spezia

  • Serie B: Spezia e Cittadella fanno sul serio

    Il Benevento non e’ ancora in Serie A. La squadra allenata da Filippo Inzaghi, nella trentesima giornata del campionato cadetto, non va oltre lo 0-0 in casa dell’Empoli e deve rinviare di qualche giorno la propria festa promozione in virtu’ della vittoria dello Spezia a Verona contro il Chievo. Partita molto bloccata con l’Empoli che prova a ribattere colpo su colpo ma le occasioni latitano e il match si incanala sullo 0-0 finale nonostante l’occasione capitata ad Improta nei minuti conclusivi. Sanniti rallentano dopo sette vittorie di fila.
    Al secondo posto rimane il Crotone che non va oltre lo 0-0 sul
    campo del Perugia, ma e’ tanto il rammarico per i calabresi visto
    che i padroni di casa hanno giocato in dieci sin dal 25′ per l’espulsione diretta di Di Chiara. Curi ancora tabù per il Crotone mai vittorioso da stasera su 7 precedenti. 4 i pareggi, 3 i successi biancorossi.

    Cinquantuno i punti del Crotone, solo uno in piu’ dello Spezia che in pochi minuti ribalta il Chievo al Bentegodi di Verona e si regala una notte all’inseguimento della Serie A. I liguri rispondono alla rete di Segre grazie alla tripletta di Galabinov arrivata totalmente nella ripresa con il rigore dell’1-2. Per lui prima tripletta italiana e 96 reti assolute con team italiani, ora vede quota 100.
    Continua il momento no del Frosinone: i ragazzi di Alessandro
    Nesta perdono in casa contro il Cittadella per 0-2 e scivolano
    addirittura al quinto posto. Vittoria pesantissima per gli ospiti
    che volano sulle ali dell’entusiasmo con le reti di Iori, alla sua settima rete, e Luppi a cavallo tra il primo tempo e l’inizio del secondo. Prima vittoria dei veneti nella storia in Ciociaria.

    Vittoria fondamentale per il Pisa, all’Arena Garibaldi il Pescara viene sconfitto per 2-1 in un match al cardiopalma: prima la rete di Belli poi la magia di Clemenza all’89’, ma e’ Soddimo al 95′ a far impazzire di gioia la squadra toscana che probabilmente si allontana in maniera definitiva dalle zona basse della classifica. Salgono a 18 i giocatori toscani in gol almeno una volta nella B 2019/20, cooperativa del gol cadetta.
    Si avvicina alla zona play-off l’Entella che vince lo scontro diretto con la Salernitana, decide un gol di Mazzitelli al 50′. In fondo alla classifica successo importante per il Venezia che supera di misura l’Ascoli per 2-1 e si toglie dalla zona retrocessione: segnano i bomber: Aramu (9a rete in stagione) e Firenze i marcatori, nel mezzo il pareggio momentaneo di Scamacca (8a rete). Continua l’ottimo momento del Cosenza che espugna Cremona per 0-2, trova il secondo successo di fila e si porta a soli due punti dalla zona play-out: Riviere che firma il raddoppio si conferma capocannoniere stagionale dei calabresi salendo ad 8 reti. Indomito il Livorno: i toscani vincono una partita pazza contro la Juve Stabia per 2-3 con il tocco vincente di Bonen allo scadere e tengono vive le speranze di una salvezza che sembra avere dell’impossibile.

    Articolo da: legab.it

  • Serie B: colpo dello Spezia e del Cittadella, pareggia il Benevento e la festa è rimandata

    Lo Spezia rimonta a Verona contro il Chievo e vince 3-1 ed il contemporaneo pareggio del benevento ad Empoli (0-0) rinvia la festa promozione dei giallorossi probabilmente a lunedì nella partita contro la Juve Stabia. Vittria di rilevo anche del Cittadella in traasferta che ne fà due al Frosinone e supre gli stessi in classifica.

    CHIEVO-SPEZIA 1-3

    Sfida playoff  tra due squadre di buon livello che stenta a decollare. prima azione di rilievo al 18’ con i bianconeri che centrano  il palo con un forte tiro di Bartolomei. Poi è Vignato per i veneti a rendersi pericoloso. Nella ripresa fioccano i gol. Al quarto d’ora è il Chievo a portarsi in vantaggio con Vignato che crossa dalla sinistra, Ceter non ci arriva ma è Segre che sul secondo palo riesce a metteerla dentro. Al 24′ Djodjevic si rende pericoloso ma Capradossi lo respinge ed evita il peggio anche se i veneti protestano per un fallo di mano e chiedono il rigore. Al 27′ c’è il pareggio spezzino: punizione di Bartolomei  ed è Galabinov, su dubbia posizione di fuorigioco, che di testa segna. Subito dopo i liguri conquistano un calcio di rigore per fallo di Segre su Mora: Galabinov non sbaglia. Il Chievo s butta in avanti per cercare il pareggio ma all’86’ ancora galabinov che evita Leverbe e mette a segno la sua tripletta.

    CREMONESE-COSENZA 0-2

    Altra vittoria del Cosenza di Occhiuzzi in una sfida salvezza molto importante. Prezioso al 25’ mette un pallone d’oro in verticale per Rivière che realizza il suo 8° gol stagionale. Al 33’ Ciofani di testa sfiora il pari. Nel secondo tempo al 3’ cross dalla destra di Casasola e Baez di testa supera Ravaglia che aveva comunque deviato la palla sul palo ma che poi supera la linea di porta. I grigiorossi non ci stanno e si rendono pericolosi con Caetano. Al 31′ Idda viene espulso per fallo di mano. Calcio di rigore, batte Daniel Ciofani ma Perina para.

    EMPOLI-BENEVENTO 0-0

    Era la partita del giorno ed il tema è statao pressappoco lo stesso per tutta la gara: Empoli che spinge e Benevento che gestisce. Il paeggio andava bene ai sanniti per festeggiare la Serie A ed invece ci ha pensato lo Spezia a rovinare la festa facendo una partit anel secondo tempo incredibile recuperando il risultato a Verona e vincendo in grande stile. L’Empoli si rende pericoloso con mancuso con un bel tiro dal limite ma Montipò dice di no e mette in angolo. Ancora bravo il portiere giallorosso su un altro tiro dal limite questa volta di Henderson. L’occasione migliore del benevento è a tre minuti dalla fine con improta che entra in area di rigore ma tira debolmente . Nel recupero Kragl pesca Coda che tira a botta sicura ma la palla è fuori.

    FROSINONE-CITTADELLA 0-2

    Il colpaccio è della squadra di Venturato, che vincendo a Frosinone supera gli stessi in classifica. La prima occasione degna di nota è al 24′ quando il Frosinone con Beghetto si presenta in area ma viene fermato da Paleari. Al 42′ fuga di Diaw  che supera Krajnc ma non Bardi che lo atterra in area ed è calcio di rigore. Mario Iori si presenta sul dischetto e segna il suo ottavo gol in campionato. Ad inizio ripresa arriva il secondo gol veneto; punizione di Benedetti, deviazione di testa di Luppi e la palla è in gol. Al 25′ Paleari ferma la reazione ciociara parando su Rohden. Quindici minuti dopo sventa con una gran parata il tiro di Haas che tava per infilarsi nel sette. Nel recuper è Bardi ad evitare il terzo gol salvando su De Marchi.

    JUVE STABIA-LIVORNO 2-3

    Grande prova di orgoglio del fanalino di coda livorno che non ci sta ad arrendersi all’ultimo posto in lcassifica e riesce nell’impresa di vincere a Castellammare. Il primo gol è dei padroni di casa direttamente su punizione al 21’. Al 5′ della ripresa Agazzi sottoporta sciupa il pareggio. Al 13′ invece l’attaccante livornese riescce a fare centro finalizzando al meglio un cross di Porcino. I toscani riescono anche a ribaltarla la gara un minuto dopo con Marras imbeccato di stile da Del Prato. Porcino viene espulso, Cissè mette in rete un cross di Calò e pareggia la gara. Espulso anche Ricci e le squadre tornano in parità anche dal punto di vita numerico. La partita si avvia alla fine ma al quarto minuto di recupero cross di Luci, respinge Allievi ma Boben recupera  e mette in gol il definitivo 3-2 che lascia l’amaro in bocca agli stabiesi.

    PERUGIA-CROTONE 0-0

    Altro zero a zero della giornata tra Perugia e Crotone. Sono i calabresi a rendersi subito pericolosi al 10’ quando Sgarbi salva su colpo di testa di Armenteros. Al 25’ c’è l’espulsione di Di Chiara che lascia gli umbri in dieci. Il Crotone però non approfitta della superiorità numerica ed anzi sono i grifoni a rendersi ancora pericolosi con Iemmello ma Cordaz devia in angolo.  Nella ripresa per i crotonesi, Mustacchio prende la traversa di testa su cross di Benali; Crociata al 21′ fiora il gol. Verso la fine della partita ancora il perugia pericoloso con Bonaiuto al 37′ che di sinistro impegna Cordaz che si rifugia in angolo e con Sgarbi che in fuga arriva stanco e calcia debolmente.

    PISA-PESCARA 2-1

    Il primo gol è del Pisa grazie all’incornata di testa di Francesco Belli su cross dalla sinistra di Lisi. In 10 dal quarto d’ora della ripresa per espulsione di Bettella, gli abruzzesi trovano a due minuti dalla fine il gol del pari con una gran botta da 20 metri di Luca Clemenza. Partita finita? Assolutamente no perchè al 5’ di recupero Pinato corssa al centro dll’ area dove l’ex granata Soddimo regala la vittoria ai pisani.

    VENEZIA-ASCOLI 2-1

    Sfida salvezza al Penzo, dove il Venezia si porta a +4 sull’Ascoli vincendo lo scontro diretto. Dopo 8 minuti Capello crossa al centro, Leali smanaccia ma Aramu è più lesto e di testa segna il gol del vantaggio veneto. Il Venezia reclama un calcio di rigore non assegnato ma al 24’ iScamacca, pescato da Ninkovic, passa in mezzo a due difensori e mette in rete la palla del pareggio bianconero. Lo stesso Ninkovic cinque minuti dopo sbaglia d un metro dalla porta; al 13’ Brosco su angolo centra il palo. Al 22’ punizione magistrale di Firenze, altro ex granata, che infila Leali rimasto immobile. Al 2’ di recupero, l’Ascoli sfiora il pari ma il cross di Andreoni finisce sul palo.

    TRAPANI-PORDENONE 3-0

    Importantissima vittoria del Trapani di Castori, che si riavvicina alla zona playout annientando il Pordenone di Tesser. Filip Piszczek  prima con un cross dalla sinistra imbecca Coulibaly, che al 34′ sblocca la partita, poi al 13′ della ripresa su passaggio filtrante di Strandberg, va in contropiede, serve al centro Pettinari che realizza il 2-0. Il vice capocannoniere del campionato poi viene servito da Grillo ancora sul filo del fuorigioco (forse c’era l’offside), viene atterrato in area da Di Gregorio ed è calcio di rigore. Lo stesso Pettinari segna il definitivo 3-0.

  • Spezia – Empoli ci pensa Ragusa

    Prima partita ufficiale della 29esima giornata di Serie B: in campo Spezia-Empoli. La partita termina 1-0mper gli uomini di Italiano grazie al gol di Ragusa al 72’ che porta i liguri a consoldare la loro posizione nelle zone alte della classifica e a sognare la serie A. Primo tempo molto lento ed è l’Empoli a sfiorare il vantaggio al 36′ con Frattesi che di piatto non riesce a conretizzare la bella azione messa in mezzo da Bajrami. Nela ripresa al 72′ palla in mezzo di Marchizza e Ragusa col destro buca Brignoli.

    IL TABELLINO
    Spezia-Empoli 1-0 ( 0-0) 

    Spezia  (4-3-3): Scuffet, Vignali, Erlic, Capradossi, Marchizza, Maggiore (69′ Acampora), Bartolomei, Mora (85′ Terzi), Gyasi (85’ Reinhart), Nzola (61′ Galabinov), Mastinu (69′ Ragusa). All. Italiano.

    Empoli (4-3-3): Brignoli, Fiamozzi, Sierralta, Maietta (80′ Romagnoli), Balkovec, Frattesi (80′ Tutino), Ricci, Henderson (67′ Zurkowski), Bajrami, Mancuso (67′ Moreo), Ciciretti (85′ Bandinelli). All. Marino.

    Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta.

    Marcatore: 72’ Ragusa
    Ammoniti: 43′ Balkovec (E), 91′ Bartolomei (S)
  • Serie B: Juve Stabia ed Entella travolgono Spezia e Ascoli

    La 28esima giornata di Serie B chiude con due partite domenicali. La Juve Stabia, dopo il pari casalingo col Trapani mette a segno tre reti e frena la corsa alterzo posto dello Spezia. Riscatto anche per l’Entella che dopo due sconfitte interne consecutive riesce a trovare la luce conto l’Ascoli con un rotondo 3-0

    ENTELLA – ASCOLI 3-0

    Al Comunale di Chiavari, l’Entella chiude la partita in 25 minuti. Apre le marcature Paolucci all’8′, cinque minuti dopo Poli, poi al 22′ De Luca su calcio di rigore. Una vittoria che mette i liguri a -4 dalla Salernitana

    JUVE STABIA –  SPEZIA 3-1

    Nell’altra partita, sempre a porte chiuse, I gialloblù di Fabio Caserta frenano lo Spezia e si portano in vantaggio al 24′ con una punizione di Calò. Un un violento destro di Forte coglie la parte interna della traversa e nega la gioia agli Stabiesi il raddoppio. Nel secondo tempo è lo stesso Forte a siglare la seconda rete sempre su calcio di punizione dal limite. Lo Spezia cerca di regaire e accorcia le distanze con Matteo Ricci su rigore per fallo di Troest su Gyasi. La Juve Stabia si ricompone e in conrpiede il duo Canotto-Bifulco confezionano la terza rete che chiude definitivamente la partita con i liguri che non riescono ad allungare in classifica e si fermano a +2 sulla Salernitana.

  • Serie B: lo Spezia torna a vincere battendo 2-0 il Pescara

    Nell’ultima partita del turno infrasettimanale della 27esima giornata di Serie B, lo Spezia supera il Pescara con un’autorete di Scognamiglio e il gol di Gyasi. Al Picco ultima gara di calcio a porte aperte dopo ila decisione di giocare le prossime partite a porte chiuse. Ad inizio gara è lo Spezia a rendersi pericoloso con Maggiore il cui tiro sfiora il palo. Ancora il centrocampista spezzino tira da fuori area ma Fiorillo non si fa sorprendere. occa poi la Pescara con Galano sfiorare il gol ma la palla è sull’esterno della rete. Nella ripresa, al 49′ Galabinov di testa su cross di Matteo Ricci, la palla la tocca Scognamiglio che devia nella propria porta. Poco più tadi, al 60′, bellissima triangolazione Gyasi – Maggiore – Gyasi con quest’ultimo che in diagonale batte Fiorillo. Lo Spezia sul finire sfiora anche il terzo gol.

     

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker