salernitana

  • Lega B rispetterà sempre il Dpcm

    La Lega Serie B ha diramato una nota nella quale fa presente che “dall’inizio dell’emergenza dovuta al diffondersi del virus Covid – 19 si è sempre attenuta alle prescrizioni contenute dai decreti emessi dalle competenti autorità e dal Governo. Stessa condotta trasparente e lineare ha mantenuto anche in occasione della 28a giornata di campionato, nel rigoroso rispetto di quanto previsto nel Dpcm emanato questa mattina dalla presidenza del Consiglio dei ministri, nel quale è contenuta la previsione della disputa a porte chiuse delle gare su tutto il territorio nazionale. Allo stesso modo, anche nel prossimo futuro, la Lega B si atterrà alle eventuali ulteriori disposizioni che saranno diffuse dalle autorità competenti”.

    (fonte Salernitananews.it)

  • Cosmi: “I miei referenti sono il presidente e i tifosi, il resto è noia”

    Torna a respirare Serse Cosmi opo 5 sconftte consecutive che hanno msso a rischio la sua panchina, e ai microfoni di Tef Channel si sfoga: “Ultimamente ho vissuto giorni terribili e non per paura di tornare a casa, come ha detto qualche idiota. Anche se non ha ancora perso la sua battaglia, lui ed altri come lui che mi vogliono indebolire devono sapere che per me tutto questo è uno stimolo enorme. I referenti miei sono due: il presidente e i tifosi. Tutto il resto è noia, come dice il ‘Califfo’ (Franco Califano)” Il tecnico ex Udinese ha rienuto giusta la vittoria: “Nella prima mezz’ora ho visto il miglior Grifo della mia gestione per capacità e volume di gioco senza quell’ansia che ci aveva attanagliato in altre occasioni. Dopo il gol abbiamo calato il ritmo e nel primo tempo la Salernitna non ha mai tirato in porta ma nella ripresa il loro passaggio al 3-4-3 ci ha creato problemi anche se non abbiamo subito troppo.“

    (fonte: Perugiatoday)

  • Nicolussi Caviglia: “Vittoria importantissima per noi”

    A fine gara Hans Nicolussi Caviglia ha dichiarato ai microfoni di DAZN: “Questa vittoria per noi è importantissima, venivamo da un periodo molto difficile, da cinque sconfitte di fila. Oggi, anche senza il supporto dei nostri tifosi, ce l’abbiamo messa tutta e ce l’abbiamo fatta. Stando in ritiro ci siamo conosciuti meglio anche fuori dal campo e ci siamo detti che dovevamo metterci l’orgoglio. Nonostante le sconfitte l’approccio col mister è positivo, ci dice di metterci sempre la grinta e di crederci fino alla fine. Quest’esperienza mi serve molto per la mia crescita, stiamo cercando di migliorare e ottenere i risultati. Cosa dico ai tifosi? Ho notato che anche la scorsa partita, in un momento di difficoltà, non ci hanno fatto mancare il sostegno e anche oggi sono sicuro che ci avrebbero sostenuto. Ci sta che quando perdiamo ce l’abbiano con noi, ma cercheremo di dare sempre il massimo. A chi voglio mandare un messaggio? Alla mia famiglia, hanno fatto tanti sacrifici per me. L’obiettivo del Perugia? Pensare partita dopo partita“.

  • Nel silenzio del Curi la Salernitana torna a mani vuote

    Salernitana dai due volti, vince in casa e viene sconfitta fuori casa. E’ successo anche oggi a Perugia dove agli umbri basta un gol per superare la squadra di ventura assente oggi in panchina. Al Curi subito Perugia al 4′ con Nicolussi Caviglia che su punizione impegna Micai con i pugni. Ancora i grifoni al 15′ ed ancora con Nicolussi Caviglia che impegna Micai da fuori area. E’ il preludio del gol che arriva al 23′ con Mazzochi che in area, finalizza un cross di Di Chiara. Nel secondo tempo si svelglia la Salernitana, al 9′ con la bella punizione di Dziczek  respinta da Vicario ed al 13′ con una conclusione di Kiyine deviata da Gondo che sfiora il palo. Ancora protagonista Nicolussi Caviglia con una punizione respinta in angolo dal portiere granata. Al 40′ punizione questa volta per la Salernitana; la batte Cicerelli che sfiora il palo.

    IL TABELLINO

    Reti: 23’ pt Mazzocchi.

    Perugia: Vicario, Sgarbi, Rosi (46’ st Rajkovic), Falasco, Mazzocchi, Falzerano, Nicolussi Caviglia, Greco (43’ st Carraro), Di Chiara, Melchiorri, Falcinelli (30’ st Iemmello). All. Serse Cosmi A disposizione: Fulignati, Albertoni, Benzar, Buonaiuto, Capone, Dragomir, Konate, Kouan, Nzita.

    Salernitana: Micai, Aya, Billong, Heurtaux, Kiyine, Akpa Akpro, Dziczek (11’ st Capezzi), Maistro (1’ st Jallow), Lopez, Cerci (34’ st Cicerelli), Gondo. All. Luigi Genovese. A disposizione: Vannucchi, Migliorini, Karo, Jaroszynski, Curcio, Iannone.

    Arbitro: Simone Sozza di Seregno. Assistenti: Giuseppe Macaddino (sez. Pesaro) – Alessandro Cipressa (sez. Lecce). IV Uomo: Valerio Marini (sez. Roma 1).

    Ammoniti: Greco, Kiyine, Dziczek, Gondo, Sgarbi, Jallow, Falzerano

    Espulsioni: Albertoni

    Angoli: 7 – 4

    Recupero: 1’ pt, 5’ st.

    (fonte: USSalernitana1919.it)

     

  • Mazzocchi: “Non siamo abituati a giocare in uno stadio così”

    A fine primo tempo Pasquale Mazzocchi ai microfoni di DAZN fa l’analisi di questo primo tempo che vede il Perugia in vantaggio grazie ad un suo gol al 23′. “Il gol vale tantissimo, personalmente e per la squadra. Veniamo da una brutta situazion, non è facile ma dobbiamo stare insieme compatti uniti e venrine fuori da questa siuazione. Non samo abituati a giocare così, questo non ci deve condizionare la partita. Siamo convinti di dare il massimo”.

  • Perugia – Salernitana: le formazioni ufficiali

    PERUGIA (3-5-2): Vicario; Rosi, Sgarbi, Falasco; Mazzocchi, Falzerano, Greco, Nicolussi Caviglia, Di Chiara; Falcinelli, Melchiorri. A disp. Fulignati, Albertoni, Rajkovic, Nzita, Carraro, Iemmello, Dragomir, Buonaiuto, Konate, Benzar, Kouan, Capone. All. Cosmi

    SALERNITANA (3-5-2): Micai; Heurtaux, Billong, Aya; Kiyine, Akpa Akpro, Dziczek, Maistro, Lopez; Cerci, Gondo. A disp. Vannucchi, Migliorini, Curcio, Jallow, Capezzi, Karo, Cicerelli, Iannone, Jaroszynski. All. Lombardo

  • Ventura non siederà in panchina contro il Perugia

    L’U.S. Salernitana 1919 comunica che a causa di un’indisposizione notturna il tecnico Gian Piero Ventura è costretto a non poter andare in panchina in occasione della gara odierna. Questo il comunicato ufficiale della soietà granata. Sarà Lombardo a guidare la squadra con Gigi Genovse suo vice. Lombardo è alla sua seconda partita da “titolare”; infatti la prima volta fu in Salernitana-Pordenone in occasione della squalifica del tecnico ex Nazionale.

  • I convocati: out Djuric, Di Tacchio e Giannetti. Per il Perugia fuori Angella, Fernandes e Gyomber

    Gian Piero Ventura per la sfida  al “Curi” contro il Perugia ha convocato 21 calciatori. Ancora out  Djuric, Di Tacchio e Giannetti. Ce la fanno Jaroszynski e Curcio.

    PORTIERI: De Matteis, Micai, Vannucchi;

    DIFENSORI: Aya, Billong, Curcio, Heurtaux, Jaroszynski, Karo, Lopez, Migliorini;

    CENTROCAMPISTI: Akpa Akpro, Capezzi, Dziczek, Kiyine, Maistro;

    ATTACCANTI: Cerci, Cicerelli, Gondo, Jallow, Iannone.

    Sono 23 i convocati di Serse Cosmi per il match contro la Salernitana. Gli umbri devono fare a meno Angella, Fernandes e Gyomber.

    PORTIERI: Albertoni, Fulignati, Vicario

    DIFENSORI: Benzar, Di Chiara, Falasco, Mazzocchi, Nzita, Rajkovic, Rosi, Sgarbi

    CENTROCAMPISTI: Carraro, Dragomir, Falzerano, Greco, Konate, Kouan, Nicolussi Caviglia

    ATTACCANTI: Buonaiuto, Capone, Falcinelli, Iemmello, Melchiorri

  • Scozza dirigerà Perugia – Salernitana

    In un Curi deserto sarà Simone Sozza di Seregno ad arbitrare la partita Perugia – Salernitana. Gli assistenti saranno Giuseppe Macaddino di Pesaro e Alessandro Cipressa di Lecce. Il quarto uomo sarà il romano Valerio Marini. Il fischietto lombardo sarà alla sua prima con i granata, mentre per gli umbri ha diretto il match di dicembre in Coppa Italia Sassuolo – Perugia che terminò incredibilmente per 2-1 per i grifoni.

  • Ventura: “Dobbiamo ancora lavorare per migliorarci”

    In conferenza stampa mister Ventura non sembra propriamente felice nonostane i tre punti visti i parecchi errori della squadra specialmente nei primi minuti di gioco. Sicuramente c’era l’obbligo di vincere sulla carta per mantenere la serenità come lo stesso mister ha fatto presente. Di positivo ci sono i tre punti, c’è la buona prova di Cerci ma di non positivo le palle regalatte agli avversari così come il calcio di rigore venuto da un fallo laterale. Ha poi rincarato la dose dicendo: “Ho sentito che ìsi lamentavano per l’arbitraggio, ma non ricordo che si lamentavano all’andata quando hanno annullato un gol  regolare e hanno vinto con un gol in fuorigioco”. Puntualizza anche sulla parata di Micai che ha dato la scossa giusta, l’adrenalina per il raddoppio ed anche per un eventuale terzo gol che Jallow non è riuscito a relaizzare. “Abbiamo quattro punti in più rispetto allo scorso anno ma dobbiamo ancora lavorare. E’ un gruppo che ha voglia di migliorarsi”.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker