serie d

  • Bollini torna in campo!

    Alberto Bollini torna in campo. L”ex trainer granata siederà sulla panchina del Modena e sostituirà Luigi Apolloni. La società emiliana non ha gradito la sconfitta con la Vigor Carpaneto per 3-0 che ha proiettato la Pergolettese, che ha vinto con il San Marino, al primo posto in classifica a pari punti (38) proprio con i canarini. Sarà dunqiue compito di Bollini, fermo da più di un anno,  rilanciarsi e accontentare le ambizioni di vittoria del campionato dei gialloblu. Con lui torna a Modena come vice Christian Ferrante, ex collaboratore tecnico della formazione Primavera emiliana; completerà lo staff tecnico il preparatore dei portieri Antonio Razzano e il preparatore atletico Massimo Poli.

    Questo iil comunicato del Modena:

    “Modena F.C. 2018 comunica che la Società ha deciso, con estremo rammarico, di sollevare dall’ incarico l’allenatore Luigi Apolloni e il viceallenatore Massimo Nardecchia.

    Tuttavia il presidente, i soci e i dirigenti tengono a rimarcare come nei confronti di Luigi e Massimo rimanga immutata la profonda stima per il valore umano e professionale dimostrato all’ ombra della Ghirlandina, e per aver fornito un contributo particolarmente rilevante alla rinascita del calcio a Modena.

    La conduzione tecnica della prima squadra è affidata da oggi ad Alberto Bollini, tecnico di Poggio Rusco (MN) con alle spalle una lunga carriera come allenatore e dirigente calcistico, cominciata a livello professionistico proprio a Modena”.

     

  • “Bari e Salerno succursali di altre realtà”

    Alcuni supporters della Nocerina hanno voluto stimolare i tifosi di Bari e Salernitana con uno striscione accusatorio per le due società gemellate divenute (secondo i molossi) succursali di Napoli e Lazio. Veniamo al fatto. Tredicesima giornata del campionato di Serie D, Girone I. Di fronte, al San Nicola, si trovano Bari e Nocerina. Nella curva barese i “Seguaci della Nord” salutano l’ingresso in campo delle compagini con una coreografia di 50 metri. In curva presenti anhe tifosi della Salernitana e si intravede lo striscione “Centro storico”. Si sà è un legame Bari- Salerno ormai consolidato da oltre trent’anni. Sull’altra sponda tra i 500 e i 600 tifosi rossoneri presenti sulle gadinate dello stadio barese decidono di controbattere con uno striscione con su scritto: ““Sorelle nella vergogna, alla ricerca di identità: Bari e Salerno succursali di altre realtà”. In campo il match finirà 4-0 per i biancorossi pugliesi che consolidano il primo posto a 8 punti di distanza dalla seconda; sugli spalti…il miglior disprezzo è la non curanza.

  • Parte la serie D ed è subito Messina-Bari; esordio fuori casa per Avellino, Como, Cesena, Reggiana e Andria ed in casa per Modena, Nocerina e Taranto

    Centosessantotto squadre divise in tre gironi da venti e sei gironi da diciotto società per un totale di 2976 gare. Questa la serie D 2018-2019 che partirà il 16 settembre e terminerà il 5 maggio per poi continuare con poule scudetto, play off e play out. Stilati i calendari che avranno tra l’altro sette turni infrasettimanali (14 novembre, 12 dicembre, 18 aprile per tutti mentre per i gironi a 20 squadre ci saranno anche i turni del 26 settembre, 24 ottobre, 16 gennaio e 13 febbraio) e due soste (30 dicembre per le festività natalizie e 10 marzo per la partecipazione della rappresentativa di categoria al torneo di Viareggio). Per completare il quadro di questo articolatissimo campionato ci saranno 9 promozioni, 36 retrocessioni e in campo saranno obbligatori quattro under (uno del 1998, due del 1999 ed uno del 2000). Altra curiosità; ci saranno tre stracittadine: alla terza giornata Torres – Sassari Latte Dolce, alla decima Città di Messina – Messina, alla dodicesima Crema – Pergolettese. Derby tra Isernia e Campobasso alla settima giornata, Montevarchi – Sangiovannese alla dodicesima, Modena – Reggiana alla tredicesima. Subito una grande sfida tra due nobili decadute del calcio italiano: Messina – Bari; per le altre blasonate ci sono Modena, Reggiana, Cesena, Como, Avellino e Fidelis Andria. Ricordiamo anche che, parlando di società che hanno fatto la storia del calcio, la Serie D  annovera il Casale (che milita nel girone A e giocherà la prima in casa con il Sestri Levante) che nel proprio palmarès presenta la vittoria del campionato italiano 1913-1914, risultando pertanto una delle tre squadre espressione di una città non capoluogo di provincia, ad aver vinto un campionato italiano di massima serie (le altre due sono la Novese, sempre della Provincia di Alessandria, e la Pro Vercelli la cui città di provenienza fece parte della Provincia di Novara dal 1859 al 1927).  Il Como, inserito nel girone B, giocherà in trasferta con l’Ambrosiana mentre nel girone D la Reggiana giocherà a Crema ed il Modena in casa contro il V. Carpaneto. Nel girone F il Cesena giocherà ad Avezzano, all’Avellino toccherà, nel girone G, la trasferta con il Ladispoli mentre il Latina giocherà in casa contro l’Sff Atletico. Nel girone H la Fidelis Andria se la vedrà in casa della Gelbison e nello stesso girone giocherà il Taranto in casa contro il Bitonto. Il girone I sarà quello di Messina e Bari che, come detto giocheranno contro già nella prima giornata. Nello stesso girone c’è la Nocerina che debutterà in casa contro il Locri.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker