salerno

  • Neanche la neve frena il tifo granata

    È diventata la foto del momento! Questo fine settimana si è presentato all’insegna del bianco; quel fascino bianco che solo la neve sa donare. Campionati di calcio fermi, occhi aperti e orecchie puntate sulle notizie di calciomercato, ma c’è chi ha voluto ricordare che, anche con la neve ed anche a bocce ferme “siamo a Salerno e siamo tifosi granata”. Sta facendo il giro di Facebook e dei vari social la foto di un cavalluccio di neve creato sulla spiaggia di Santa Teresa, un’immagine che ha commosso e ha fatto sorridere tutti in questo pre epifania.

  • Selezionate le 10 scuole del contest #ioleggoperchè. C’è anche Salerno e Positano

    Rimettiamo integralmente il comunicato della Lega di Serie B sulla scelta delle scuole inerente il contest “Ioleggoperchè”. Tra le scuole premiate c’è anche Salerno grazie alla scuola primaria “Medaglie d’oro”. Presente anche l’Istituto Porzio di Positano

    Sono stati 752 gli eventi candidati che hanno portato nelle piazze di tutta Italia l’entusiasmo e l’amore per i libri delle nuove generazioni, tra flash mob, vendemmie di libri, notti in libreria, quadri viventi, letture in metropolitana. Alle scuole vincitrici assegnati, grazie al supporto di SIAE, 10 buoni-libri da 1.500 Euro. E’ giunto il momento delle premiazioni nel calendario di #ioleggoperché, l’iniziativa sociale promossa dall’Associazione italiana Editori (AIE) a favore delle biblioteche scolastiche: scelte tra le 752 candidate le 10 scuole vincitrici del contest #ioleggoperché 2018, che premia le iniziative più originali e creative nel divulgare l’amore per la lettura e incentivare le donazioni in libreria durante la nove giorni di campagna dello scorso ottobre. Campagna che anche quest’anno ha visto una vera e propria mobilitazione di massa nelle librerie e nelle piazze di tutta Italia, con oltre un migliaio di iniziative spontanee e lo straordinario risultato di quasi 200.000 libridonati dal pubblico, a cui si aggiungeranno entro la fine dell’anno scolastico ulteriori 100.000 libri messi a disposizione dagli editori.
    Non è stato semplice scegliere le 10 scuole a cui destinare i 10 buoni da 1.500 euro per l’acquisto di libri, messi in palio grazie al supporto di SIAE, vista la straordinaria dose di passione, fantasia e spirito di collaborazione profusa dai bambini, ragazzi, insegnanti, famiglie, librai e volontari coinvolti nel contest – ha sottolineato il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi -. Le dieci iniziative selezionate si sono distinte tra le tante altre meritevoli, ognuna per la propria particolarità: la capacità di associare all’amore per i libri l’amore per il proprio territorio, la creazione di situazioni fortemente radicate al contesto sociale, l’impegno organizzativo. Spiccano anche la capacità di coinvolgere la comunità e di fare “rete” per raggiungere un obiettivo comune, l’abilità nel diventare “massa critica”, attivandosi in nome della propria voglia di leggere e di farlo in una scuola migliore”.
    Di seguito le 10 scuole assegnatarie del premio:
    • #IOLEGGOPERCHÉ… AMO VIAGGIARE. E OGNI LIBRO È UN VIAGGIO!
    SCUOLA dell’Infanzia IC L. Porzio Positano e Praiano, Positano (SA)
    LIBRERIA: Mondadori Bookstore, Piano di Sorrento (SA)
    A Positano manca una libreria, ma le maestre non si sono perse d’animo, ne hanno portata
    una in piazza per un giorno, invitando amici e parenti a donare libri per le biblioteche
    scolastiche e a viaggiare con i bimbi sulle ali della fantasia, attraverso le storie di ULISSE,
    PINOCCHIO e ALICE.
    Link: http://bit.ly/unlibroèunviaggio
    • UNA NOTTE IN LIBRERIA
    SCUOLA dell’Infanzia Paritaria “Anto Zilli”, Fontanafredda (PN)
    LIBRERIA: Gattorosso, Fontanafredda (PN)
    La fiaba della buonanotte è la prima tra le forme di narrazione che i bambini si sentono
    raccontare. Ogni bambino di questa scuola ha portato in libreria un sacco a pelo, il pigiama e
    la fiaba della buona notte preferita, per poi addormentarsi tra i libri e gli scaffali di un
    ‘campeggio’ davvero speciale.
    Link: http://bit.ly/notteinlibreria
    • CHI LEGGE UN LIBRO TROVA UN TESORO
    SCUOLA dell’Infanzia ‘A’ “Don Milani”, Mazara del Vallo (TP)
    LIBRERIA: Lettera22, Mazara del Vallo (TP)
    La città di Mazara è stata invasa dai bambini festanti con ben tre iniziative: un gioco
    dell’oca allestito nella piazza principale, un flash-mob che ha coinvolto i passanti e una caccia
    al tesoro con indizi nascosti nei bar e negozi del centro storico della città.
    Link: http://bit.ly/chileggetrovauntesoro
    • PAROLE IN CANTIERE
    SCUOLA: Primaria “Medaglie d’oro”, Salerno
    LIBRERIA: Saremo Liberi. Libroteca a Salerno
    Un corteo di lettere e parole giganti ha guidato il pubblico fino al parco, per partecipare a veri
    e propri eventi narrativi, che attraverso laboratori creativi hanno raccontato le storie lette da
    autori e personaggi delle favole.
    Link: http://bit.ly/paroleincantiere
     L’ALBERO DEI LIBRI
    SCUOLA: Primaria “Federico Di Donato”, Roma
    LIBRERIA: The little reader, Roma
    Ogni bambino ha portato nel cortile della scuola il suo libro preferito, ne ha letto un assaggio
    ai compagni e ha scritto su un bigliettino una frase o un’emozione provata durante la lettura.
    Tutti i biglietti sono stati appesi agli Alberi dei Libri nel cortile e portati in giro per la città e
    nelle librerie, dove i bambini hanno ascoltato le storie che i librai hanno scelto per loro.
    Link: http://bit.ly/alberodeilibri
    • PERSONAGGI IN CERCA DI UN LETTORE, MOSTRA DI QUADRI VIVENTI
    SCUOLA Primaria Mattei – AGGR.S.M.S. Calvino, Milano
    LIBRERIA: LaFeltrinelli Libri e Musica – Corso Buenos Aires, Milano
    Ogni bambino ha scelto il proprio personaggio preferito e lo ha impersonato in un quadro
    vivente. Cipì, Il Piccolo Principe, La Sirenetta, Martina, Lavinia, Alice e il Bianconiglio e tanti
    altri personaggi hanno sfilato in corso Buenos Aires a Milano fino alla libreria gemellata, dove
    hanno raccontato la loro storia e il motivo per cui vale la pena comprare e leggere quel libro.
    Link : http://bit.ly/quadriviventi
    • LA VENDEMMIA DEL LIBRO
    SCUOLE Primaria e Secondaria di Primo grado “A. da Morrona” IC Sandro Pertini, Terricciola
    (PI)
    LIBRERIE: Cartolibreria Scripta Manent e Cartolibreria Elsa, Terricciola (PI)
    Link: http://bit.ly/vendemmiadellibro
    Bambini e ragazzi hanno scoperto e vissuto il piacere della vendemmia e la condivisione del
    frutto del proprio lavoro. Ma questa volta al posto dell’uva, nelle viti sono maturate pagine e
    copertine di libri! la tradizione della trasformazione da uva in vino ha portato alla scoperta
    della trasformazione da fogli a libri.
    • CHI TROVA UN LIBRO… TROVA UN TESORO / READATHON – MARATONA DI LETTURA #IOLEGGOPERCHÉ
    SCUOLA: Secondaria di Primo grado Margherita e Papanice, Crotone (KR)
    LIBRERIA: Cerrelli, Crotone
    Una maratona di lettura, partita dalla libreria e proseguita nei negozi del centro cittadino e
    poi una caccia al tesoro, una passeggiata culturale alla scoperta dei tesori del centro
    storico. da cento a 1000 libri in tre anni nella biblioteca scolastica!
    Link: http://bit.ly/chitrovaunlibro
    • VIAGGIO IN METRO CON ELISA
    SCUOLA: Secondaria di Primo grado SMS Borghesiana – Pantano, Roma
    LIBRERIA: Mondadori Bookstore, via Casilina 82b, Roma
    I ragazzi dell’I C “Elisa Scala”, i docenti e i volontari della biblioteca di Elisa hanno viaggiato
    sulla metropolitana di Roma leggendo storie nelle stazioni e sui vagoni dei treni,
    sensibilizzando i viaggiatori al tema della lettura, come proposta alternativa all’uso dello
    smartphone.
    Link: http://bit.ly/viaggioinmetro
    • E TU, DI CHE LIBRO SEI? (HOW I MET MY BOOK)
    SCUOLA: Secondaria di Secondo grado G. Castelnuovo, Firenze
    LIBRERIA: Alfani, Firenze
    Qual è il modo migliore per appassionare i ragazzi alla lettura? Capire quali sono i loro argomenti preferiti. E ognuno avrà il suo: così gli studenti hanno compilato un elenco di argomenti che piacciono loro per davvero e l’hanno consegnato alla libreria per trovare libri adatti e avvincenti.
    Link: http://bit.ly/howImetmybook
    A marzo 2019 arriverà alle scuole, sempre tramite le librerie aderenti, anche il contributo degli editori italiani, che hanno donato 100.000 volumi. Saranno così oltre 600.000 i nuovi libri – tra donazioni dei cittadini e degli editori – andati ad arricchire il patrimonio librario delle biblioteche scolastiche italiane nell’arco dei tre anni di storia di #ioleggoperché.
    Il monte libri messo a disposizione dagli Editori sarà ripartito tra le Scuole di ciascun ordine (infanzia, primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado) in modo che ciascuna scuola iscritta del medesimo grado, che ne abbia fatto richiesta tramite il portale entro il termine previsto, riceva identico numero di copie (non dunque necessariamente lo stesso numero di volumi ricevuti in donazione dal pubblico). Novità di quest’anno, insieme agli editori, hanno deciso di donare alle scuole copie di alcune loro pubblicazioni altri grandi Enti, tra cui lo Stato Maggiore della Difesa, il World Food Programme e l’Unesco.
    L’iniziativa, promossa e coordinata da AIE, è realizzata in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato italiano Librai e Cartolibrai (SIL), l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) e il Centro per il Libro e la Lettura, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC), il supporto di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e il sostegno della Lega Serie A e Lega B, in sinergia e concomitanza con Libriamoci, Giornate di lettura nelle scuole, l’iniziativa promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del MiBAC e da MIUR per incentivare la lettura ad alta voce nelle scuole.
    Per saperne di più: www.ioleggoperche.it
    Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, La 7, Mediaset TGCom24, RAI,
    Robinson laRepubblica, TOPOLINO.
    Media Supporter: Famiglia Cristiana, Focus Junior, Il Giornale della Libreria, Il Fatto Quotidiano, Il Giornalino, Il Libraio.it, La Stampa, Libreriamo, Studenti, TV Sorrisi e Canzoni.
    Aderiscono, oltre alle librerie indipendenti di ALI e SIL: Ancora, LaFeltrinelli, Giuntialpunto, Libraccio, Librerie Claudiane, Librerie Coop, MondadoriStore, Paoline, San Paolo, TCI Touring Club Italiano, Ubik.
    Con il sostegno di: Lega Serie A e Lega B
    Partner tecnici: Ceva, Informazioni Editoriali, Messaggerie Libri
    Si ringraziano: Ibs.it, Libraccio.it

    (fonte:legab.it)

  • Inaugurato il club Frangia Kaotica del Vikingo

    Inaugurata la nuova sede del Club Frangia Kaotica capitanato dallo storico Raffaele Russo detto “Il Vikingo”. In via Manganario c’è stata festa grande con gli immancabili cori dedicati alla Salernitana, fuochi d’artificio, bengala rigorosamente granata ed il ricordo di Carmine Rinaldi Siberiano, compagno di avventura del vichingo nelle magiche traserte granata. Per la Salernitana hanno presenziato il Team Manager Salvatore Avallone ed il dirigente Alberto Bianchi. Momenti di felicità e si è colto l’occasione anche per lo scambio di auguri natalizi. A xxsopresa è venuto all’inaugurazione anche Luca Fusco a cui i soci del club hanno dedicato cori e applausi.

    Di seguito i video della serata grazie al contributo di Salernonotizie.it

    (fonte: www.salernonotizie.it)

  • Il CCSC ai tifosi: “evitare inutili processi”; alla societá: “servono rinforzi”

    Dopo la sonante sconfitta contro il Brescia, anche il Centro Coordinamento Salernitana Club esce ufficialmente con un comunicato che mira alla calma e alla non disgregazione delle componenti attorno alla Salernitana, dai tifosi alla stampa. Evitare processi all’intenzione, illazioni e chiacchiericcio che non portano a nulla se non a creare ulteriore confusione e nervosismo gratuito, è il messaggio che il presidente del CCSC, Riccardo Santoro, e tutte le componenti del gruppo, vogliono far passare. Ma i soci del CCSC non restano ciechi e sordi davanti all’imbarazzante spettacolo visto all’Arechi lunedi sera e invitano il mister a scelte più idonee, alla squadra di essere più concentrati e alla società wualche acquisto che possa aiutare la Salernitana a raggiungere almeno i Playoff.

    Di seguito il comunicato integrale:

    Il CCSC dopo la cocente delusione conseguente alla rovinosa sconfitta casalinga contro il Brescia, manifesta tutta la sua preoccupazione per la involuzione tecnica e caratteriale della squadra. In questo momento è esercizio facile scagliarsi nei confronti dell’ una o della altra componente, squadra, direttore sportivo, allenatore, dirigenza. Tutto ciò mina il grosso patrimonio che ha la Salernitana, ossia la sua tifoseria. Invita, pertanto, la stessa a mantenere la calma, evitare processi sommari in questo momento della stagione calcistica, tuttavia esorta nel contempo con forza la squadra a risollevarsi e ad interrompere il momento sfavorevole che ha portato alla involuzione tecnica e caratteriale. Esorta il mister a scelte più coerenti con i ruoli dei singoli calciatori pur non volendo scendere in richieste tecniche che competono sempre al mister.Esorta poi, con maggior forza la dirigenza a preparare una campagna acquisti di gennaio degna della passione della tifoseria Salernitana e per approcciarsi al centenario lottando quanto meno per i play off. Si chiede di non mollare sino alla fine del girone d’ andata per racimolare il maggior numero di punti e trovarci pronti per l’ auspicato riassetto conseguente al mercato di gennaio. Ci si deve rialzare già da Carpi per sfatare il tabù Carpi e trasferta in quest’ anno e per cacciare via i fantasmi del passato. Sempre vicini alla maglia anche e soprattutto nelle sconfitte. Forza Granata sempre.

  • Giudice sportivo: 7 calciatori squalificati per la prossima giornata

    Come recita il comunicato numero 76 di Lega B dell’11 dicembre, il Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante
    dell’A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione dell’11 dicembre 2018, ha assunto le decisioni
    qui di seguito riportate:

    CALCIATORI ESPULSI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    BALKOVEC Jure (Hellas Verona): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei
    confronti di un avversario.
    COSTA Andrea (Benevento): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti
    di un avversario.
    ROSSETI Valerio Lorenzo (Ascoli): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei
    confronti di un avversario e per comportamento non regolamentare in campo.

    CALCIATORI NON ESPULSI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    BENTIVOGLIO Simone (Venezia): per comportamento scorretto nei confronti di un
    avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
    CAPPELLETTI Daniel (Padova): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
    già diffidato (Quinta sanzione).
    DOMIZZI Maurizio (Venezia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Quinta sanzione).
    VOLTA Massimo (Benevento): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Quinta sanzione)

    PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA
    AMMONIZIONE

    SECONDA SANZIONE
    MICAI Alessandro (Salernitana)

    PRIMA SANZIONE
    MONTIPO Lorenzo (Benevento)

    PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
    AMMONIZIONE
    SESTA SANZIONEDERMAKU Kastriot (Cosenza)
    SABBIONE Alessio (Carpi)

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    DOS SANTOS MACHADO Claiton (Cremonese)
    IORI Manuel (Cittadella)
    RANIERI Luca (Foggia)

    TERZA SANZIONE
    ADDAE Bright (Ascoli)
    ARINI Mariano (Cremonese)
    GERBO Alberto (Foggia)
    RAICEVIC Filip (Livorno)

    SECONDA SANZIONE
    BRUCCINI Mirko (Cosenza)
    CAPRADOSSI Elio (Spezia)
    CLEMENZA Luca (Padova)
    CRESCENZI Alessandro (Hellas Verona)
    EMMERS Xian Ghislaine (Cremonese)
    HAAS Nicolas (Palermo)
    MANTOVANI Valerio (Salernitana)
    MARRAS Manuel (Pescara)
    MATOS SANTOS PINTO Ryder (Hellas Verona)
    NGOMBO Maecky Fred (Ascoli)
    PEZZI Enrico (Carpi)
    VALIANI Francesco (Livorno)
    ZAMPANO Giuseppe Marco (Venezia)

    PRIMA SANZIONE
    BELINGHERI Luca (Padova)
    CAMIGLIANO Agostino (Cittadella)
    CANESSA Alessio (Livorno)
    DANZI Andrea (Hellas Verona)
    DRAGOMIR Vlad Mihai (Perugia)
    MELCHIORRI Federico (Perugia)
    MOREO Stefano (Palermo)
    SZYMINSKI Przemyslaw (Palermo)

    PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
    AMMONIZIONE
    SECONDA SANZIONE
    LUCIONI Fabio (Lecce)

    ALLENATORI
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA
    CORINI Eugenio (Brescia): per essere, al 43° del primo tempo, entrato sul terreno di giuoco di
    circa tre metri per contestare una decisione arbitrale; infrazione rilevata da un Assistente.

    MEDICI
    SQUALIFICA A TUTTO L’11 FEBBRAIO 2019
    DE GASPERI Maurizio (Brescia): per avere, al 43° del primo tempo, mentre tentava di entrare
    sul terreno di giuoco senza autorizzazione, al fine di prestare soccorso ad un giocatore della
    propria squadra, reagito al richiamo del Quarto Ufficiale poggiando la mano sul braccio dello
    stesso e spingendolo; sanzione applicata ex art. 19 comma 4 ter lettera a.1

  • Donnarumma: “Non esulto contro una squadra che mi ha dato tanto”

    Alfredo Donnarumma, assoluto protagonista della partita e grande ex di turno è intervenuto in sala stampa: “Abbiamo avuto un approccio importante alla partita. Ce la siamo giocati alla pari. Il Brescia ha mostrato più voglia e cattiveria rispetto alla Salernitana”. L’augurio dell’attaccante partenopeo è quello di arrivaare in Serie A con il Brescia: “voglio dare continuità a ciò che so facendo, spero di arrivarci con il Brescia. Perchè non gioco in Serie A? Questa domanda non dovete farla a me. Un pensiero anche ai suoi ex tifosi: “Quella curva la porterò nel cuore pe tutta la mia vita, è stato sempre emozionante fare gol li sotto. Non esulto contro una squadra che mi ha dato tanto”.

  • Tonali a Dazn: “Donnarumma è un vero bomber, non sbaglia mai, lui c’è sempre”

    Il Brescia non vinceva in trasferta da 8 mesi, la Slernitana non ha mai perso in casa in questo campionato. Ai microfoni di Dazn, il miglior calciatore del campionato scorso, SandroTonali, dice la sua: “ Abbiamo preaprato la partita come le altre, ma sono le partite ceh cambiano da partita a partita. Bisona sempre essere concentrati e fare gol. Il miater Corini ha un grande spirito e noi lo seguiamo con tutto il cuore e speriamo di farlo sempre così bene” – queste le parole del talento del Brescia  – Donnarumma è un vero bomber, non sbaglia mai, lui c’è sempre. Io gioco sempre con lo stesso spirito non mi baso sulle voci che girano su di me –  ha concluso.

  • Bocalon VS Donnarumma: sifda a suon di gol

    La sfida di stasera è anche quella tra Alfredo Donnarumma e Riccardo Bocalon gli uomini che con i loro gol mantengono le rispettive squadre nelle zone alte della classifica. Bocalon è colui che ha regalato più punti alla Salernitana ben 8 grazie alle sue 5 reti segnate. Donnarumma è il capocannoniere di tutto il torneo con i suoi 10 gol in 11 partire ed è l’ex di turno di lusso. Grazie ai suoi gol il Brescia è sesto a 21 punti. La Salernitana è decima a 20 punti ed una vittoria potrebbe farla balzare al 5 posto superando proprio il Brescia ed anche il Verona.

  • Quel 4 maggio 1997, un gemellaggio nato in nome di Roberto Bani

    Sono passati più di vent’anni dal quel giorno, quel 4 maggio 1997, quando Roberto cadde dagli spalti dell’Arechi e perse la vita qualce giorno dopo nel prelsso ospedaliero salernitana dove era ricoverato. Quel giorno triste diede il via ad un gemellaggio calcistico tra le tifoserie di Brescia e Slernitana he ogni anno si rafforza sempre di più e con la voglia di non dimenticare mai chi ha perso la vita per la propria squadra del cuore. A tal proposito vogliamo ricordare questo gemellaggio con una nota di un pò di tempo fa che è stata pubblicata sul blog “La Tifoseria Bresciana” e riportata anche da altri giornali tra cui granatissimi-ottopagine. Tale gemellaggio è stato, tra l’altro, sancito anche ieri, nell’inaugurazione del club La casa della salernitanità nel centro storico cittadino. E’ stata dedicata una parete ai “fratelli bresciani”, così come anche a quelli del Bari, a dimostrazione dell’affetto e dell’unione tra queste tifoserie.

    Brescia-Salernitana: un gemellaggio che si rafforza ogni anno!

    Non tutti sanno che questo gemellaggio è da ricondurre sostanzialmente al 4 Maggio del  1997 (anche se l’amicizia è nata già prima ) ,  tredicesima giornata del campionato di Serie B, la Salernitana ospita le rondinelle  che alla fine della prima frazione di gioco sono sotto per 3-0. Durante l’intervallo nel settore ospiti accade la tragedia: Roberto Bani  (ultra del Brescia) batte in maniera violenta con la testa sui gradoni dell’Arechi.
    Dopo 6 giorni all’Ospedale di Salerno, Roberto volò in cielo.
    I salernitani sconvolti dall’accaduto raccolgono contributi per aiutare la famiglia di Roberto, stessa cosa ovviamente  fanno i supporter bresciani.
    I sostenitori campani cercarono  di stare vicini alla famiglia di Roberto nei giorni della sofferenza, con ospitalità e solidarietà.
    Negli anni si susseguono tanti striscioni: “Roby-Salerno. Uniti nel cuore: grazie”  il messaggio dei bresciani , ” Roberto Bani: un ultras non si dimentica”, il messaggio dei campani.
    Negli  ultimi anni la tifoseria granata non ha mai fatto mancare la sua vicinanza alla tifoseria bresciana sopratutto dopo la morte di Andrea Toninelli, tifoso bresciano morto dopo l’incidente di ritorno dalla trasferta di Livorno.
    “Da Ciro a Vincenzo, da Simone a Giuseppe, da Aldo fino al Siberiano. Rendiamo omaggio all’Amico Salernitano”. Questo lo striscione invece esposto nella Curva Nord del Brescia all’ingresso in campo delle squadre a settembre. Un messaggio che è stato accolto dagli applausi dei sostenitori del “cavalluccio”.
    Non importa quale sarà il risultato , di sicuro anche questa volta sarà una festa sugli spalti 

    Roberto Bani, uno di noi !

    Sono passati ormai 11 anni da quella tragica trasferta, ma ricordo ancora molto bene la disperazione di quei cinquanta ragazzi che avevano raggiunto Salerno pieni di gioia, fierezza ed orgoglio bresciano. La maggior parte arrivò in treno, qualcun’altro in macchina (non c’era ancora la netta contrapposizione di Mentalità e di settori che esiste oggi, ma la situazione non era comunque delle migliori). L’accoglienza da parte degli Ultras Salernitana fu pacata e rispettosa. L’amicizia che oggi ci lega alla loro Curva non era ancora nata, ma il rispetto era forte e reciproco. Non ci fu quindi nessun problema o tensione con loro. Quello che successe all’interno del settore ospiti, durante la partita, fu semplicemente una disgrazia che colpì duramente la nostra Curva. Un banale spintone che, tragicamente, fece cadere Roberto all’indietro. Su quegli scalini di cemento, si spense di colpo la felicità che ci aveva accompagnato fino a quel momento (nonostante si perdesse due a zero) e fu sostituita dalla disperazione, dallo sgomento ed in seguito dalla rabbia. Infatti, ci rendemmo conto immediatamente della gravità di quel gesto tanto assurdo quanto involontario. Chi per primo soccorse Roberto Bani, capì immediatamente che soltanto un miracolo lo avrebbe risvegliato. Io me ne resi conto molto più tardi, forse perché non volevo o non potevo accettare un simile destino. La partita, inutile dirlo, per noi finì in quel momento. Ripiegammo lo striscione ed uscimmo dal settore. Qualcun altro restò fino alla fine e, al termine della partita, ”invase” il rettangolo di gioco, sfogando tutta la sua rabbia contro chi, all’oscuro di tutto, aveva continuato comunque a ”giocare”. Sicuramente i giocatori non potevano rendersi conto di quanto era successo, anche se la partita fu sospesa per qualche minuto per consentire l’intervento dal campo dei medici. Chi invece ebbe delle gravi responsabilità in questa vicenda, anche se non vorrei neanche nominarla, fu proprio la nostra società che, forse per paura di essere coinvolta e quindi penalizzata, si guardò bene dall’interessarsi dei suoi tifosi (il lupo perde il pelo ma non il vizio !). Al contrario, la città ed il grande pubblico di Salerno si interessarono alla vicenda, stringendosi intorno alla famiglia di Roberto durante gli ultimi giorni della sua vita e rimediando alle mancanze, ai doveri ed alle responsabilità della nostra società. Purtroppo, tutta la solidarietà e l’affetto dei salernitani non bastarono a far rivivere Roberto. Neanche i tentativi dei ragazzi del gruppo “Sezione” (che si erano fermati a Salerno per non lasciarlo solo) di risvegliarlo dal coma servirono a molto. La notizia della sua morte me la diede proprio uno di loro mentre, insieme ad un amico, stavo ritornando a Salerno per poterlo salutare. Fu una botta tremenda. Quando giungemmo a destinazione l’ospedale era ormai chiuso, quindi non potemmo dargli neanche l’ultimo saluto. Nonostante la disperazione, passammo comunque una serata in compagnia di ragazzi straordinari, che ci fecero sentire come fossimo a casa nostra. Questo ci risollevò molto, anche perché ci rendemmo conto che la famiglia di Roberto non era stata lasciata sola da tutti durante quella tragica settimana. Ripartimmo da Salerno prima di mezzanotte, anche perché il giorno dopo si giocava col Genoa e, assolutamente, non volevamo mancare alla prima partita con Roberto che ci seguiva dall’alto. Nel primo tempo si decise di restare in silenzio e tutti rispettarono questa decisione (non crediate che fosse così facile e scontato, allora la Curva non era così unita, ”rispettosa” e matura). Poi, oltre ai cori potenti per Roberto, ci furono dure contestazioni nei confronti della società, rea appunto di essersi comportata con molta leggerezza. Oggi, molti di quelli che allora sfogarono violentemente la loro rabbia hanno già dimenticato e sono persino giunti a premiare il presidente che si macchiò di tanta ”infamia”. Noi no ! Noi non dimentichiamo ! E quando facciamo il coro per Roby Bani un po’ di rabbia da quel coro esce ancora.

    Fonte: Dal libro ”C’è baruffa nell’aria” degli Ultras 1911 Curva Nord (Brescia) pubblicato anche sul blog saladellamemoriaheysel

  • Giudice sportivo: nove squalificati, nessun granata. Diecimila euro di ammenda al Lecce

    Il giudice sportivo ha diramato il comunicato con le sentenze dopo la 14 giornata cadetta. Per i granata risulta solo l’ammonizione ad Akpa Akpro. Ben nove risultano i calciatori squalificati; 3 turni di stop a Bidaoui e Ninkovic, 2 a Colombi.

    Di seguito il comunicato ufficiale numero 71 della Lega di Serie B

    SOCIETA’
    Ammenda di € 10.000,00: alla Soc. LECCE per avere suoi sostenitori, nel corso della gara,
    lanciato sul terreno di giuoco un bengala e numerosi fumogeni, recidiva; sanzione attenuata ex
    art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente
    operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

    Ammenda di € 5.000,00: alla Soc. CARPI a titolo di responsabilità oggettiva, per avere alcuni
    collaboratori, al termine della gara, in prossimità del tunnel che adduce agli spogliatoi, rivolto
    all’Arbitro espressioni ingiuriose.

    Ammenda di € 2.000,00: alla Soc. COSENZA per avere suoi sostenitori, al 1° del primo tempo,
    acceso due fumogeni nel proprio settore; sanzione attenuata ex art. 12 n. 3 in relazione all’art. 13,
    comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a
    fini preventivi e di vigilanza.

    CALCIATORI ESPULSI
    SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA

    BIDAOUI Soufiane (Spezia): per avere, al 24° del secondo tempo, a giuoco fermo, colpito con
    un pugno al petto un calciatore della squadra avversaria.
    NINKOVIC Nikola (Ascoli): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di
    un avversario; per avere inoltre, al 4° del secondo tempo, alla notifica del provvedimento di
    espulsione, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti dell’Arbitro.

    SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMENDA DI € 2.000,00

    COLOMBI Simone (Carpi): per avere, al termine della gara, mentre usciva dal terreno di
    giuoco, rivolto all’Arbitro un epiteto insultante, reiterando tale comportamento dopo la notifica
    del provvedimento di espulsione.

    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

    CURCIO Felipe (Brescia): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di
    un avversario.
    MAZZOCCO Davide (Padova): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in
    possesso di una chiara occasione da rete.
    ROMERO ESPINOZA Aristotelles (Crotone): doppia ammonizione per comportamento
    scorretto nei confronti di un avversario.

    CALCIATORI NON ESPULSI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

    GHIRINGHELLI Luca (Cittadella): per comportamento non regolamentare in campo; già
    diffidato (Quinta sanzione).
    JAJALO Mato (Palermo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Quinta sanzione).
    MODOLO Marco (Venezia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Quinta sanzione).

    PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA
    AMMONIZIONE SECONDA SANZIONE

    SCAPPINI Stefano (Cittadella)

    PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
    AMMONIZIONE SESTA SANZIONE

    CAPELLI Daniele (Padova)

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    BENTIVOGLIO Simone (Venezia)
    BILLONG Jean Claude (Benevento)
    VAISANEN Sauli Aapo (Crotone)

    TERZA SANZIONE
    AKPA AKPRO Jean Daniel D (Salernitana)
    CORSI Angelo (Cosenza)
    DOS SANTOS MACHADO Claiton (Cremonese)
    MAGGIO Christian (Benevento)
    PASCIUTI Lorenzo (Carpi)
    PETRICCIONE Jacopo (Lecce)
    RAJKOVIC Slobodan (Palermo)
    SCHENETTI Andrea (Cittadella)
    TONALI Sandro (Brescia)

    SECONDA SANZIONE
    CARRARO Marco (Foggia)
    CONCAS Fabio (Carpi)
    FAZZI Nicolo (Livorno)
    JELENIC Enej (Carpi)
    SALVI Alessandro (Palermo)

    PRIMA SANZIONE
    BORDIN Alessandro (Perugia)
    CASTROVILLI Gaetano (Cremonese)
    LEGITTIMO Matteo (Cosenza)
    MAZZEO Fabio (Foggia)
    MENDES Murilo Otavio (Livorno)
    POLI Fabrizio (Carpi)
    ROSSETI Valerio Lorenzo (Ascoli)
    TABANELLI Andrea (Lecce)

    PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
    AMMONIZIONE TERZA SANZIONE

    OKEREKE Chidozie David (Spezia)

    SECONDA SANZIONE
    GARRITANO Luca (Cosenza)
    PADELLA Emanuele (Ascoli)
    VIGORITO Mauro (Lecce)
    PRIMA SANZIONE
    LANNI Ivan (Ascoli)
    ZAMPANO Giuseppe Marco (Venezia)

    ALLENATORI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    SENATORE Catello (Spezia): per avere, al 25° del secondo tempo, assunto un atteggiamento
    intimidatorio nei confronti di un calciatore della squadra avversaria; infrazione rilevata dal
    Quarto Ufficiale.

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA
    DEL FOSCO Antonio (Ascoli): per avere, al 26° del secondo tempo, contestato platealmente
    una decisione arbitrale.

    DIRIGENTI

    AMMENDA DI € 5.000,00
    VRENNA Raffaele (Crotone): per avere, al termine del primo tempo, nel tunnel che adduce agli
    spogliatoi, rivolto epiteti insultanti ad un calciatore della squadra avversaria.

    AMMENDA DI € 4.000,00
    ANGELOZZI Guido (Spezia): per avere, al termine della gara, negli spogliatoi, rivolto agli
    Ufficiali di gara espressioni irriguardose.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker