serie b

  • Generazione Vestuti: “Azzeramento quadri US Salernitana 1919 e blocco della rosa attuale”

    Quelli di tanto tempo fa, coloro che hanno donato amore e cuore alla maglia granata, sono i tantissimi soci del club Generazione Donato Vestuti. Sono stati in religioso silenzio senza dir nulla pur soffrendo per le sorti dei granata,un decadimento avvenuto partita dopo partita, fino all’epilogo finale dello spareggio con il Venezia per non tornare nell’infermo della Serie C (in attesa del caso Foggia che potrebbe uleriormente sconvolgere la calassifica). Ora hanno deciso di parlare con un comunicato ufficiale girato alla stampa di una petizione popolare:

    “La Generazione Donato Vestuti promuove una petizione popolare per chiedere l’immediato azzeramento dei quadri dirigenziali della società U.S. Salernitana 1919 e il licenziamento del capo di questa struttura, il direttore generale Angelo Fabiani.
    Contestualmente sin da ora si chiede alla proprietà, in caso di esito negativo degli spareggi salvezza,di non cedere alcun calciatore dell’attuale rosa, affinché coloro che sono tra i maggiori responsabili, possano toccare con mano, anche dal punto di vista professionale, le conseguenze delle loro nefandezze.
    Nell’anno del Centenario si sta consumando la più grave e inaccettabile onta della storia del club.
    Un disastro sociale e sportivo che non può restare impunito.
    W SALERNO W LA SALERNITANITA’ W LA SALERNITANITA! !!”

    (Foto da: salerno.itialiani.it)

  • Nesta convoca 23 calciatori per la sfida contro la Salernitana

    Sono 23 i convocati da Nesta:

    PORTIERI: Gabriel, Bizzarri, Perilli.

    DIFENSORI: Falasco, Felicioli, Gyomber, Mazzocchi, Rosi, Sgarbi,

    CENTROCAMPISTI: Bianco, Bordin, Carraro, Dragomir, Falzerano, Kouan, Kingsley, Moscati, Ranocchia, Verre.

    ATTACCANTI: Han, Melchiorri, Sadiq, Vido.

  • Perugia -Salernitana: 21 precedenti; granata senza vittorie al Curi dal 2005

    Perugia e Salernitana si sono affrontate ben 21 volte in Umbria con un bilancio di 8 vittorie per i padroni di casa, 9 pareggi e 4 successi granata e quindi favorevole ai grifoni. Il primo incontro risale alla stagione 1940/1941 mentre l’ultima sfida risale alla scorsa stagione. Tra esse si ricorda anche una gara in serie A, datata 21 marzo 1999, 1-0 per i biancorossi, con rete decisiva al 71’ di Milan Rapaic. I granata non vincono al “Curi” dal 21 febbraio 2005, 1-0 in B con gol determinante di Bombardini. A favore dei biancorossi anche le realizzazioni con 23 reti mentre la Salernitana ne ha messe a segno 18.

    1940/1941 Serie C Perugia – Salernitana 1 – 0

    1946/1947 Serie B Perugia – Salernitana 1 – 3 (OnoratoMargiottaMargiotta)

    1982/1983 Coppa Italia Perugia – Salernitana 1 – 1 (Zaccaro)

    1988/1989 Serie C-1 Perugia – Salernitana 1 – 1 (Di Bartolomei)

    1989/1990 Serie C-1 Perugia – Salernitana 0 – 0

    1991/1992 Serie C-1 Perugia – Salernitana 1 – 0

    1992/1993 Serie C-1 Perugia – Salernitana 1 – 0

    1993/1994 Serie C-1 Perugia – Salernitana 3 – 0

    1993/1994 Coppa Italia C Perugia – Salernitana 0 – 0

    1994/1995 Serie B Perugia – Salernitana 1 – 2 (StradaPisano)

    1995/1996 Serie B Perugia – Salernitana 1 – 2 (FerrantePisano)

    1997/1998 Serie B Perugia – Salernitana 1 – 1 (De Cesare)

    1998/1999 Serie A Perugia – Salernitana 1 – 0

    2000/2001 Coppa Italia Perugia – Salernitana 2 – 1 (Chianese)

    2004/2005 Serie B Perugia – Salernitana 0 – 1 (Bombardini)

    2006/2007 Serie C-1 Perugia – Salernitana 1 – 1 (Sestu)

    2007/2008 Serie C-1 Perugia – Salernitana 1 – 1 (Di Napoli)

    2013/2014 I Divisione Perugia – Salernitana 1 – 0

    2015/2016 Serie B Perugia – Salernitana 1 – 1 (Coda)

    2016/2017 Serie B Perugia – Salernitana 3 – 2 (CodaRonaldo)

    2017/2018 Serie B Perugia – Salernitana 1 – 1 (Rosina)

  • Calciomercato: Cocco al Padova

    L’attaccante, ex Pescara, Andrea Cocco, si era svincolato dal club abruzzese in vista del mercato invernale per poter abbracciare un nuovo progetto. La chiamata è arrivata proprio dal Padova; “Volevo mantenere la categoria, avrei dovuto già andare via in estate, ma Pillon mi convinse a rimanere. Purtroppo poi non c’è stata la possibilità di giocare e a gennaio ho deciso di rescindere l’ultimo giorno di mercato per farmi trovare pronto.  Non ho il ritmo partita ma credo che rapidamente possa raggiungere il top della condizione. Se Bisoli vuole io sono pronto ad andare in panchina già sabato. In questo momento la salvezza sembra difficile, ma abbiamo tanti scontri diretti e possiamo farcela”

  • Giudice sportivo: 3 squalificati; Spezia – Livorno risultato non omologato e 20.000 euro di multa alla società toscana

    Il Giudice sportivo a margine della settima giornata di ritorno della Serie BKT ha squalificato 3 calciatori, tutti per un turno. Non omologato il risultato di Spezia-Livorno, in virtù del preannuncio di reclamo da parte della società ospite.Come si legge nel comunicato ufficiale: “Il Giudico Sportivo, ricevuto dalla Soc. Livorno preannuncio di reclamo in ordine alla regolarità della gara sopra indicata, in attesa di ricevere le motivazioni, questo Giudice si riserva di decidere in merito all’omologazione del risultato”.

    Di seguito il comunicato ufficiale numero 120

    Il Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante
    dell’A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione del 28 febbraio 2019, ha assunto le decisioni
    qui di seguito riportate:

    Ammenda di € 20.000,00 e diffida: alla Soc. LIVORNO per avere suoi sostenitori, al momento
    dell’ingresso nello stadio, forzato i cancelli dell’impianto, danneggiato i tornelli e messo fuori uso
    i maniglioni anti-panico; per avere inoltre, al 27° del primo tempo, aggredito alcuni stewards
    presenti nel loro settore ferendone lievemente quattro, generando un parapiglia tale da costringere
    gli stewards ad abbandonare il settore. Al contempo lanciavano in direzione delle Forze
    dell’Ordine, intervenute per cercare di ripristinare la calma, alcuni oggetti di vario genere;
    sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la
    Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

    Ammenda di € 3.000,00: alla Soc. PALERMO per avere suoi sostenitori, al 17° del secondo
    tempo, lanciato un fumogeno sul terreno di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione
    all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze
    dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

    Ammenda di € 1.500,00: alla Soc. FOGGIA per avere suoi sostenitori, al termine della gara,
    lanciato un petardo nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13,
    comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini
    preventivi e di vigilanza.

    Ammenda di € 1.500,00: alla Soc. LECCE per avere suoi sostenitori, al 2° del primo tempo,
    lanciato un fumogeno nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art.
    13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a
    fini preventivi e di vigilanza.

    CALCIATORI
    CALCIATORI NON ESPULSI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    BUSELLATO Massimiliano (Foggia): per comportamento scorretto nei confronti di un
    avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
    MODOLO Marco (Venezia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Decima sanzione).
    PETRICCIONE Jacopo (Lecce): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
    già diffidato (Quinta sanzione).

    PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA
    AMMONIZIONE
    TREDICESIMA SANZIONE
    BELLUSCI Giuseppe (Palermo)

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    DAWIDOWICZ Pawel Marek (Hellas Verona)
    TERZA SANZIONE
    CAMPAGNARO Hugo Armando (Pescara)

    PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
    AMMONIZIONE
    UNDICESIMA SANZIONE
    SABBIONE Alessio (C
    DI GENNARO Matteo (Livorno)
    DRAGOMIR Vlad Mihai (Perugia)
    STRIZZOLO Luca (Cremonese)

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    CAVION Michele (Ascoli)

    TERZA SANZIONE
    BERETTA Giacomo (Ascoli)
    BONAZZOLI Federico (Padova)
    CRISETIG Lorenzo (Benevento)
    NGAWA Pierre Yves R M (Foggia)
    PICCOLO Antonio (Cremonese)
    PORCINO Antonio (Livorno)
    SEMPRINI Alessandro (Brescia)
    VASCONCELOS FERREIRA Gabriel (Perugia)
    ZAMPANO Giuseppe Marco (Venezia)

    SECONDA SANZIONE
    COULIBALY Mamadou (Carpi)
    LARIBI Karim (Hellas Verona)
    LONGHI Alessandro (Padova)
    MBAKOGU Jerry (Padova)
    MOREO Stefano (Palermo)
    ODJER Moses (Salernitana)
    SZYMINSKI Przemyslaw M (Palermo)
    TACHTSIDIS Panagiotis (Lecce)

    PRIMA SANZIONE
    ANDERSON Djavan Lorenzo (Salernitana)
    CALAIO’ Emanuele (Salernitana)
    CALDIROLA Luca (Benevento)
    CURADO Marcos (Crotone)
    DA CRUZ Alessio Sergio (Spezia)
    FORNASIER Michele (Venezia)
    SODDIMO Danilo (Cremonese)
    VITALE Mattia (Carpi)

    PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA ED AMMENDA DI € 1.500,00 (QUARTA SANZIONE)
    DELI Francesco (Foggia): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in
    area di rigore avversaria (Quarta sanzione).
    OKEREKE Chidozie David (Spezia): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento
    falloso in area di rigore avversaria (Quarta sanzione).

    AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.500,00 (SECONDA SANZIONE)
    FRATTESI Davide (Ascoli): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso
    in area di rigore avversaria.

    ALLENATORI
    AMMENDA DI € 7.000,00 E DIFFIDA
    BUCCHI Cristian (Benevento): per avere, al 23° del secondo tempo, a seguito della segnatura
    di una rete da parte della squadra avversaria, rivolto espressioni irriguardose nei confronti dei
    componenti della panchina avversaria e calciato in direzione degli stessi una bottiglietta di
    plastica; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA
    GROSSO Fabio (Hellas Verona): per avere, al 38° del primo tempo, uscendo dall’area tecnica,
    contestato platealmente una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

    AMMONIZIONE
    PILLON Giuseppe (Pescara): per avere, al 40° del secondo tempo, contestato una decisione
    arbitrale.
    ZAMBARDI Fabrizio (Ascoli): per avere, al 48° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina,
    contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

    DIRIGENTI
    AMMONIZIONE
    LILLO Francesco (Ascoli): per avere, al 48° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina,
    contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

    OPERATORI SANITARI
    SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
    TODDE Francesco (Brescia): per avere, al 33° del secondo tempo, a seguito della segnatura di
    una rete da parte della proprio squadra, rivolto un’espressione insultante al Quarto Ufficiale.

     

  • Serie B: Beretta in ospedale, TAC negativa

    Ancora protagonista di uno scontro l’attaccante dell’Ascoli Giacomo Beretta. A 9′ dalla fine del match uno scontro duro con il foggiano Ranieri ha creato momenti di tensione. Il numero 21 banconero è stato trasportato fuori dal terreno di gioco sostituito da Cavion e ha trascorso la nottata all’Ospedale Mazzoni di Ascoli e dovrà svolgere nuovi accertamenti a seguito del trauma commotivo riportato per il colpo ricevuto. La tac ha dato esito negativo, per l’attaccante sono in programma altri esami ed è molto difficile che possa partire per la trasferta di Carpi sabato pomeriggio. Ricordiamo il fortuito scontro di gioco tra Manuel Scavone e Giacomo Beretta, in occasione di Lecce-Ascoli dello scorso primo febbraio che  aveva tenuto con il fiato sospeso tutto il calcio italiano. Grandi momenti di paura, il rinvio del match e poi i primi segnali di speranza con il giocatore leccese dichiarato fuori pericolo e ora in fase di recupero.

  • Serie B: Perugia sbanca Venezia, 3-0 dello Spezia sul Livorno

    Vincono Perugia e Spezia nei due posticipi della 26ª giornata. Colpaccio degli umbri di Nesta a Venezia, agganciata la zona playoff; male i lagunari, che rischiano di essere risucchiati nelle parti basse della classifica. In corsa per la massima serie anche lo Spezia che piega con un tris il Livorno, in piena zona retrocessione.
    VENEZIA-PERUGIA 2-3
    Festival del gol al Penzo. Ad aprire le danze sono proprio gli umbri al 12’: ripartenza vincente, Sadiq trafigge Vicario con un bel destro dal limite. Sei minuti dopo il Venezia potrebbe già pareggiare, ma Bocalon fallisce il penalty. La festa dei lagunari è rimandata al 38’, quando Segre batte di testa Gabriel, ma dura poco perché il Perugia ribadisce immediatamente il vantaggio con Verre che, complice un errore di Vicario, insacca la palla in rete. I biancorossi chiudono il primo tempo addirittura con il tris firmato da Melchiorri, abile nello svettare in area e trafiggere il portiere avversario. Nel secondo tempo Sadiq manca di un niente il poker, quindi il Venezia prova l’arrembaggio nel finale: Di Mariano accorcia al volo a nove dalla fine, ma l’impresa pareggio non riesce. Fa festa il Perugia.
    SPEZIA-LIVORNO 3-0
    Il primo gol porta la firma di Maggiore, al 21’: tap-in vincente a porta vuota, dopo un primo miracolo di Zima su Okereke. Alla mezz’ora del primo tempo il caos sugli spalti: i tifosi del Livorno tentano l’irruzione sul terreno di gioco, ma gli steward evitano il peggio. I toscani sprecano tanto, la squadra di Marino trova il raddoppio al 74’: sfondamento di Da Cruz sulla destra, assist al bacio per Perini che deve solo appoggiarla dentro. A chiudere definitivamente i giochi è Mora, con una conclusione che batte Zima. Livorno in difficoltà, Spezia in zona playoff.
    (fonte: lagazzettadellosport.it)
  • Mirri: idea crowdfunding per il Palermo

    Come rimarcato da Mediagol.it il piano affiancato per aiutare un Palermo Calcio in difficoltà sarebbe al momento una raccolta fondi. Il progetto annunciato dall’imprenditore palermitano Dario Mirri, è quello che viene definito “crowdfunding“, tramite il quale cercare di ottenere dei soldi da parte di diversi finanziatori. A tal proposito ci sarebbero già delle figure che avrebbero deciso di sposare tale iniziativa tra cui alcuni volti noti dello spettacolo. Atutalmente ai rosanero servirebbero circa 2,3 milioni di euro stando a quanto dichiarato anche dallo stesso Mirri, il quale avrebbe pure l’opzione per rilevare le quote della società siciliana entro il 13 marzo.

  • Rastelli: “A Salerno il pubblico fa la differenza”

    In sala stampa Massimo Rastelli fa i complimenti alla Salernitana: “La Salernitana è una squadra da Playoff, molto fisica e ottima qualità e il pubblico fa la differenza”. L’ex tecnico dell’Avellino è in una situazione precaria per quanto riguarda la continuazione dell’avventura sulla panchina della Cremonese: Lavoriamo con serietà ma siamo schiavi dei risultati”. Soddisfatto della sua squadra nel primo tempo, non ha visto una Cremonese rinunciataria o con la paura in campo ed è mancata l’incisività sotto porta. Partita equilibrata secondo il mister, fino all’episodio del calcio d’angolo dove Minala ha segnato, perchè da li la partita si è messa tutta a favore della Salernitana.
  • Serie B: crolla il Palermo a Crotone, pareggia il Brescia, vincono Benevento e Lecce

    Non sono mancate le sorprese nel turno infrasettimanale di Serie B. Clamorosa la sconfitta del Palermo a Crotone, 3-0. Non ha brillato neanche la capolista Brescia che non è andata oltre l’1-1 a Padova. Chi sorride è il Lecce di Liverani: i pugliesi hanno battuto 2-1 il Verona nel big-match di giornata. In zona play-off vittorie importanti per Salernitana e Cosenza. Dietro, il Foggia riprende l’Ascoli al 95′.

    PADOVA-BRESCIA 1-1
     — La grande sorpresa di giornata è a Padova, dove finisce in parità la sfida testa-coda tra i veneti e il Brescia. Un gol di Ndoj salva la squadra di Corini a Padova dopo il vantaggio dei padroni di casa firmato da un bel colpo di testa di Mazzocco.

    CROTONE-PALERMO 3-0
     — Nella sfida dello Scida altro risultato inaspettato con i calabresi che vincono con un rotondo 3-0, padroni di casa avanti alla mezz’ora con Rhoden, abile a insaccare dopo il palo colpito da Simy. A 11′ dalla fine arriva anche il colpo del k.o. per i rosanero, con Mraz. Nel finale c’è anche il 3-0 dei calabresi con Simy che non sbaglia dal dischetto. Il Brescia va a +4 sul Benevento, ora secondo dopo la vittoria pomeridiana contro il Pescara. Gli uomini di Stellone, invece, mancano la possibilità di accorciare sulla vetta, restando terzi a -3.
    LECCE-VERONA 2-1 — Soffre solo nel finale il Lecce che aggancia il Pescara al quarto posto. Giallorossi in vantaggio al 34′ con il solito La Mantia. Nella ripresa Lucioni raddoppia di testa al 53′. In pieno recupero la riapre Laribi ma non basta ai veneti per trovare il pareggio.

    SALERNITANA-CREMONESE 2-0
     — In zona play-off spicca la vittoria della Salernitana sulla Cremonese grazie alle reti di Minala e Jallow.

    COSENZA-CARPI 1-0
     — Un gol di tutino decide Cosenza-Carpi, complice anche l’errore dal dischetto nel finale di Marsura che si fa ipnotizzare da Perina.

    ASCOLI-FOGGIA 2-2
     — Pari e spettacolo nella sfida salvezza tra Ascoli e Foggia: finisce 2-2. Botta e risposta al Del Duca nel primo tempo: al 12′ Rosseti porta avanti gli uomini di Vivarini, ma passano appena 20 minuti e arriva la risposta dei pugliesi con Deli. Prima dell’intervallo magia di Ninkovic su punizione. Al 5′ di recupero Kragl trova il 2-2. Domani, chiuderanno la giornata Venezia-Perugia (alle 19) e Spezia-Livorno (alle 21).

    BENEVENTO-PESCARA 2-1
     — Benevento ufficialmente secondo dopo la vittoria sui biancazzurri di Pillon. Coda sbaglia un rigore, poi segna e colpisce un palo. Il Benevento impreca contro la sorte per il solito gol di Mancuso, ma alla fine i campani la spuntano con Volta all’87’.
    (fonte: gazzetta.it)
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker