lega b

  • Calciomercato: Viviano e Crisetig nel mirino della Reggina

    Per ora la Rreggina resta la grande protagonista del calciomercato di Serei B. Dopo il grande colpo Jeremy Menez, l a squadra di mister Domenico Toscano, sarebbe pronta a rinforzare la squadra con un numero uno di qualità da scegliere eventualmente tra il giovane portiere di proprietà dell’Atalanta Marco Carnesecchi e  la tentazione Emiliano Viviano, attualmente svincolato. Per i l centrocampo si fa viva l’ipotesi di poter tesserare lo svincolato calsse ’93 Lorenzo Crisetig, ex Inter, Bologna e Benevento.

  • Perugia – Pordenone: paura per Di Gregorio

    Momenti di paura ieri allo stadio “Renato Curi” nel match tra Perugia e Pordenone. Nei primi minuti della ripresa, il portiere ospite Michele Di Gregorio è stato coinvolto in uno scontro di gioco con l’attaccante Melchiorri ed è stato costretto ad abbandonare anzitempo il campo. Portato subito in ospedale per gli accertamenti del caso, sembrerebbe che non ci siano problemi gravi. E’ sata solo una forte botta, secondo le notizie di SerieBnews, che gli avrebbe provocato la rottura di un dente e in ospedale sono stati applicati dei punti sotto il mento.

  • Serie B: Crotone 3-0 al Benevento, Pisa vince con il Cittadella, vittoria esterno per il Pordenone

    Termina la 32esima giornata di Serie B. A Crotone la capolista e già promossa Benevento subisce la seconda sconfitta stagionale con Simy che segna una tripletta. Vitoria importante alla luce del secondo posto visto che il Cittadella è stato sconfitto nell’anticipo dal Pisa. Vittorie esterne per Pordenone, Ascoli ed Empoli. Trapani e Frosinone che nei minuti finali portano a casa i tre punti. Pari invece tra Entella e Chievo.

    Serie B, 32esima giornata

    Pisa-Cittadella 2-0 (36’Marconi, 84′ Marin)
    Cosenza-Ascoli 0-1 (62′ Scamacca)
    Cremonese-Pescara 1-0 (5′ Valzania)
    Crotone-Benevento 3-0 (14’Simy, 18′ Simy, 72′ Simy)
    Entella-Chievo 1-1 (26′ Mazzitelli, 62′ Rigione)
    Frosinone-Spezia 2-1 (14′ Salvi, 51′ Galabinov, 90′ Paganini)
    Perugia-Pordenone 1-2 (2′ Mazzocco, 6′ Falzerano, 40′ Ciurria)
    Salernitana-Juve Stabia 2-1 (23′ Akpro, 69′ Forte, 82′ Gondo)
    Trapani-Livorno 2-1 (84′ Murilo, 89′ Scognamillo, 91′ Dalmonte)
    Venezia-Empoli 0-2 (48′ Mancuso, 59′ Mancuso)

    La classifica

    Benevento 76
    Crotone 55
    Cittadella 52
    Pordenone 52
    Frosinone 51
    Spezia 50
    Salernitana 47
    Chievo 46

    Pisa 46
    Empoli 45
    Entella 42
    Perugia 40
    Venezia 39
    Pescara 39
    Cremonese 37
    Ascoli 36

    Juve Stabia 36
    Trapani 32
    Cosenza 31
    Livorno 21

     

  • Gondo: “Dopo l’espulsione ci siamo caricati sacrificandoci uno ad uno”

    Gondo, eroe della gara che regala i tre punti alla Salernitana, parla ai microfoni di DAZN a fine gara: ”Abbiamo dimostrato di non mollare anche in nove. Dobbiamo continuare così fino alla fine del campionato. Quando il mister ha tolto Jallow ho pensato che c’era da pedalare molto, ma ci siamo caricati tra di noi dopo l’espulsione sacrificandoci uno ad uno per novanta minuti. Andiamo ad Ascoli con la convinzione di poter fare bene.”

  • Salernitana – Juve Stabia 2-1, finalmente i tre punti

    La salernitana, finalmente conquista i tre punti grazie ad una prova eroica e alla grande gara giocata da Akpa Akpro e Gondo. Finisce 2-1 con reti di Akpa Akpro, Forte e Gondo. Queste le formazioni che scendono in campo:

    SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Akpa Akpro, Dziczek, Di Tacchio, Curcio; Kiyine; Gondo, Jallow. A disp. Vannucchi, Billong, Lopez, Cerci, Capezzi, Djuric, Giannetti, Cicerelli, Maistro, Heurtaux, Karo. All. Ventura

    JUVE STABIA (4-3-1-2): Provedel; Vitiello, Troest, Allievi, Elia; Calvano, Calò, Mallamo; Canotto; Forte, Cissè (7′ Di Mariano). A disp. D. Russo, Tonucci, Fazio, Rossi, Bifulco, Izco, Addae, Mastalli, Ricci, Mezavilla. All. Caserta

    Si inizia con quattro minuti circa di ritardo per un buco nella rete della porta lato Curva Nord. Riparato con immediatezza, inizia la gara.
    Al 4′ subito espulsione. Lancio lungo della Juve Stabia,  Aya tira per la maglia Forte lanciato a rete e rosso diretto; Salernitana in 10. Ventura lascia passare qualche minuto e al 12′ inserisce Karo per Jallow che nervosamente lascia il campo e una volta giunto in panchina manda a quel paese l’arbitro, gesto che non passa inosservato al quato uomo che chiama Fourneau che non può far altro che espellerlo dalla panchina. La “doppia” esulsione innervosisce i granata e al 14′ testa a testa tra Gondo e Di Mariano che aveva sostituito l’infortunato Cissè e ammonizione per entrambi. Al 20′ Gondo tira ma la palla finisce di poco sopra la traversa.  Al 23′ Kiyine vede l’inserimento di Akpa Akpro con un assist da campione lo serve. Quest’ultimo controlla di sinistro, finta e cambia direzione portandosi verso destra mandando a vuoto i due difensori dello Stabia e con un destro raso al palo batte Provedel che non può nulla. Al 39′ l’ex Canotto per Calò che costringe Micai all’angolo. Nel recuper, al 46′ (tre minuti di recupero) Elia si invola verso l’area di rigore granata ma il suo tiro non impensierisce Micai. Nella ripresa al 55′ Gondo supera Allievi sulla destra e serve un rigore in movimento per Akpa Akpro ma l’ex Tolosa spara addosso a Provedel. Due minuti dopo ancora Gondo protagonista in sforbiciata ma il pallone va di poco alto sulla traversa. Al 63′ punizione di Kiyine, Karo si inserisce e davanti alla porta prende clamorosamente la traversa. Al 68′, Jaroszynski e Kiyine vengono sostituiti da Heurtaux e Maistro. Un minuto Canotto lancia Forte che di spalle si gira e con un bel tiro mette la palla in rete lasciando sul posto Heurtaux. All’80’ Di Mariano tira ma prende l’esterno della rete. All’81’ Lancio lungo a a trovare Akpa Akpro che arpiona la sfera, si beffa di Ricci mette in mezzo per Gondo che rasoterra trova l’angolino beffando l’incolpevole Provedel. All’85’, Elia conclude dai venti metri e Micai non si fa sorprendere mettendo in angolo. Al 94′, quarto dei cinque minuti di recupero, punizione del solito Calò, testa di Provedel alla ricerca di golria in avanti. la palla arriva a Troest che da pochi passi prova a meetterla in rete ma Micai dice di no.

    IL TABELLINO

    SALERNITANA-JUVE STABIA 2-1 (1-0)

    SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski (68′ Heurteaux); Akpa Akpro, Dziczek, Di Tacchio, Curcio (86′ Lopez); Kiyine (68′ Maistro); Gondo (86′ Djuric), Jallow (12′ Karo). A disp. Vannucchi, Billong, Cerci, Capezzi, Giannetti, Cicerelli. All. Ventura

    JUVE STABIA (4-3-1-2): Provedel; Vitiello (61′ Ricci), Troest, Allievi, Elia; Calvano (78′ Addae), Calò, Mallamo (61′ Mezavilla); Canotto (78′ Izco); Forte, Cissè (7′ Di Mariano). A disp. D. Russo, Tonucci, Fazio, Rossi, Bifulco, Mastalli. All. Caserta

    Marcatori: 23′ Akpa Akpro (S), 69′ Forte (J), 81′ Gondo (S)

    Note – Espulsi: Aya (S), Jallow (S) da sostituito; Ammoniti: Gondo (S), Di Mariano (J), Mallamo (J), Akpa Akpro (S), Troest (J), Ricci (J), Allievi (J), Calvano (J), Maistro (S), Calò (J)

  • Akpa Akpro a DAZN: “Dedico questo gol a mia zia che ho perso”

    Dopo i primi 45 minuti Salernitana in vantaggio grazie alla qualità dei suoi uomini migliori, Akpa Akpro e Kiyine. Nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Aya al 5′ per fallo su Forte da ultimo uomo, i granata hanno preso il sopravvento sugli avversari e hanno chiuso la prima frazione di gara con un gol dell’ex Tolosa.

    Queste le formazioni in campo:

    Salernitana (3-5-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Kiyine, Akpa Akpro, Dziczek, Di Tacchio, Curcio; Gondo, Jallow. A disposizione: Vannucchi, Russo, Billong, Lopez, Heurtaux, Maistro, Capezzi, Cerci, Djuric, Cicerelli. Allenatore: Ventura

    Juve Stabia (3-5-2): Provedel; Vitiello, Allievi, Troest; Elia, Calvano, Calò, Mallamo, Canotto; Cissè, Forte. A disposizione: D. Russo, Tonucci, Fazio, Di Mariano, Rossi, Bifulco, Addae, Izco, Germoni, Ricci, Mastalli, Mezavilla. Allenatore: Caserta

    A fine primo tempo, al microfono di Francesco Puma di DAZN, proprio AKpa Akpro:”Questo goal lo dedico a mia zia che ho perso. È una partita difficile perchè siamo dieci contro undici, ma in questo secondo tempo dobbiamo dare tutto per vincere.”

  • Salernitana: 22 i convocati di Ventura

    Sono 22 i convocati di Gab Piero Ventura per la partita contro la Juve Stabia. Fuori Lmbardi per squalifica e Mantovani che dovrebbe averne per un’altra decina di giorni ma è in via di recupero, tornano Heurtaux e Cicerelli anche se, come detto dallo stesso Ventura, difficilmente lo vedremo in campo per via della  tenuta fisica non al meglio.

    I CONVOCATI: 

    PORTIERI: Micai, Vannucchi;

    DIFENSORI: Aya, Billong, Curcio, Jaroszynski, Karo, Lopez, Heurtaux, Migliorini;

    CENTROCAMPISTI: Akpa Akpro, Capezzi, Di Tacchio, Dziczek, Kiyine, Maistro;

    ATTACCANTI: Cerci, Cicerelli, Djuric, Giannetti, Gondo, Jallow.

  • Salernitana – Juve Stabia dirige Fourneau, l’arbitro di “Minala al 96′”

    Francesco Fourneau della sezione di Roma 1 è stato designato per dirigere Salernitana – Juve Stabia coadiuvato dagli assistenti Francesco Fiore di Barletta e Niccolò Pagliardini di Arezzo. Quarto uomo Lorenzo Illuzzi di Molfetta. Il fischietto romano viene ricordato principalmente per essere stato l’arbitro del derby contro l’Avellino quando nacque l’ormai famoso “Minala al 96′”. Qattro i precedenti con i granata, il primo risale al campionato 2014-2015 nella sida del secondo turno di Coppa Italia di Serie C Salernotana – Messina 2-0. Poi, come già accennato fu l’arbitro del 3-2 della Salernitana sul campo di Avellino il 15 ottobre 2017. Nello stesso campionato diresse il 2 a 2al Liberati contro la Ternana. Ultimo in ordine di tempo il ko contro il Chievo Verona per 2 a 0 nello scorso febbraio.

  • Maglia celebrativa “Macte Animo” in vendita allo Store granata

    Sul suo sito ufficiale, “L’U.S. Salernitana 1919 è lieta di annunciare che a partire da giovedì 2 luglio saranno disponibili presso l’Official Store in Piazza Caduti Civili di Guerra le maglie celebrative riportante la scritta “Macte Animo” per omaggiare i 101 anni del club granata e il ritorno in campo a seguito dell’emergenza Covid-19.

    I primi 19 tifosi che accorreranno allo Store avranno inoltre la possibilità di acquistare le maglie indossate dai calciatori granata in occasione della gara Salernitana – Pisa.

    Si ricorda infine che sono ancora disponibili le nuove bandiere ufficiali granata per colorare gli spalti dello Stadio “Arechi” in questa fase della ripartenza del campionato a porte chiuse.

    Le bandiere acquistate saranno apposte sui sediolini dello Stadio “Arechi” in occasione delle gare interne di campionato e alla riapertura al pubblico degli stadi saranno riconsegnate autografate dai calciatori.

  • Ventura: “Due grandi ingenuità, ma ho visto lo spirito giusto”

    Non è andata come sperava il tecnico della Salernitana Gian Piero Ventura che però non si demoralizza: “Credo che sia stata una partita condizionata da due grandi ingenuità: l’errore con cui abbiamo regalato il primo gol e l’espulsione di Lombardi che non è stata giusta. Abbiamo cercato di fare la partita, ho visto lo spirito giusto, ma dobbiamo correggere quegli errori che sono facilmente eliminabili. Abbiamo alternato momenti della partita in cui abbiamo avuto superficialità ad altri in cui abbiamo fatto cose buone. La squadra ha dimostrato grande compattezza perché abbiamo avuto una grande capacità di reazione. C’è rammarico perché abbiamo commesso degli errori grossolani che hanno condizionato il risultato. Dobbiamo migliorare soprattutto dal punto di vista psicologico”.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker