gragucci

  • Per Mezzaroma cè ancora tanto da lavorare per “guarire dalla febbre”

    Per la prima in la stampa del Gregucci parte terza, il mister è stato accompagnato da Marco Mezzaroma. Lo ha voluto a ttti i costi sulla panchina granata e ci è riuscito il coopatron della Salernitana che più che un allenatore lo considera un amico. Il Presidente ha ribadito il suo ringraziamento a Colantuono per il lavoro svolto e per il uo gesto (le dimissioni) che non è affatto semplice  nel calcio di oggi. Ha poi continuato nel rimarcare ce Gregucci per lui è un amico visto che si conoscono da 20 anni, ma sottolinea che l’amicizia non centra nulla, la sceelta su Gregucci è staa voluta per le capacita personali e tecniche dell’ex secondo di Mancini. Ora ci saranno due partite e poi il mercato di gennaio: “ci metteremo seduti e faremo le nostre valutazioni. Da parte nostra non c’è mai stata mancanza di disponibilità”.  Non nasconde che alla Salernitana c’è da lavorare molto sull’attacco e ha paragonato la squadra ad una persona malata: “se prima avevamo 39 di febbre oggi è scesa a 37 e mezzo ma la febbre non è sparita”.

  • Padalino: “Con Colantuono più avvantaggiati; con Gregucci è un punto interrogativo”

    Il neo tecnico del Foggia, in conferenza stampa fa l’analisi della partita di domani a Salerno: “E’ stata una settimana che è volata, sembra che siano passati due giorni perché siamo stati abbastanza presi. Sarà una partita che ovviamente trova due squadre di fronte che hanno delle complicanze per alcuni versi simili come il cambio di allenatore e il poco tempo disponibile; immagino che Gregucci pur bravo, ma in due giorni fai ben poco. Io ho avuto un pò più di tempo quindi siamo un passo avanti. Stiamo bene fisicamente, i ragazzi sono stati disponibili nell’impegno e sono soddisfatto di come è trascorso” – queste le sue parole. Ha poi continuato sulla sua analisi tattica dicendo: “Abbiamo affrontato anche stamattina la situazione Salernitana che dal punto di vista tattico ci interessa relativamente perchè non so cosa cambiava se fosse rimasto Colantuono. Forse saremmo stati più agevolati per la conoscenza della partita mentre con Gregucci è tutto un punto interrogativo. L’ambiente è un pò pesantuccio e quindi sappiamo bene a cosa andiamo incontro. Impossibile sbagliare l’approccio a questa gara non solo perché di fronte abbiamo una Salernitana che è una squadra composta da buoni elementi, ma proprio per l’ambiente che ci aspetta. L’aspetto tecnico e tattico passa in secondo piano rispetto alla situazione ambientale che prevarrà su tutto”. Ha poi concluso: “Non ho stravolto, solo degli accorgimenti, ma per quanto riguarda il vestito che la squadra deve portare, resta lo stesso senza stravolgimenti; non abbiamo il tempo per provare delle alternative. Alla ripresa dopo le vacanze natalizie proveremo delle altre soluzioni”.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker