juve stabia

  • Serie B: Benenvento sempre più in A; esordio col botto per Pillon; Spezia seconda

    Dopo l’anticipo di ieri che ha visto il Cttadella espugnare l’Adriatico, oggi si sono giocate altre cinque partite del 24esimo turno di Serie B con ben 4 vittorie ed un pareggio e 19 gol segnati. La contemporane vittoria del benevento sul Pordenone, la sconfitta del Crotone a Castellammare e la vittoria dello Spezia, portano i liguri al secondo posto a 40 punti, superando proprio la coppia Crotone e Pordenone ferme a 37 e portano il distacco dei giallorossi a più 17 sulla seconda (57).

    BENEVENTO-PORDENONE 2-1

    Ottava rete per Nicolas Viola al 37′ del primo tempo e nel secondo tempo raddoppia Roberto Insigne al 60′ su assist dello stesso Viola. Siìolo nel finale , al 91′ il Pordenone si fa vivo con il gol dell’ex granata Bocalon ma è troppo tardi e i nerovedi icassano la terza sconfitta nelle ultime 5 partite. Per il Benevento 57 punti, miglior attacco con 41 gol, miglior difesa con 12 reti subite, 17 vittorie in campionato e una sola sconfitta e mezzo piede in Serie A.

    JUVE STABIA-CROTONE 3-2

    Partita viva a Castellammare con botta e risposta tra le due formazioni. Apre Forte al 14′ per i padroni di casa, pareggia Armenteros al 24′, poi ancora il Crotone con Benali al 34′ ma è Calò tre minuti dopo a rimettere in equilibrio la patita. Nel secondo tempo sembra tutto presgire che il match si chiuda sul pareggio ma l’ex Ascoli Addae al 90′ trova il gol vittoria e porta a Castellamare tre punti d’oro per la salvezza.

    LIVORNO-COSENZA 0-3

    Asencio show e il Cosenza vola a Livorno. L’ex Benevento al 30′ e al 32′ segna una doppietta con il secondo gol in rovesciata; una vera magia che lascia tutti senza parole meritando tanti applausi. Al 43′ Bruccini su assist di Sciaudone porta a tre le reti e già nel primo tempo chiude la gara. Esordio col botto per Pillon in panchina che si porta a +9 proprio sul Livorno sempre più fanalino di coda di questa Serie B. Da sottolineare l’espulsione di Agazzi al 71′.

    VENEZIA-ENTELLA 2-2

    Subito in gol su calcio di rigore il Venezia con Longo su calcio di rigore; sempre su rigore pareggia al 29′ De Luca. Nel secondo tempo è Aramu al 78′ a segnare la sua ottava rete stagionale e quando tutto sembrava portare alla vittoria i lagunari ci pensa, su assist di Sala, Matteo Mancosu al 92′ a riequilibrare il match. Nel momento in cui il fratello Marco segna alla SPAL portando il lecce alla vittoria, Matteo salva l’Entella dalla sconfitta.

    SPEZIA-ASCOLI 3-1

    Partita che inizia con una buona fase di studio da parte delle due formazioni; il prmo gol arriva al 30′ con Morosini (terzo centro in 5 partite) su cross di Andreoni che di testa insacca e soprende lo Spezia. Nel secondo tempo la partita si accende e al 55′ l’Ascoli perde Troiano per doppia ammonizione e al 66′ Mastinu pareggia sempre di testa su assist di Bartolomei. Ancora un assist di Bartolomei al 74′ mette in condizione Gyasi di segnare ancora di testa per il secondo gol spezzino che all’ 86′ trova il terzo gol con Nzola a tu per tu con Leali e sempre su assist di Bartolomei.

    LA CALSSIFICA

    Benevento 57, Spezia 40, Frosinone e Crotone 37, Salernitana, Cittadella e Pordenone 36, Entella 35, Perugia 33, Pescara e Juve Stabia 32, Chievo e Ascoli 31, Pisa ed Empoli 30, Venezia 28, Cosenza e Cremonese 23, Trapani 19, Livorno 14.

  • Il punto sulla B: Benevento sempre più prima; incredibile Provedel

    COSENZA-BENEVENTO 0-1

    Neanche il Cosenza riesce a frenare la marcia del benevento verso la Serie A.  Al “Marulla”, i giallorossi ottengono la sedicesima vittoria in questo campionato con un gran gol di Insigne al 33′ del primo tempo con un gran tiro a giro sul secondo palo. I rossoblu non riescono a riequilibrare il match neanche dopo l’espulsione al 54′ di Volta per fallo su Asencio, grazie anche alle belle parate di Montipò sui tentativi di Baez (5′) e due volte su Pierini (9′ e 47′).

    VIRTUS ENTELLA-PESCARA 2-0

    Torna al successo l’Entella dopo tre giornate di astinenza. Ci sono voluti due rigori trasformati da De Luca al 36’ del primo tempo e da Rodriguez al 51’. Nulla da fare per gli abbruzzesi che non riescono a recuperare e vanno fuori dai Playoff mentre i liguri si portano, con questo successo, a meno due dalla coppia di momentanee seconde Crotone e Frosinone.

    PISA-CHIEVO VERONA 1-1

    Pareggio senza lodi e senza inganni tra due squadre che restano ai limiti dei playut e playoff. Sono i veronesi ad andare per rpima in vantaggio all’8’ con Meggiorini, ma al 56’ ci pensa Lisi a rielquilibrare il match. I nerazzurri finiscono in 10 la partita per l’espulsione (doppio giallo) di Soddimo all’86’.

    ASCOLI-JUVE STABIA 2-2

    Poteva essere la notte dell’Ascoli ed invece a sorpresa la rimette in piedi all’ultimo respiro il portiere Provedel che sicuramente verrà ricordato nel tempo. La partita per i bianconeri si mette subito bene perchè, dopo 10 minuti Scamacca sfrutta la disattenzione della difesa delle vespe e batte a tu per tu Provedel. Nel secondo tempo Trotta per poconon raddoppia ma Provedel è provvidenziale. Distrazione di Feriga al 60′ che atterra Bifulco in area. Batte Forte e segna il rigore. Dieci minuti dopo segna Vitiello ma l’assistente di Pezzuto segnala il fuorigioco. All’82’ Brlek con uno spettacolare slalom passa a Ninkovic che la mette rasotera alle spalle del portiere stabiese. Tutto finito? Assolutamente no. Mentre l’Ascoli pregusta la vittoria finale al 95′ c’è l’ultimo assalto alla porta di Leali. Punizione, tutti in area, sale anche Provedel ed è proprio lui che la tocca e regala ai suoi un insperato pareggio.

    PORDENONE-LIVORNO 2-2

    Alla Dacia Arena di Udine, una grande prova di orgoglio del Livorno evita la sconfitta. A sbloccare la partita è Gavazzi, sul finire del primo tempo. Gli amaranto non si danno per vinti e pareggiano con Bogdan al 6′. Marras (che aveva batuo l’angolo sul gol di Bogdan) al 22′ ribalta il risultato a favore dei toscani mettendo in porta un cross di Braken ma si devono arrendere a sette minuti dalla fine quando Chiaretti, subentrato al 73′ a Tremolada, la mette dentro per il definitivo 2-2.

    VENEZIA-FROSINONE 0-1

    Colpo de Frosinone a Venezia grazie al primo gol in campionato di Rohden al 18′ e che regala ai ciociari la terza vittoria di fila. il Venezia ci prova a pareggiarla ma davvero solo la sfortuna non fa gioire i veneti che in casa non vincono da circa tre mesi. Prima Fiordilino e poi Zigoni colpiscono il palo e così continua la “maledizione del Penzo”

    CROTONE-CREMONESE 1-0

    E segna sempre lui. Decimo gol di Simy ed il Crotone torna a vincere ai danni di una Cremonese in piena zona Playout. Primo tempo senza emozioni, secondo tempo più vivace  con Molina che sfiora il gol ma è Ravanelli a salvare la sua porta. Un grande Cordaz al 20′ salva su Valzania ma poi al 42′ ci pensa Simy a mettere in porta un cross di Mustacchio.

    CITTADELLA-EMPOLI 1-2

    Gran colpo dell’Empoli che sbanca il Tombolato con due reti. E’ Mancuso al 6′ Mancuso che di testa blocca il match. La reazione del Cittadella è sterile ed anzi è Henderson ad avere la palla del raddoppio ma manda fuori incredibilmente. Ma al 38′ tiro al volo di Adorni da 25 metri e la palla va dentro per il momentaneo pareggio granata. Nella ripresa i padroni di casa prendono coraggio e solo un super Brignoli evita la capitolazione dei toscani per ben tre volte. Alla mezz’ora però l’Empoli torna in vantaggio con Bajrami. Triplice fischio e tre puti d’oro per l’Empoli.

  • Anticipo di Serie B: Ascoli raggiunto nel recupero

    Termina 2-2 l’anticipo della 23esima giornata al ‘Del Duca’ di Ascoli Piceno. Svanisce nel finale la vittoria per i padroni di casa che vincevano 2-1 fino al 95′. La rete decisiva del 2-2 arrivato nei minuti finali di recupero, arriva di testa dal portiere della Juve Stabia Provedel.

    PRIMO TEMPO

    La partita di Ascoli Piceno comincia, già dopo 10 minuti Scamacca porta avanti i padroni di casa: disattenzione collettiva della difesa della Juve Stabia, con la linea intenta ad alzarsi dopo una punizione che si perde il numero 9. Bianconeri negli spogliatoi in vantaggio.

    SECONDO TEMPO

    La prima occasione del secondo tempo è ancora sui piedi dell’Ascoli, in particolare di Trotta, che si vede deviare in angolo da Provedel un tiro potente. Al 60′ però Ferigra incappa in un errore e atterra Bifulco. Dal dischetto Forte buca Leali e fa 1-1. Al 24′ gli ospiti raddoppiano con Vitiello, ma l’arbitro annulla per offside. Un minuto dopo Provedel salva su un colpo di testa a botta sicura di Trotta. L’azione che decide la gara è però spettacolare: slalom in velocità di Brlek a servire Ninkovic, che rientra e insacca rasoterra. Tutto sembra finito, ma al 95′ è il classico portiere che sale su una punizione a cambiare le sorti della gara: colpo di testa di Provedel a insaccare, anticipando un non impeccabile Leali.

    ASCOLI-JUVE STABIA 2-2 (1-0)
    ASCOLI (4-3-1-2): Leali 6; Andreoni 6, Ferigra 5, Gravillon 6, Sernicola 6; Cavion 6, Petrucci 6, Padoin 6 (29′ st Ninkovic 7); Morosini 6 (37′ st Brlek 6.5); Trotta 6 (43′ st Troiano sv), Scamacca 7. In panchina: Marchegiani, Novi, Valentini, Eramo, Pinto, De Alcantara, Pinto, Covic. Allenatore: Stellone 6.5.

    JUVE STABIA (4-4-2): Provedel 7; Vitiello 6, Fazio 5.5, Allievi 6, Germoni 6; Bifulco 6.5 (37′ st Izco sv), Addae 6, Calo’ 6, Mallamo 6 (44′ st Di Mariano sv); Canotto 6 (32′ st Rossi sv), Forte 6.5. In panchina: Esposito, Polverino, Melara, Di Gennaro, Elia, Sartorio, Tonucci, Calvano. Allenatore: Caserta 6.

    ARBITRO: Pezzuto di Lecce 6.
    RETI: 10′ pt Scamacca, 17′ st Forte (rig), 37′ st Ninkovic, 50′ st Provedel.
    NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori: 5.927 (paganti 1.730, incasso 15.569 euro, abbonati 4.197, quota 33.181,80) per un incasso totale di 48.751 euro. Ammoniti: Allievi, Fazio, Bifulco, Gravillon, Morosini. Angoli 5-5 per l’Ascoli. Recupero pt 1; st 4.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker