sesclusiviste

  • Verona – Salernitana: nessun granata in sala stampa tranne che per le esclusiviste

    Anche nella partita del Bentegodi la Salernitana non ha mandato alcun tesserato in sala stampa nel consueto confronto con i cronisti del dopo gara. Si salvano solo le emittenti esclusiviste salernitane, una scelta strategica che se, legalmente probabilmente non fa una piega, dal punto di vista dello stile lascia un pò a desiderare. Ma non era la stessa società granata che aveva fatto appello ad essere tutti uniti e a remare nella stessa direzione specilamente ora che siamo nell’anno del centenario? Ed allora perchè si continua  ad alimentare questa sorta di divisione tra tifosi, giornalisti ecc? Eppure dal punto di vista sportivo la Salernitana ha fatto una bella prova ad Ascoli ed una buona prova anche a Verona ma a quanto pare ciò non basta a far distendere la società ganata, quella distenzione chiesta anche dall’USSI con un comunicato ufficiale lanciato in settimana e che rimettiamo integralmente in questa pagina.  Un giorno spero che la società granata riesca a spiegare il perchè di questi continui muro contro muro e a trovare la retta via per una vera unione di tutti, giornalisti, tifosi, cittadinanza per il bene del cavalluccio.

    Comunicato USSI:

    “In occasione della gara del campionato di Serie B Ascoli – Salernitana di sabato 16 febbraio 2019, per la precisione nel dopo partita, il club salernitano avrebbe negato le interviste di propri tesserati a buona parte di giornalisti e rappresentanti della stampa proveniente da Salerno, effettuando una vera e propria discriminazione in favore di alcune testate esclusiviste. Un fatto molto grave e lesivo della libertà di espressione sancito dalla normativa vigente, dagli accordi tra Figc e Lega in materia di comunicazione, forse anche illegittimo visto che per alcune testate è previsto anche un costo per poter svolgere regolarmente il proprio lavoro nell’ambito del diritto di cronaca. Un atteggiamento ancora più grave, insensibile ed irrispettoso, quasi una sorta di schiaffo alla città di Salerno, se si considera che ci sono testate che stanno producendo uno sforzo eccezionale in una fase in cui nel capoluogo, da giorni, un quotidiano e di un’emittente televisiva stanno attraversando un momento estremamente delicato e che vede tanti colleghi perdere il posto di lavoro e senza spiragli per il loro futuro. A tal proposito si sollecita la Salernitana a mettere in atto quanto nelle proprie capacità per il ripristino del pieno rispetto del diritto di cronaca senza atteggiamenti discriminatori, vessatori e, peggio ancora, bambineschi e ad un sereno e franco confronto nel rispetto reciproco dei propri ruoli. Stesso sollecito è indirizzato alla Lega di Serie B che purtroppo sta dimostrando da tempo scarsa attenzione al mondo dell’informazione ed alle problematiche che si stanno verificando in tutti gli stadi dove ricade la Sua competenza”.

    Gruppo Campania “Felice Scandone”

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker