicato del Crotone:

    “Il Football Club Crotone comunica che, nella giornata odierna, Massimo Oddo ha presentato le proprie dimissioni da allenatore della Prima squadra. La panchina è stata nuovamente affidata al tecnico Giovanni Stroppa, che nelle prossime ore raggiungerà la squadra. Nel ringraziare mister Oddo per l’impegno profuso, la Società gli augura un caloroso in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera”.

    Il tweet del calcio Padova:

     

  • Serie B: vincono tutte le prime della classe; Palermo in testa, tripletta di Pazzini per il Verona

    Nel 18° turno di Serie B vincono tutte le prime della classe. Alle 19, il pescara grazie a Brugman supera il Venezia, 2-0 del Palermo sull’Ascoli e rosanero dinuovo in vetta. Anche lo Spezia stende il Crotone 3-0 e il Perugia che batte il Foggia. Fa meglio il Verona nel derby veneto: 4-0 al Cittadella. Il Benevento soffre ma passa di misura a Padova: 1-0.
    CROTONE-SPEZIA 0-3
    Dopo due pareggi, lo Spezia torna a vincere a Crotone. La squadra di Marino passa al 12’ dopo una bell’azione corale: palla di Bartolomei, velo di Gyasi e destro nell’angolo basso di De Francesco. Al 78’ raddoppia Pierini grazie a un sinistro chirurgico. Sempre Pierini supera Cordaz e firma lo 0-3 finale. Continua la crisi dei calabresi: un solo punto nelle ultime sei partite.
    Il tabellino (primo tempo 0-1)

    Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Vaisanen, Sampirisi; Martella (46′ Firenze), Molina, Barberis (73′ Stoian), Zanellato, Valietti; Simy (64′ Nalini), Budimir. All. Oddo.

    Spezia (4-3-3): Lamanna; De Col, Terzi, Capradossi, Crivello; Bartolomei, Ricci, De Francesco (73′ Mora); Vignali, Gyasi (89′ Gudjohnsen), Bidaoui (58′ Pierini). All. Marino.

    Arbitro: Marini di Roma
    Marcatori: 12′ De Francesco, 78′, 89′ Pierini
    Ammoniti: 57′ Vignali (S), 63′ Crivello (S), 70′ Molina (C), 81′ Golemic (C)


    PADOVA-BENEVENTO 0-1
    Il Benevento affronta il fanalino di coda Padova, ma fatica a passare in vantaggio. La gara si sblocca, infatti, solo al 78’, grazie al gol di Improta, servito da Ricci. I campani ritrovano la vittoria che mancava da un mese e rimangono sul treno playoff.
    Il tabellino (primo tempo 0-0)

    Padova (3-5-2): Merelli; Cappelletti, Capelli, Ceccaroni; Mazzocco (85′ Chinellato), Broh, Pulzetti, Serena (39′ Pinzi), Contessa; Bonazzoli (77′ Marcandella), Capello. All. Foscarini.

    Benevento (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Bandinelli, Improta; Buonaiuto (60′ Ricci), Coda. All. Bucchi.

    Arbitro: Ros di Pordenone
    Marcatori: 79′ Improta
    Ammoniti: 21′ Di Chiara (B), 46′ Letizia (B), 48′ Del Pinto (B), 58′ Volta (B), 84′ Contessa (P)


    PALERMO-ASCOLI 3-0
    La capolista Palermo si riprende la vetta solitaria. Siciliani avanti grazie a un regalo di Perucchini: al 26’ un’incredibile autorete del portiere dell’Ascoli dà il vantaggio ai rosanero. Nella ripresa, Ninkovic sfiora il pari su punizione, ma subito dopo Chochev raddoppia, prima che Szyminski chiuda i conti. Il Palermo sale a quota 34 punti e si riporta in cima alla classifica di B.
    Il tabellino (primo tempo 1-0)
    Palermo (4-3-2-1): Brignoli, Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Aleesami (65′ Szyminski), Haas (73′ Murawski), Jajalo, Chochev (83′ Fiordilino), Falletti, Trajkovski, Moreo.  All. Stellone.

    Ascoli (4-3-1-2): Perucchini, Laverone (78′ Kupisz), Brosco, Valentini, D’Elia (65′ Addae), Frattesi, Troiano, Cavion, Ninkovic, Beretta, Rosseti (75′ Ngombo). All. Vivarini.

    Arbitro: Piscopo di Imperia.
    Marcatori: 27′ aut. Perucchini, 74′ Chochev, 87′ Szyminski
    Ammoniti: 58′ Jajalo (P), 68′ Addae (A)

    PERUGIA-FOGGIA 3-0
    Ci pensa Christian Kouan a trascinare il Perugia contro la penultima della classe. Al 13’ Verre lo serve in profondità e da centro area la mezzala ivoriana trafigge Bizzarri con un destro sul primo palo. Sempre lui raddoppia, poi, con un diagonale preciso al 27’. Il 3-0 lo realizza Luca Vido nel recupero del secondo tempo. Foggia steso e Perugia che torna alla vittoria dopo tre pareggi consecutivi.
    Il tabellino (primo tempo 2-0)

    Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Mazzocchi, Gyomber, El Yamiq, Falasco, Kouan, Bianco, Kingsley, Verre (89′ Mustacchio), Han (68′ Cremonesi), Melchiorri (42′ Vido). All. Nesta.

    Foggia (3-5-2): Bizzarri Tonucci, Loiacono, Ranieri, Zambelli, Cicerelli (57′ Chiaretti), Busellato, Agnelli, Rubin (74′ Kragl), Gori (68′ Mazzeo), Galano. All. Padalino.

    Arbitro: Abbattista di Molfetta.
    ​Marcatori: 13′ Kouan, 28′ Kouan, 90+4′ Vido
    Ammoniti: 19′ Verre (P), 50′ Gyomber (P), 63′ Chiaretti (F), 73′ Agnelli (F), 84′ Kragl (F), 84′ Mazzocchi (P).

    VERONA-CITTADELLA 4-0
    Il derby veneto è dell’Hellas e porta la firma di Giampaolo Pazzini. L’ex Inter e Milan sblocca il march dopo 10’: sugli sviluppi di un angolo di Gustafson, trafigge Paleari da pochi passi. Poco dopo il bomber raddoppia grazie a un tap-in da centro area e nel finale arriva anche la tripletta. Il sigillo definitivo è di Tupta: 4-0. Passi avanti in zona playoff per il Verona, che aggancia Pescara e Lecce a quota 29 punti, in terza posizione.
    Il tabellino (primo tempo 2-0)

    Hellas Verona (4-3-3): Silvestri; Almici, Bianchetti, Caracciolo, Balkovec; Zaccagni, Colombatto (81′ Henderson), Gustafson; Matos, Pazzini (87′ Tupta), Lee (73′ Kumbulla). All. Grosso.

    Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Cancellotti, Adorni, Carmigliano, Ghiringhelli (80′ Bussaglia); Maniero (69′ Malcore), Pasa, Branca; Panico, Schenetti, Strizzolo (63′ Finotto). All. Venturato.

    Arbitro: sig. Sacchi di Macerata
    Marcatori: 10′ Pazzini, 32′ Pazzini, 82′ Pazzini rig., 90′ Tupta
    Ammoniti: 24′ Ghiringhelli (C), 88′ Schenetti (C)

    fonte: lagazzettadellosport.it
  • Serie B: il Benevento cala il tris e supera il Crotone

    Nel posticipo che chiude la diciassettesima di campionato, il Benevento al Vigorito non fa sconti e cala il tris nei confronti del Crotone di Oddo. Il risultato si sblocca al 9′ con Insigne che su passaggio di Letizia, irrompe in area e di sinistro supera Cordaz. Lo stesso calciatore fratello del più famoso Lorenzo, al 58′ si procura un calcio di rigore su atterramento di Sampirisi. Sul discheto va il solito Coda che non sbaglia. Gran gol verso la fine della gara di Buonaiuto che in dribbling supera due avversari, fa partire un missile terra-aria dai 25 metri dove l’estermo difensore calabrese non può nulla. La partita finisce 3-0 con le streghe in zona Playoff e con Oddo che non riesce a trovare la quadratura e colleziona la quinta sconfitta in sei partite e con solo +1 dalla zona retrocessione.

    Il tabellino
    Benevento (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Buonaiuto (86′ Sanogo), Improta; Insigne (73′ Ricci), Coda (78′ Asencio). All.: Bucchi

    Crotone (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Sampirisi, Golemic, Martella; Rohden (45′ Aristoteles (63′ Simy)), Zanellato, Barberis; Stoian (45′ Nalini), Budimir, Firenze. All.: Oddo

    Arbitro: Giua di Olbia
    Marcatori: 9′ Insigne (B), 58 rig. Coda (B), 82′ Buonaiuto (B)
    Ammoniti: 21′ Zanellato (C), 44′ Stoian (C), 52′ Martella (C), 72′ Golemic (C), 89′ Montipò (B)

  • Serie B: pareggiano Cosenza – Benevento (0-0) e Crotone – Venezia (1-1)

    Finisce a reti inviolate Cosenza-Benevento, partita della 16ª giornata di Serie B che doveva giocarsi sabato alle 18 ma che per l’impraticabilità del campo del San Vito-Marulla è stata rinviata a oggi. Nel pomeriggio, oltre la sconfitta della Salernitana, pareggio per 1-1 tra Crotone e Venezia.

    COSENZA-BENEVENTO 0-0
    Un San Vito-Marulla rovinato ma praticabile rispetto a ieri. Cosenza e Benevento danno vita ad una partita vivace e ricca di occasioni ma termna 0-0. La prima al 17’ sulla testa del difensore rossoblu Dermaku, che costringe Montipò a respingere il pallone sulla traversa. Ancora Cosenza al 36’ con il destro al volo largo di Tutino. Espulso mister Braglia per proteste, il Benevento si fa vivo prima con Di Chiara che non inquadra la porta con il suo sinistro e poi al 62′ con il palo colpito da Buonaiuto (palla deviata da Idda). Il Cosenza vicinissimo al gol al 66′ con cross di Mungo per D’Orazio che supera Montipò ma è Anei, quasi sulla linea che riesce a liberare.

    Il tabellino

    Cosenza (3-5-2): Perina; Idda, Dermaku, Legittimo; Corsi, Mungo (80′ Garritano), Palmiero Bruccini, D’Orazio (77′ Baez); Tutino, Baclet (66′ Maniero). All. Braglia.

    Benevento (3-5-2): Montipò; Antei, Billong, Di Chiara; Letizia, Bonaiuto (82′ Del Pinto), Tello, Bandinelli, Improta; Coda, Asencio (59′ Ricci). All. Bucchi.

    Arbitro: Pillitteri di Palermo

    Ammoniti: 20′ D’Orazio (C), 22′ Antei (B), 45′ Bandinelli (B), 66′ Bonaiuto (B)

    CROTONE-VENEZIA 1-1
    Oddo manca ancora l’appuntamento al primo successo da quando siede sulla panchina del Crotone. I calabresi si rendono pericolosi al 16’ con il palo colpito da Budimir sugli sviluppi di un calcio di punizione. Al 31’ i lagunari suerano cordaz con un colpo di testa del difensore Modolo. Sfortunati i calabresi, che prima dell’intervallo colgono la traversa con Golemic, ma nel secondo tempo riescono a raggiungere l’1-1 con rigore di Budimir.

    Il tabellino

    Crotone (3-5-2): Cordaz; Vaisanen, Golemic (46’ Stoian), Sampirisi; Faraoni, Zanellato, Barberis, Molina (87’ Rohden), Martella; Budimir, Spinelli (46’ Nalini). All. Oddo.

    Venezia (4-3-1-2): Vicario; Zampano, Andelkovic, Modolo, Bruscagin; Falzerano, Schiavone, Pinato; Cernuto (67’ Marsura); Citro (75’ Geijo), Di Mariano (85’ St. Clair). All. Zenga.

    Arbitro: Aleandro Di Paolo di Avezzano
    Marcatori: 31’ Modolo (V), 58’ Budimir rig. (C)
    Ammoniti: 13’ Pinato (V), 42’ Golemic (C), 56’ Schiavone (V), 62’ Molina (C), 62’ Nalini (C), 82’ Vaisanen (C), 90’+5′ Modolo (V)

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

  • Il Benevento si aggiudica la sfida di B di Coppa Italia contro il Cittadella

    Turno di qualificazione agli ottavi di Coppa Itala dove ad attendere le vincenti ci saranno le “teste di serie” Milan, Napoli, Lazio, Inter, Fiorentina, Roma, Juventus e Atalanta. Le gare odierne hanno decretato ile prime tre partite deli ottavi ovvero, Inter – Benevento; Juventus – Bologna e Milan – Sampdoria
    BENEVENTO-CITTADELLA 1-0
    Sarà il Benevento a sfidare l’Inter a San Siro negli ottavi di finale di Coppa Italia, in programma a metà gennaio. La prima partita del quarto turno si è conclusa con la vittoria dei giallorossi per 1-0 sul Cittadella, con gol di Bandinelli al 77′. La sfida di B è stata molto equilibrata. Due le occasioni importanti; al 54′ Maniero para il tiro ravvicinato di Ricci ed al 77′ la rete di Bandinelli che finalizza con un tocco di piatto, l’assist di Asencio.

    Il tabellino

    Benevento (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Sparandeo; Gyamfi, Tello, Nocerino (62′ Volpicelli), Buonaiuto, Cuccurullo (57′ Bandinelli); Ricci, Coda (72′ Asencio). All.: Bucchi

    Cittadella (4-3-1-2): Maniero I; Cancellotti, Frare (57′ Bussaglia), Camigliano, Ghiringhelli (57′ Dalla Bernardina); Settembrini, Pasa, Maniero II; Siega; Scappini (72′ Malcore), Strizzolo. All.: Venturato

    Arbitro: Di Martino di Teramo
    Marcatore: 77′ Bandinelli (B)
    Ammoniti: 66′ Volta (B), 78′ Pasa (C), 85′ Volpicelli (B)

    BOLOGNA-CROTONE 3-0 
    La partita si potrebbe riassumere dicendo he Orsolini ha battuto il Crotone 3-0. Due le sue reti ed un ssist. che coronano la sua prestazione. Ad inizio gara il Bologna si rende pericoloso con Falcinelli e Santander ed il callabresi con Zanellato. Al 40′ inizia lo show dell’ex atalantino che sbllcca il match con un sinisto da posizione defilata. Al 57′ serve l’assist per la rete dell’ex di turno Falcinelli. Poi colpisce una traversa ed al 67′ cala il tris bolognese con una conclusione a giro deviata dall’avversario in modo leggero ma che serve per battere Cordaz. Per i rossoblu ora c’è la Juventus all’Allianz Stadium.

    Il tabellino

    Bologna (3-5-2): Da Costa; Gonzalez, Calabresi, Helander; Mbaye, Poli, Nagy, Orsolini (dal 23′ s.t. Dzemaili), Dijks; Santander (dal 1′ s.t. Palacio), Falcinelli (dal 30′ s.t. Okwonkwo). All. Inzaghi.

    Crotone (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Golemic, Marchizza (dal 4′ s.t. Curado), Martella; Rohden, Aristoteles (dall’11’ s.t. Tripicchio), Zanellato; Barberis, Firenze, Simy (dal 21′ s.t. Budimir). All. Oddo.

    Arbitro: Sacchi di Macerata
    Marcatori: 40′ p.t. Orsolini (B), 11′ s.t. Falcinelli, 22′ s.t. Orsolini (B)
    Assist: 11′ s.t. Orsolini (B), 22′ s.t. Palacio (B)
    Ammoniti: 17′ p.t. Sampirisi (C), 42′ p.t. Zanellato (C), 10′ s.t. Curado (C)

    SAMPDORIA – SPAL 2-1
    Ancora un 2-1 in rimonta, come in campionato due mesi fa, e la Sampdoria batte nuovamente la Spal. Decisivo l’errore dell’estremo difensore ferrarese Milinkovic-Savic che a pochi minuti dalla fine, legge male l’uscita su Kownacki che con un colpo di testa, su cross di Saponara, lo supera e porta, all’85’ la Samp sul definitivo 2-1
    La Spal era andata in vantaggio nel primo tempo, con un gran gol di Floccari. Nel minuto di recuper prima della fine del primo tempo, la ripartenza velocissima innescata da Saponara, coninuata da Jankto e chiusa a rete da Defrel, riporta il risultato in parità. La rete nel finale di gara dell’attaccante polacco della Sampdoria, taglia le gambe alla Spal ch non riesce più a reagire.


    Il tabellino

    SAMPDORIA (4-3-1-2): Rafael 6; Bereszynski 6, Ferrari 6, Colley 5,5, Sala 5,5, Praet 5,5, Vieira 6 (dal 39′ s.t. Linetty s.v.), Jankto 5; Saponara 5,5 (dal 43′ s.t. Caprari s.v.); Defrel 6,5, Kownacki 6,5. A disposizione: Belec, Andersen, Ekdal, Ramirez, Leverbe, Tavares, Quagliarella. Allenatore: Giampaolo.

    SPAL (4-4-2): Milinkovic-Savic 5,5; Cionek 5,5, Bonifazi 6, Djourou 5, Costa 6; Dickmann 6,5, Valoti 6 (dal 26′ s.t. Kurtic 5,5), Valdifiori 5,5 (dal 42′ s.t. Viviani s.v.), Everton 6; Paloschi 5,5, Floccari 6,5 (dal 33′ s.t. Moncini s.v.). A disposizione: Gomis, Poluzzi, Antenucci, Vicari, Felipe, Petagna, Nikolic, Fares. Allenatore: Semplici.

    Arbitro Di Paolo di Avezzano. Assistenti: Raspollini di Livorno e Scarpa di Reggio Emilia. Quarto ufficiale: Piscopo di Imperia.
    Marcatori: p.t. 35′ Floccari, 45’+1′ Defrel; s.t. 37′ Kownacki.
    Ammonito: all’11’ s.t. Cionek

  • Torna la Coppa Italia con la sfida di B Benevento – Cittadella

    Terminato il quattordicesimo turno di campionato con il pareggio tra Foggia e Venezia, torna la Coppa Italia che, vedrà protagoniste tre squadre del campionato cadetto che proveranno a raggiungere gli ottavi. Una su tre li raggiungerà sicuramente visto che ci sarà lo scontro diretto tra Benevento e Cittadella; chi vince affronterà l’Inter nel prossimo impegno. L’altra di B è il Crotone che se la vedrà con il Bologna e cercare di staccare il biglietto direzioneTorino per affrontare la Juventus. Si parte alle 15 al Vigorito dove ci sarà il match tra campani e veneti. Le due squadre hanno già sconfitto due squadre di A (le streghe hanno battuto il Monopoli e l’Udinese mentre i granata hanno avuto la meglio sull’Imolese e sull’Empoli). Alle 18 al Dall’Ara il Crotone proverà l’impresa contro la squadra di Pippo Inzaghi dopo aver eliminato Giana Erminio e Livorno. Alle 20.45 è la volta di Sampdoria – Spal. Domani la seconda gornata con, alle ore 15 Novara – Pisa, alle ore 18.00 Sassuolo  – Catania e alle 20.45 Chievo Verona – Cagliari. L’ultima giornata si giocherà giovedi 6 dicembre con le partite Genoa – Virtus Entella, alle 18.00 e Torino – Sud Tirol alle 20.45.

  • Serie B: l’Ascoli vince e balza in zona Playoff, bene la Cremonese e il Cosenza; crisi Crotone

    L’Ascoli supera di slancio lo Spezia e si porta in zona Playoff. Il Cosenza ribalta il risultato e nel recupero riesce a superare il Pafdova mentre il Cortone incappa nella terza sconfitta consecutiva, questa volta ad opera della Cremonese.
    ASCOLI-SPEZIA 3-1
    Palla al centro, inizia il match ed al primo minuto Ardemagni lo sblocca subio intercettando il tiro di Ninkovic e mettendo la palla nel sacco. Lo Spezia prova a rimettersi in corsa ma la prima frazione di gara termina con il risultato invariato. Nella ripresa, al 46′, lla palla arriva a Cavion il cui tiro finisce all’incrocio e porta i bianconeri sul 2-0. Espulsione di Ninkovic e la squadra di Vivarini resta in 10; lo Spezia ne approfitta e al 55’ Okereke accorcia le distanze, scavalcando Lanni con un tocco sotto. A questo punto i bianconeri liguri provano il tutto per tutto ma in contropiede, al 93′ prendono il terzo gol ad opera di Padella in contropiede.
    Il tabellino

    Ascoli (4-3-1-2): Lanni, De Santis, Valentini, Brosco, Laverone (59′ Kupisz), Addae, Troiano, CavionNinkovicArdemagni (86′ Rosseti), Ngombo (59′ Padella). All. Vivarini.

    Spezia (4-3-3): Lamanna, Vignali, GianiCapradossi, Augello, Bartolomei, (74′ Pierini), Ricci, Mora (85′ De Francesco), Gyasi (85′ Gudjohnsen), Okereke, Bidaoui. All.Marino.

    Arbitro: Illuzzi
    Marcatori: 1′ Ardemagni (A), 46′ Cavion (A), 55′ Okereke (S), 93′ Padella (A)
    Ammoniti: 48′ Ninkovic (A), 56′ Okereke (S), 91′ Rosseti (A), 92′ Lanni (A), 94′ Padella (A)
    Espulsi: 49′ Ninkovic (A), 68′ Bidaoui (S)

    COSENZA-PADOVA 2-1
    Partita fondamentale in coda tra il i calabresi ed i biancoscudati che al 27′ vanno in vantaggio grazie alla realizzazione del calcio di rigore da parte di Bonazzoli per fallo di Legittimo. Lo stesso terzino spreca la palla del raddoppio tirando sul portiere. Nel secondo tempo al 14′ minuto c’è la svolta; rosso per Mazzocco, calcio di rigore per il Cosenza che Baclet realizza. La partita si avvia sul risultato di parità ma nel recupero Garritano con un colpo di testa regala la vittoria ai rossoblu che in classifica superano proprio il Padova ed escono dalla zona Palyout.
    Il tabellino

    Cosenza (4-2-3-1): Perina; Corsi, Dermaku, Idda, Legittimo (53′ D’Orazio); Mungo (53′ Palmiero), Bruccini, Baez; Garritano; Tutino, Baclet (83′ Perez). All. Braglia.
    Padova (4-3-1-2): Perisan; Zambataro, Cappelletti, Capelli, Trevisan; Mazzocco, Pinzi, Belingheri; Pulzetti;Bonazzoli (85′ Minesso), Chinellato (75′ Guidone). All. Foscarini.

    Arbitro: Marini di Roma

    Marcatori: 27′ Bonazzoli (P), 59′ Baclet (C), 94′ Garritano (C)
    Ammoniti: 12′ Corsi (C), 26′ Legittimo (C), 39′ Cappelletti (P)
    Espulsi: 58′ Mazzocco (P)
    CREMONESE-CROTONE 1-0
    Una partita tesa e un pò nervosa quella dello ZIni. Infatti al 44′ il Crotone è in dieci per l’espulsione di Romero per doppia ammonizione. Questa situazione sarà fondamentale in negativo per i rossoblu che infatti al 73′ subiscono il gol da parte del neo entrato Boultam che con un destro da fuori area la mette dentro e condanna i calabresi alla terza sconfitta consecutiva.
    Il tabellino

    Cremonese: Ravaglia; Mogos, Claiton, Terranova, Migliore; Aini, Castagnetti (dal 28′ st Boultam), Croce (dal 15′ st Paulinho); Piccolo, Castrovilli; Brighenti (dal 41′ st Strefezza). All. Rastelli.

    Crotone: Cordaz; Curado, Vaisanen, Marchizza; Sampirisi, Molina, Barberis, Aristoteles, Faraoni (dal 25′ st Rohden); Budimir (dal 19′ st Stoian), Simy (dal 1′ st Firenze). All. Oddo.

    Arbitro: Nasca.

    Marcatori: 29′ st Boultam (Cre)
    Ammoniti: 15′ Romero (Cro), 41′ Claiton (Cre), 9′ st Vaisanen (Cro), 42′ st Castrovilli (Cre).
    Espulsi: 44′ Romero per doppia ammonizione (Cro).
  • Nel posticipo di B il derby calabrese va al Cosenza

    Ultima partita della tredicesima giornata di campionato di Serie B; il derby calabrese all’Ezio Scida tra Crotone e Cosenza viene vinto dalla squadra ospite grazie al gol di Idda. Equilibrata la gara nel primo tempo con poche azione degne di nota. Al 18’ è di Maniero la prima conclusione della partita con la palla che va alta sulla traversa. Al 21’ è Rohden che supera Perina con un tocco di punta ma Legittimo devia la palla fuori.  ALl 30’ è Budimir che di testa mette a lato. Al 36′ Martella, nel tentativo di controllare il pallone colpisce in pieno petto Baez, rosso diretto e Crotone in 10. Al 44′ Firenze tira ma la conclusione dal limite dell’area è fuori. Nel recupero Maniero colpisce con il gomito Cuardo e l’arbitro non ha dubbi nel concedergli il secondo giallo e l’automatica espulsione che ristabilisce la parità numerica.

    Nella ripresa, la prima azione è di Tutino che dal limite manda di poco al lato. Al 12’ conclusione di Budimir respinto di piede da Perina. Al 23’ ancora Firenze ci prova da fuori ma la palla è di poco al lato. Alla mezzora Baclet colpisce di testa e Cordaz compie un miracolo ma sulla ribattuta non può nulla sul tocco di Idda che sigla il gol che sancisce la vittoria del Cosenza.

    Il tabellino

    Crotone (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Vaisanen, Curado, Martella; Rohden, Barberis, Molina (78′ Simy); Stoian (46′ Marchizza), Budimir (69′ Spinelli), Firenze. All. Oddo.

    Cosenza (4-3-3): Perina; Corsi, Idda, Legittimo, D’Orazio (78′ Pascali); Mungo, Bruccini, Garritano (59’ Baclet); Baez (76’ Verna), Maniero, Tutino. All. Braglia.

    Arbitro: Aureliano di Bologna
    Marcatori: 75′ Idda
    Ammoniti: 31’ Idda (Co), 33’ D’Orazio (Co), 43’ Baez (Co), 45’ Maniero (Co), 66’ Vaisanen (Cr), 71’ Molina (Cr), 82’ Spinelli (Cr), 85’ Barberis (Cr)
    Espulsi: 36’ Martella (Cr), 47’ pt. Maniero (Co)

  • Allo Scida, Simy risponde a Bocalon; 1-1 a Crotone

    Allo Scida, nel posticipo della nona giornata di campionato, Crotone e Salernitana terminano in parità con un punto che non serve a nessuno ma muove la classifica. Il Crotone doveva vincere per rilanciarsi in campionato e così non è stato; la Salernitana aveva l’occasione di portarsi a -2 dalla vetta e l’ha sprecata.  AL 5’ ci prova subito Bocalon che sfrutta uno strano retropassaggio di Vaisanen ma di testa la mette alta sulla traversa. Al 25’ ci prova direttamente Di Tacchio da calcio d’angolo e Cordaz smanaccia sul fondo. Al 30’ Jallow in contropiede tira ma la mette alta. Al 42’ prima azione pericolosa del Crotone con Sampirisi che di testa mette alto su cross da calcio d’angolo. Nella ripresa al 50’ Bocalon sfrutta un rimpallo dentro l’area e mette alle spalle di Cordaz da posizione ravvicinata per il suo secondo gol in campionato. Anche in questa partita Micai ci mette la firma. Al 78’ l’ex Bari si inventa una parata incredibile su colpo di testa ravvicinato di Budimir. All’85’ dopo vari tentativi arriva il pareggio del Crotone ad opera di Simy Nwanko mettendo dentro di testa un assist del prezioso Martella. Micai respinge ma non riesce a metterla fuori.

    Il tabellino

    Marcatori: 50’Bocalon (S) 85’Simy (C)

    Crotone (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Vaisanen, Sampirisi, Martella; Rohden, Barberis, Molina (58’Crociata); Firenze, Budimir, Stoian. In panchina:Festa, Figliuzzi, Curado, Cuomo, Golemic, Marchizza, Zanellato, Nanni, (72’Simy), Valietti, Aristoteles. Allenatore: Stroppa.

    Salernitana (3-5-2): Micai; Mantovani, Migliorini, Gigliotti; Casasola, Odjer (58’Castiglia), Di Tacchio, Mazzarani, Vitale; Jallow, Bocalon. In panchina: Vannucchi,  D.Anderson, Pucino, Bellomo, Palumbo, Di Gennaro, A.Anderson, Djuric, Orlando, Vuletich, Lazzari. Allenatore: Colantuono

    Arbitro: Sig. Ros della sez. Pordenone
    Ammoniti:  (C)  Bocalon, Casasola (S). 
    Recuperi
    :  0′ p.t –  5′ s.t.

     

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker