risultati

  • Serie B: il Palermo vince e convince contro il Pescara. Tonali e Donnarumma spingono il Brescia

    Serie B parte seconda. Le partite di domenica hanno regalato gol ed emozioni. La super sfida del posticipo serale, Palermo-Pescara, ha visto i siciliani asfaltare gli abruzzesi per 3-0 e superarli al primo posto in classifica. Ennesima sconfitta del Verona che ne prende 4 a Brescia trascinati da un sempre più super Donnarumma. Il derby veneto tra Cittadella e Venezia se lo aggiudicano gli amaranto.

    PALERMO-PESCARA 3-0 (ORE 21)

    Al Renzo Barbera, il Palermo domina la gara vincendo contro gli ex primi della serie cadetta. Al 37’ Haas crea l’assist per Puscas che di destro batte Fiorillo. Al 66’ protagonista il numero uno pescarese compie un miracolo sul tiro ravicinato di Trajkovski. Entra Murawski ed è proprio lui all’85’a firmare il 2-0 con un gran destro da fuori. Neanche il tempo di riorganizzarsi ed un minuto dopo Moreo imita il suo compagno di squadra con un destro simile e mette la parola fine alla gara segnando il 3-0.

    Il tabellino

    Palermo (4-3-3): Brignoli, Bellusci, Struna, Rajkovic, Aleesami, Falletti (72′ Murawski), Jajalo, Haas (92′ Chochev), Trajkovski, Nestorovski, Puscas (81′ Moreo).  All. Stellone.

    Pescara (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Campagnaro, Ciofani (77′ Crecco), Memushaj, Brugman, Machin, Marras (65′ Del Sole), Mancuso, Antonucci (59′ Monachello). All. Pillon.

    Arbitro: Marinelli di Tivoli.
    Marcatori: 37′ Puscas (Pa), 86′ Murawski (Pa), 88′ Moreo (Pa)
    Ammoniti: 43′ Mancuso (Pe), 57′ Puscas (Pa), 90′ Machin (Pe), 92′ Struna (Pa)

    BRESCIA-VERONA 4-2

    9 gol in 9 presenze, questi sono i numeri del capocannoniere della Serie B Alfredo Donnarumma il trascinatore di questa squadra che ha avuto una vera e propria inversione d marcia ed ora occupa la sesta piazza in classifica. 4-2 al Verona che serve a superare proprio gli scaligeri che da primi in poche partite si ritrovano al settimo posto. I gol sul finire del primo tempo con Donnarumma al 38’ ed un Tonali sempre più nazionale al 43’. Nella ripresa al 51’ la riapre Caracciolo ma 5 minuti dopo ancora Donnarumma allunga le distanze. Il poker di Torregrossa al 69’ chiude di fatto i giochi anche se c’è ancora tempo per il gol all’80’ di Pazzini. Ora la panchina di Grosso è in serio pericolo.

    Il tabellino

    Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Mateju; Bisoli, Tonali, Ndoj (69′ Dall’Oglio); Spalek (90′ Gastaldello); Donnarumma (85′ Martineli), Torregrossa. All. Corini.

    Verona (3-4-1-2): Silvestri; Marrone, Caracciolo, Empereur; Crescenzi (82′ Zaccagni), Henderson (46′ Dawidowic), Colombatto, Ragusa; Laribi (59′ Matos); Di Carmine, Pazzini. All. Grosso.

    Arbitro: Ghersini di Genova
    Marcatori: 38′ e 55′ Donnarumma (B), 43′ Tonali (B), 51′ Caracciolo (V), 68′ Torregrossa (B), 77′ Pazzini (V)
    Ammonti: 27′ Colombatto (V), 33′ Ndoj (B), 34′ Sabelli (B), 57′ Dawidowic (V), 76′ Torregrossa (B), 88′ Mateju (B)

    CITTADELLA-VENEZIA 3-2

    Dopo quattro risultati di fila il Venezia si arrende al Cittadella. Una bella rimonta guidata dalla tripletta di Mattia Finotto. Sesto risultato utile consecutivo e quarto posto per i veneti. Per la squadra di Zenga si era messa bene con il gol all’11’ di Bentivoglio. Al 17’ Finotto sigla la sua prima rete della giornata ma due minuti dopo l’autogol di Drudi riporta i lagunari in vantaggio. Verso la fine della gara, al 72’ e all’83’ ancora Finotto compie l’impresa e regala la vittoria ai suoi.

    Il tabellino

    Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Frare, Drudi, Benedetti (47′ Rizzo); Settembrini, Iori (81′ Pasa), Branca; Schenetti; Finotto, Strizzolo (81′ Scappini). All. Venturato.

    Venezia (4-2-3-1): Vicario; Coppolaro, Modolo, Domizzi, Bruscagin; Suciu (77′ Citro), Bentivoglio; Falzerano, Di Mariano, Segre (73′ Pinato); Vrioni (74′ St Clair). All. Zenga.

    Arbitro: Piccinini di Forlì
    Marcatori: 11′ Bentivoglio (V), 17′, 72′ e 83′ Finotto (C), 19′ Drudi (aut.) (V)
    Ammoniti: 12′ Branca (C), 19′ Schenetti (C), 36′ Benedetti (C), 49′ Di Mariano (V), 55′ Bentivoglio (V), 63′ Iori (C), 66′ Strizzolo (C), 75′ Frare (C), 88′ Coppolaro (V)

  • Serie B: tre punti d’oro del Lecce a Cosenza; incredibile rimonta del Carpi; prima vittoria di Rastelli

    Dopo l’anticipo del venerdì vinto dal Perugia, il sabato della dodicesima giornata di Serie B ha decretato l’incredibile rimonta del Carpi da 0-2 a 2-2 negli ultimi cinque minuti di gara e la pioggia di gol che ha concesso il Lecce di vincere a Cosenza. Primi tre punti per Rastelli sulla panchina della Cremonese che ha la meglio per 1-0 sul Livorno, mentre al Del Duca il Padova soffre ma vince in rimonta 3-2.

    COSENZA-LECCE 2-3
    Tre punti pesantissimi quelli del Lecce in trasferta, che vincendo 3-2 mantengono il 4° posto in classifica, a -1 dalla Salernitana che ha battuto lo Spezia. Gli uomini di Liverani dopo 13’ sono già avanti 2-0 con Venuti, che all’8’ trova la rete con un rasoterra da fuori area e con Palombi che finalizza al meglio l’assist di Petriccione e batte Saracco. Nella ripresa, al 67, il solito Tutino accorcia mettendo la sfera alle spalle di Vigorito, grazie al cross di Baez. Gioca meglio il Cosenza e continua nel tentativo di pareggiare la gara ed all’80’ ci riesce ancora con Tutino che finalizza l’assist di Baez. La gioia dura poco perché due minuti dopo Flacco realizza con la complicità di una deviazione il gol del 3-2 leccese.

    CARPI-BENEVENTO 2-2
    Ci sarebbe da dire “Clamoroso a Carpi”. Partita che nel primo tempo viaggia sul pareggio a reti inviolate e bisogna attendere il 54’ per vedere il gol di Letizia che mette dentro sulla ribattuta di Colombi che aveva parato una prima conclusione dalla distanza. A 20 minuti dallo scadere arriva il secondo gol dei giallorossi con Coda che si regala, nel giorno del suo trentesimo compleanno, un gol trasformando un rigore dato dall’arbitro per tocco di braccio in area di Sabbione. Partita che sembra orma conclusa ed invece ci pensa prima Concas ad accorciare trasformando in gol un pallone vagante e poi al 93’ Vano regala il pareggio trasformando un passaggio di Arrighini. Nel valzer delle panchine di B questo risultato potrebbe mettere in pericolo quella di Bucchi.

    CREMONESE-LIVORNO 1-0
    Buona la prima di Rastelli sulla panchina della Cremonese. Buon avvio dei grigiorossi con Castrovilli che non inquadra la porta ma al 31′ Brighenti segna l’1-0 definitivo su passaggio di Terranova. Il Livorno prova a reagire e la palla del pareggio è sulla testa di Murilo che schiaccia troppo e non inquadra lo specchio della porta.

    ASCOLI-PADOVA 2-3
    Gol su gol tra Ascoli e Padova al Del Duca: i marchigiani aprono le marcature al 20′ dopo una ripartenza micidiale di Ninkovic che serve Ngombo, lasciato solo in area, ma al 26′ cross di Mazzocco e Bonazzoli approfitta di un’uscita a vuoto di Perucchini e pareggia i conti.  El secondo tempo, al 60’ Broh crossa dalla destra e Capello di testa porta il Pdova nuovamente in vantaggio. Al 71′ Perisan compie una grande parata su un calcio di punizione del solito Ninkovic diretto all’incrocio dei pali. Il numero uno biancoscudato replica uscendo su Ardemagni in modo provvidenziale. Ancora Broh, imprendibile sulla destra, la dà a Mazzocco per il 3-1 dei veneti. Nel finale, la riapre Brosco di testa ma è troppo tardi per l’Ascoli.

  • Il Palermo ribalta il risultato a Foggia e vince per 2-1

    Ultimo atto della terza giornata di Serie B. Nel posticipo tra Foggia e Palermo, i rosanero fanno la voce grossa e rimontano lo svantaggio vincendo per 2-1. Subito ad inizio gara, si fa vivo il Palermo con Falletti che impegna Alvano Bizzarri. I rossoneri pian piano prendono il pallino del gioco e al 38′ va in vantaggio con una bordata su punizione di Kragl, che dai trenta metri batte Brignoli che resta immobile. Nella ripresa i rosanero al 54′ Trajkovski batte una punizione e Salvi spizza di testa e mette alle spalle del portiere foggiano. Lo stesso macedone si ricorda di essere un fuoriclasse e con un bel tiro di destro a filo d’erba la piazza di diagonale nell’angolino per il gol vittoria su cui Bizzarri non può nulla. Il Foggia dieci minuti dopo potrebbe pareggiare con Deli che cerca l’incrocio con un tiro a giro ma Brignoli toglie la palla dal “sette” e salva il risultato.

    IL TABELLINO

    FOGGIA (3-4-2-1): Bizzarri; Tonucci (80′ Gerbo), Camporese, Martinelli; Zambelli (70′ Cicerelli), Agnelli, Carraro, Kragl; Chiaretti (67′ Gori), Deli; Mazzeo. A disp.: Sarri, Noppert, Ranieri, Loiacono, Boldor, Rubin, Arena, Ramé, Cavallini. All. Grassadonia.

    PALERMO (3-4-2-1): Brignoli; Pirrello, Bellusci, Rajkovic; Salvi, Haas, Jajalo, Mazzotta (76′ Aleesami; Trajkovski, Falletti (80′ Murawski); Puscas (88′ Nestorovski). A disp.: Pomini, Alastra, Accardi, Szyminski, Fiordilino, Embalo, Moreo. All. Tedino.

    MARCATORI: 37′ Kragl-54′ Salvi, 62′ Trajkovski

    ARBITRO: Marinelli di Tivoli (Cipressa-Pagnotta). IV UFFICIALE: Fourneau di Roma 1.

    Ammoniti: Deli, Tonucci, Camporese (F), Bellusci, Salvi (P)

  • Due a zero della Cremonese sullo Spezia, continua l’imbattibilità dei grigiorossi sui liguri dal 1959

    Con una vittoria confezionata tutta nel primo tempo. La Cremonese dell’ex Radunovic, liquida le Spezia e si porta a 5 punti in classifica.  Allo “Zini” prima il rigore di Terranova al 16’ e poi il gol di Brighenti al 21’ chiudono la partita. Da segnalare una traversa di Galabinov per lo Spezia nel primo tempo e nella ripresa alcune azioni pericolose dello stesso attaccante spezzino che trova sulla strada un ottimo Radunovic. Sul finale della partita Paulinho sfiora un eruogol dopo aver dribblato due avversai (uno con un sombrero) e dopo aver calciato di poco sopra la traversa. Una curiosità: lo Spezia non vince a Cremona dal 1959.  I grigiorossi infatti hanno un bilancio molto favorevole con gli spezzini con ben 13 vittorie, 7 pareggi e 3 sole sconfitte in 23 partite giocate.

    Questo uno stralcio dell’intervista al tecnico dello Spezia Mario nel dopogara: “Entriamo sempre in campo un po’ contratti, poi dopo aver superato le prime difficoltà entriamo in partita ed iniziamo a giocare come sappiamo. Anche oggi abbiamo pagato a caro prezzo i primi venti minuti di gioco: dobbiamo migliorare, non possiamo sempre attendere di prendere uno schiaffo per poi reagire”.

     

    Il tabellino

     Cremonese – Spezia 2-0

    CREMONESE (4-1-4-1): Radunovic; Mogos, Claiton, Terranova, Migliore; Castagnetti; Castrovili, Arini, Croce (20′ st Emmers), Perrulli (34′ st Kresic); Brighenti (24′ st Paulinho). A disp. Ravaglia, Volpe, Marconi, Strefezza, Del Fabro, Renzetti, Boultam. All. Mandorlini.

    SPEZIA (4-3-3): Manfredini; De Col, Terzi, Giani, Crivello; Bartolomei, Ricci (31′ st Gyasi), Mora (14′ st Crimi); Okereke, Galabinov, Pierini (1′ st Bidaoui). A disp. Desjardins, Barone, Augello, Capradossi, Gudjohnsen, De Francesco, Bastoni, Vignali, Maggiore, Bachini. All. Marino.

    Arbitro: Antonio Giua di Olbia.

    Marcatori: Terranova (C) al 16′ pt su rig., Brighenti al 21′ pt.

    Ammoniti: Ricci (S), Terzi (S). Angoli: 3-5. Recupero: 2′ pt – 4′ st.

     

    Terza giornata

    Venezia-Benevento 2-3   25′ e 44′ Bandinelli (B), 49′ Geijo (V), 51′ Tello (B), 67′ rig. Citro (V)

    Cittadella-Cosenza 2-0   67′ rig. Iori (CI)-82′ rig. Iori (C)

    Brescia-Pescara 1-1    82′ Morosini (B), 89′ Monachello (P)

    Ascoli-Lecce 1-0   69′ Ardemagni (A)

    Cremonese-Spezia 2-0   Terranova (C) al 16′ pt su rig., Brighenti al 21′ pt.

     

    Da Giocare:

    Salernitana-Padova – Domenica ore 15.00

    Verona-Carpi – Domenica ore 15.00

    Livorno-Crotone – Lunedì ore 21.00

    Foggia-Palermo – Domenica ore 21.00

  • Serie B: altra vittoria del Cittadella che fa tre su tre

    Terza giornata del campionato Serie B 2018/2019. Dopo la vittoria del Benevento a Venezia continua la marcia del Cittadella che vince anche contro il Cosenza con due rigori del capitano Iori e comanda la classifica a punteggio pieno. Finale palpitante tra Brescia e Pescara che termina 1-1. In cinque minuti, si decide tutto. Morosini all’82’ segna il gol del vantaggio bresciano ma, mentre si pregusta la vittoria, è Monachello a pareggiare per gli abruzzesi. Prima vittoria per l’Ascoli grazie ad una rete di Ardemagni al 69’ su cross rasoterra dell’ex granata Laverone.

    Terza giornata

    Venezia-Benevento 2-3 [25′ e 44′ Bandinelli (B), 49′ Geijo (V), 51′ Tello (B), 67′ rig. Citro (V)

    Cittadella-Cosenza 2-0 [67′ rig. Iori (CI)-82′ rig. Iori (C)]

    Brescia-Pescara 1-1 [82′ Morosini (B), 89′ Monachello (P)]

    Ascoli-Lecce 1-0 [69′ Ardemagni (A)]

    Da Giocare:

    Cremonese-Spezia – Sabato ore 18.00

    Salernitana-Padova – Domenica ore 15.00

    Verona-Carpi – Domenica ore 15.00

    Livorno-Crotone – Lunedì ore 21.00

    Foggia-Palermo – Domenica ore 21.00

  • Il punto sulla B: Cittadella al comando a punteggio pieno; si riscattano Spezia e Crotone, crolla ancora il Carpi

    Seconda giornata in serie B non avaro di gol. Il pareggio del Palermo 2-2 con la Cremonese, la vittoria del Cittadella a Carpi per 1-0 che consente di prendere in solitario la vetta della classifica a punteggio pieno e del Padova in casa contro il Venezia con lo stesso risultato. Pioggia di gol , 3-2 tra Spezia e Brescia con i liguri che riscattano il ko della prima giornata, 2-1 del Pescara contro il Livorno ed altra pioggia di gol, 4-1 del Crotone sul Foggia. La giornata si è conclusa domenica sera con il 2-2 tra il Lecce e la Salernitana e il 2-0 del Perugia sull’Ascoli con una doppietta di Vido. In gol anche l’ex granata Nalini in forza al Crotone ed anche l’ex Mazzeo nell’unico gol segnato dal Foggia e di Donnarumma ma che non è servito per salvare la sconfitta del Brescia. La doppietta di Pierini dello Spezia catapulta lo stesso calciatore insieme a Cocco, Ravanelli, Mancosu e Falco al secondo posto in classifica cannonieri e sono preceduti da Vido che con la sua doppietta comanda a quota tre.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker