serie b

  • Mazzotta: “Ci aspettano diciotto finali; con la Salernitana non è una partita facile”

    Antonio Mazzotta, difensore del Palermo, in conferenza stampa fa capire senza se e senza ma, l’importanza di una vittoria nella partita di venerdi contro la Salernitana perchè tutta la squadra vuole andare a tutti i costi in massima serie: “Battere la Salernitana è importante per centrare l’obiettivo”. Tutte le partite in serie B sono difficili ed ovviamente, venerdi Mazzotta si aspetta una partita non facile: “Noi pensiamo sempre positivo e quest’anno dobbiamo raggiungere a tutti i costi l’obiettivo. Da adesso alla fine, ci aspettano 18 finali . Lavoriamo duramente durante la settimana, stiamo studiando l’avversario per cercare di vincere venerdi. Farò di tutto per ritagliarmi i miei spazi ma chi gioca gioca, noi dobbiamo dare il cento per cento” – ha dichiarato.

  • Giudice sportivo: sette squalificati, nella lista c’è anche Castiglia

    Il Giudice Sportivo ha squalificato sette calciatori dopo l’ultima giornata di campionato e tutti per una giornata.

    Ammenda di € 5.000,00: alla Soc. HELLAS VERONA per avere suoi sostenitori, al 10° ed al
    25° del primo tempo, intonato un coro insultante di matrice territoriale nei confronti della
    tifoseria avversaria.

    Ammenda di € 5.000,00: alla Soc. PESCARA per avere suoi sostenitori, al 10° del primo tempo,
    intonato un coro insultante di matrice territoriale nei confronti della tifoseria avversaria.

    Ammenda di € 3.000,00: alla Soc. ASCOLI per avere suoi sostenitori, al 40° del secondo tempo,
    lanciato in direzione del portiere della squadra avversaria due oggetti di piccole dimensioni;
    sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la
    Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

    Ammenda di € 2.000,00: alla Soc. ASCOLI perché a seguito della realizzazione di una rete, al
    50° del secondo tempo, risultavano indisponibili i palloni assegnati ai raccattapalle.

    CALCIATORI ESPULSI

    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
    GANZ Simone Andrea (Ascoli): doppia ammonizione per comportamento non regolamentare in
    campo.

    CALCIATORI NON ESPULSI
    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

    ADDAE Bright (Ascoli): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Quinta sanzione).

    BELLUSCI Giuseppe (Palermo): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato
    (Decima sanzione).

    BENEDETTI Amedeo (Cittadella): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
    già diffidato (Quinta sanzione).

    BILLONG Jean Claude (Benevento): per comportamento scorretto nei confronti di un
    avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

    CASTIGLIA Luca (Salernitana): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
    già diffidato (Quinta sanzione).

    KRAGL Oliver (Foggia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
    diffidato (Quinta sanzione).

    PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA
    AMMONIZIONE SESTA SANZIONE

    DIAMANTI Alessandro (Livorno)

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)

    PALOMBI Simone (Lecce)

    AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.000,00 (PRIMA SANZIONE)

    PAZZINI Giampaolo (Hellas Verona): sanzione aggravata perché capitano della squadra.

    PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
    AMMONIZIONE SETTIMA SANZIONE

    BROSCO Riccardo (Ascoli)
    CAPPELLETTI Daniel (Padova)
    DOMIZZI Maurizio (Venezia)
    MODOLO Marco (Venezia)
    SABBIONE Alessio (Carpi)
    SESTA SANZIONE
    BANDINELLI Filippo (Benevento)
    TREVISAN Trevor (Padova)
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    BRUGMAN DUARTE Gaston (Pescara)
    CAPRADOSSI Elio (Spezia)
    FALASCO Nicola (Perugia)
    GERBO Alberto (Foggia)
    LEE Seungwod (Hellas Verona)
    PETRICCIONE Jacopo (Lecce)
    VIGNALI Luca (Spezia)

    TERZA SANZIONE
    BISOLI Dimitri (Brescia)
    CARACCIOLO Antonio (Hellas Verona)
    CISTANA Andrea (Brescia)
    MENDES Murilo Otavio (Livorno)
    VENUTI Lorenzo (Lecce)

    SECONDA SANZIONE
    ADORNI Davide (Cittadella)
    AGNELLI Cristian Antonio (Foggia)
    BOULTAM Reda (Cremonese)
    BOVO Cesare (Lecce)
    CONTESSA Sergio (Padova)
    DRAGOMIR Vlad Mihai (Perugia)
    GONNELLI Lorenzo (Livorno)
    MORA Luca (Spezia)
    SCOGNAMIGLIO Gennaro (Pescara)

    PRIMA SANZIONE
    BIANCHIMANO Andrea (Perugia)
    TERRANOVA Emanuele (Cremonese)
    VALIETTI Federico (Crotone)
    WILMOTS Reno Johan C (Carpi)
    PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
    JELENIC Enej (Carpi)

    AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.500,00 (TERZA SANZIONE)
    IMPROTA Riccardo (Benevento): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento
    falloso in area di rigore avversaria.
    MATOS SANTOS PINTO Ryder (Hellas Verona): per avere simulato di essere stato sottoposto
    ad intervento falloso in area di rigore avversaria.

    AMMONIZIONE TERZA SANZIONE
    MICAI Alessandro (Salernitana)

    AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.500,00 (SECONDA SANZIONE)
    CHIARETTI COSSENZO Lucas (Foggia): per avere simulato di essere stato sottoposto ad
    intervento falloso in area di rigore avversaria.

    SECONDA SANZIONE
    FIRENZE Marco (Crotone)
    GUSTAFSON Samuel (Hellas Verona)

    PRIMA SANZIONE
    FIORDILINO Antonio Luca (Palermo)

    ALLENATORI
    AMMONIZIONE CON DIFFIDA ED AMMENDA DI € 3.000,00

    GROSSO Fabio (Hellas Verona): per avere, al 35° del secondo tempo, entrando sul terreno di
    giuoco, contestato platealmente una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale;
    alla notifica del provvedimento di allontanamento ritardava l’uscita dal recinto di giuoco, che
    avveniva dopo circa due minuti grazie all’intervento del capitano della squadra.

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA ED AMMENDA DI € 2.000,00

    BUCCHI Cristian (Benevento): per avere, al 41° del secondo tempo, contestato platealmente
    una decisione arbitrale e calciato una lattina in direzione della proprio panchina; infrazione
    rilevata dal Quarto Ufficiale.

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA

    BISOLI Pier Paolo (Padova): per avere, al 33° del secondo tempo, entrando sul terreno di
    giuoco, contestato platealmente una decisione arbitrale.

    MAZZOLA Sandro (Hellas Verona): per avere, al 50° del secondo tempo, uscendo dall’area
    tecnica, contestato platealmente una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

    DIRIGENTI
    INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE
    CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE
    A TUTTO IL 13 GENNAIO 2019 ED AMMENDA DI € 5.000,00

    D’AMICO Tony (Hellas Verona): per avere, al 32° del secondo tempo, contestato platealmente
    l’operato arbitrale e rivolto ad un Assistente espressioni ingiuriose, reiterando tale atteggiamento
    con un calciatore della squadra avversaria.

    INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE
    CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE
    A TUTTO IL 13 GENNAIO 2019

    FOGGIA Pasquale (Benevento): per avere, al termine della gara, rivolto espressioni ingiuriose
    agli Ufficiali di gara; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale

  • Serie B: media spettatori supera i 7000; Benevento-Salernitana la partita più vista

    Fine di girone di andata e tempo di primi bilanci per la Serie BKT. Quelli del pubblico sugli spalti sono numeri confortanti, partendo dal trittico di Natale. Ma andiamo per ordine, i dati comunicati dalle società dicono innanzitutto che in totale gli spettatori sono stati, in questo girone d’andata, 1.206.136 con una media che supera i 7mila spettatori (7053) confermando dunque il trend della stagione 2017/18. Per due volte nel trittico natalizio si è superata questa media, nella 18a giornata giocata fra mercoledì 26 e giovedì 27, una delle più frequentate della prima parte del campionato con 7520 spettatori di media, e nella 19a giornata seguita allo stadio da una media di 7168 spettatori. Dati che confermano come giocare a Natale sia una scelta azzeccata. La partita più vista durante l’andata è stata Benevento-Salernitana con 13622 spettatori, seguita da Hellas Verona-Padova, l’altra partita che ha superato quota 13mila (13503).  Un ultimo dato: sempre il Benevento con 11128 è il club con la media spettatori più alta, seguito da Lecce (10445), Hellas Verona(10287) e Foggia (10243). Anche gli abbonati in leggera crescita rispetto alla scorsa stagione, 4328 rispetto i 4272 della 2017/18.

    (fonte: lega b)

  • Red Bull B Best, le nuove nomination

    Lega B e La Gazzetta dello Sport lanciano per il terzo anno consecutivo la grande iniziativa Red Bull B-Best, il contest che celebra ogni settimana le più belle azioni della Serie BKT e che si concluderà con una combattuta finale al termine della stagione.

    Questa settimana si può votare per:

    ENERGIA: Manuel Marras – Pescara

    CARISMA: Sandro Tonali – Brescia

    CUORE: Matteo Bianchtti – Verona

    GENIO: Antonio Piccolo – Cremonese

    EXTRA TIME: Maicon Moreira – Livorno

    Si vota sul sito:
    https://redbull-bbest.legab.it/

     

  • Serie B: Il Palermo chiude l’anno al pimo posto, seguito dal Brescia

    Nell’ultima giornata prima della lunga sosta, il Palermo si conferma solo in vetta al campionato di Serie B, grazie al successo per 1-0 nella trasferta di Cittadella. Al secondo posto il Brescia, che pareggia 1-1 a Benevento, si fa raggiungere dal Pescara, vincitore in rimonta 4-2 a Salerno.
    SPEZIA-LECCE 1-1
    Un tempo per uno a La Spezia e punteggio che rispecchia l’andamento del match. Al 13’ Spezia in vantaggio su rigore: Ricci trasforma dagli 11 metri il penalty concesso dall’arbitro Ghersini per fallo di mano di Petriccione. Nella ripresa i pugliesi vanno più volte vicini all’1-1 e finalmente raggiungono il pari al 68’: Scavone, servito da Venturi, trova il colpo di testa vincente. Nel finale, chance per entrambe le squadre ma il risultato rimane in parità.

    LIVORNO-PADOVA 1-1
     
    All’Armando Picchi partita poco frizzante e dai ritmi blandi. La gara si sblocca nei minuti di recupero del primo tempo: al 47’ ospiti in vantaggio grazie al sinistro a giro di Clemenza, che da 25 metri batte Mazzoni. Una beffa per il Livorno, che poco prima aveva colpito una traversa con Diamanti. Lo stesso fantasista tosano – il migliore dei suoi – trova il pari su rigore al 76’. Risultato che sta stretto al Livorno, incapace di dare continuità alla larga vittoria ottenuta nello scorso turno a Carpi.

    BENEVENTO-BRESCIA 1-1

    Con l’allenatore Corini a seguire la sua squadra dalla tribuna a causa della squalifica, il Brescia si ferma sull’1-1 a Benevento. La partita si sblocca al 73’con Torregrossa, che gira col sinistro alle spalle di Montipò il cross di Donnarumma. Immediata la risposta dei campani, ma il pari arriva grazie a un goffo autogol di Cistana che, nel tentativo di mettere in angolo, scavalca il suo portiere Alfonso con un beffardo pallonetto.

    CITTADELLA-PALERMO 0-1
    Vittoria importante della capolista Palermo che ha la meglio del Cittadella, al termine di una partita complicata. A iniziare meglio, infatti, sono i padroni di casa, che colpiscono due pali, anche se nel finale Trajkovski ha una doppia occasione per segnare. Al 51′, però, il gol della squadra di Stellone arriva: percussione centrale di Trajkovski e tiro vincente di Falletti.

    CREMONESE-PERUGIA 4-0

    L’exploit di giornata arriva dallo Zini, dove l’uragano Cremonese si abbatte sul Perugia: 4-0. Nel primo tempo i grigiorossi sono già sul 3-0, grazie alle reti di Terranova, Piccolo e Castrovilli. Quest’ultimo è anche l’autore del bel gol che apre la ripresa, seppur con la complicità di Gabriel. Ottimo risultato per la squadra di Rastelli, che non vinceva in campionato da quasi un mese.

    ASCOLI-CROTONE 3-2
    Inizia con un incubo la nuova esperienza sulla panchina del Crotone di Stroppa. Trovatasi avanti già 2-0 dopo appena un quarto d’ora, grazie al tocco sotto misura di Simy e al colpo di testa di Firenze, la squadra calabrese subisce il ritorno dell’Ascoli, che apre la ripresa col gol di Brosco e nei minuti finali trova prima il 2-2 di Beretta e poi il 3-2 di Ganz. Una vittoria che permette ai marchigiani di raggiungere la Salernitana, battuta dal Pescara, a quota 24 punti.
    VENEZIA-CARPI 1-1
    Finisce in pareggio la sfida del Penzo tra Venezia e Carpi. Gli ospiti si portano in vantaggio al 20′ con Suagher, dopo una svirgolata del compagno di squadra Buongiorno. Al 61’, poi, arriva il pari di Litteri su rigore causato da fallo di mano di Jelenic . Quarta partita consecutiva senza vittorie per la squadra di Zenga.

    FOGGIA-VERONA 2-2
    Nell’anticipo delle 12.30, l’Hellas va avanti per due volte e per due volte viene raggiunto dal Foggia: prima Mazzeo risponde a Pazzini, poi Gerbo replica a Lee. Prima del 2-2 i pugliesi avrebbero potuto già segnare dagli undici metri, ma Silvestri para il rigore di Iemmello. Piccola frenata per il Verona, buon punto in zona salvezza per il Foggia.
    (fonte: lagazzettadellosort.it)
  • La curva Sud fischia la squadra e contesta Fabiani

    Calcisticamente non sarà un buon fine anno per la Salernitana che mastica amaro. Una sconfitta pesante e difficile da digerire,  specialmente perché venuta dopo il doppio vantaggio granata che ha fatto sognare i tifosi. A fine gara fischi alla squadra, sicuramente più di rabbia e sembra che buona parte della Curva Sud Siberiano abbia contestato il direttore sportivo granata Fabiani pronunciando la frase:”Vattene da Salerno”…e poi “Siamo noi la Salernitana”. Non è bastato dunque il cambio del tecnico per “calmare” la tifoseria, alcuni parlano anche di voler disertare lo stadio. Tra due giorni inizierà il nuovo anno e vedremo cosa succederà.

  • Mancuso su Dazn: “Se sono determinante lo devo ai miei compagni”

    Mancuso ha ricevuto la palma del migliore in campo. Tre gol, 12 reti in totale, secondo posto nella classifica marcatori dietro Donnarumma. Intervenuto su Dazn a fine gara si ritiene soddisfatto del risultato e della prestazione: “Quest’anno sono determinante ma il merito va ai miei compagni che mi servono assist in modo impeccabile. Abbiamo conquistato tre punti su un campo difficile”. Sul suo futuro, l’attaccante in prestito dai Campioni d’Italia ha detto: “Non ci penso (alla Juventus), mi voglio godere le vacanze e ci penseremo nel 2019. Fa piacere segnare, l’importante è che i gol sevono alla mia squadra”.

    Se arriva wualche altro attaccante ben venga

  • Gregucci – Pillon: sono nove i precedenti tra i due tecnici

    GREGUCCI vs PILLON
    Decimo confronto tecnico itra Angelo Gregucci e Giuseppe Pillon: il bilancio dei 9 precedenti è di 4
    vittorie dell’attuale allenatore della Salernitana, 2 pareggi e 3 successi del mister del Pescara. Gregucci è imbattuto nei 4 incroci disputati in casa, con 2 successi e 2 pareggi a proprio favore.

    GREGUCCI vs PESCARA
    Angelo Gregucci affronta per la decima volta il Pescara in partite ufficiali: il bilancio dei 9 precedenti vede 5 sue
    vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.

    PILLON vs SALERNITANA
    Giuseppe Pillon sfida per la decima in gare ufficiali la Salernitana. Il bilancio è di 5 vittorie dell’attuale allenatore del Pescara, 2 pareggi (entrambi per 0-0) e 2 vittorie dei campani. Pillon ritrova i granata campani dopo 9 stagioni: ultima volta Ascoli-Salernitana 4-2 del 2009/10 (serie B) e – addirittura – rigioca a Salermo dopo 15 stagioni, ultima volta 0-2 subito dal “suo” Bari, in B.

    (fonte: ussalernitana1919.it)

  • Pillon ufficializza le convocazioni per Salerno

    Bepi Pillon ha diramato le convocazioni per la partita contro la Salernitana di domani:

    • 1 FIORILLO Vincenzo
    • 12 KASTRATI Elhan
    • 21 FARELLI Simone
    • 14 BALZANO Antonio
    • 31 CIOFANI Matteo
    • 3 DEL GROSSO Cristiano
    • 15 ELIZALDE Edgard
    • 5 GRAVILLON Andrew
    • 23 PERROTTA Marco
    • 6 SCOGNAMIGLIO Gennaro
    • 16 BRUGMAN Gaston
    • 25 CRECCO Luca
    • 10 MACHIN Josè
    • 8 MEMUSHAJ Ledian
    • 28 MELEGONI Filippo
    • 20 PALAZZI Andrea
    • 30 KANOUTE’ Franck
    • 26 ANTONUCCI Mirko
    • 29 DEL SOLE Ferdinando
    • 7 MANCUSO Leonardo
    • 19 MARRAS Manuel
    • 9 MONACHELLO Gaetano
    • 35 PALMUCCI Stefano
  • Pescara: Leone si dimette al suo posto Repetto

    La Società Delfino Pescara 1936 ringrazia il Direttore Sportivo Luca Leone per la collaborazione e il lavoro svolto per i colori biancazzurri e gli augura le migliori fortune personali e professionali”. Con questo comunicato ufficiale la società del Pescara ha salutato il suo ormai ex direttore sportivo Luca Leone in procinto di passare alla Ternana. L’ex Lanciano non aveva mai fatto segreti circa il suo interesse per Jallow, seguito nelle ultime partite dei granata. Il presidente del Pescara Sebastiani ha ribadito, in un’intervista a Tv SEI, che al posto di Leone ci sarà Giorgio Repetto.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker