ventura

  • Il Watford di Pozzo su Ventura

    Gian Piero Ventura in Inghilterra? Scenario possibile. Reduce della parentesi tutt’altro che felice a Salerno. il tecnico ligure potrebbe rientrare nell’idea del presidente Gino Pozzo per la panchina del Watford. Lo riporta Alfredo Pedullà. La squadra dell’Hertfordshire, retrocessa in Championship dopo un campionato non esaltante, ha come obiettivo la rapida risalita in Premier League e potrebbe essere l’ex granata la pedina in panchina per poter tentare l’impresa.

  • Il video Salernitana su scherzi a parte

    Non sono nuovi a trovae simpatiche e sfottò gradevoli verso la società di Lotito e Mezzaroma. Dopo l’ennesimo campionato anomalo, anche la pagina Facebook “Lotito Santo Patron Della Salernitna” ha voluto “omaggiare” la figuraccia della società granata con un video dal titolo: “Salernitana su Scherzi a parte”

     

    Salernitana su Scherzi a parte

    Prossimamente sulle reti Mediaset________________________Seguici su Instagram ➡ https://www.instagram.com/lotitosantopatron/e Telegram ➡ https://bit.ly/2PHN0Pr

    Pubblicato da Lotito Santo Patron Della Salernitana su Domenica 2 agosto 2020

  • La Salernitana: “La società ringrazia Ventura per il lavoro svolto e augura le migliori fortune professionali”

  • CLAMOROSO! Ventura si dimette: “Non sono disposto a rinnovare”

    Il saluto del tecnico Gian Piero Ventura

    Grazie Salerno!

    Sono arrivato 13 mesi fa con un entusiasmo incredibile e degli obiettivi da raggiungere: ricostruire e formare un gruppo dopo un’annata difficile. Il mio significato di ricostruire un gruppo è dare ai miei giocatori una cultura del lavoro, professionalità dentro e fuori dal campo e “senso di appartenenza”. Obiettivi che credo siano stati raggiunti attraverso la crescita e la valorizzazione di molti giocatori. Penso a Maistro, ad esempio, che veniva dalla serie C ed oggi gioca in nazionale Under 21, penso a Lombardi reduce da annate difficili ed oggi richiesto da tanti club di serie A, penso a Gondo il cui valore è stato decuplicato. Penso ai tanti giocatori in orbita Lazio, Dziczek, Karo, Cicerelli, Kiyine, che sono diventati “patrimonio della società”. Penso a Djuric che per la prima volta nella sua carriera è andato in doppia cifra di gol segnati.

    Questi erano gli obiettivi iniziali ma come gruppo ci siamo dati un ulteriore obiettivo: ritagliarci uno spazio importante all’interno di questo campionato. C’è rammarico perché dopo essere stati per diversi mesi in zona playoff, ieri non siamo riusciti a consolidare questo traguardo. E’ evidente che qualche errore è stato commesso da noi tutti ma nonostante questo credo che le fondamenta poste in questa stagione siano solide per raggiungere gli obiettivi futuri.

    In questi mesi ho capito cosa rappresenta il calcio per Salerno e quanto questa città si aspetta dalla Salernitana. In data odierna ho comunicato alla società la non disponibilità ad un eventuale rinnovo.

    Colgo l’occasione per ringraziare i presidenti Lotito e Mezzaroma ed il Direttore Fabiani per avermi dato la possibilità di vivere questa esperienza a Salerno. Ringrazio e soprattutto saluto tutti i miei giocatori, il team manager Avallone, le persone del mio staff, i magazzinieri, i fisioterapisti, i dottori tutti e la stampa per lo splendido rapporto instaurato durante questi tredici mesi.

    Un saluto particolare alla tifoseria, è stato davvero un dispiacere non potervi avere al nostro fianco alla ripresa di questa stagione così strana.

    Un abbraccio sincero,

    Gian Piero Ventura

  • Lotito: “Sto pezzo de m…questo è matto”

    Claudio Lotito, presidente della Salernitana, dopo il k.o. per 2-1 con lo Spezia e il conseguente mancato accesso ai playoff è stato ripreso in un ristorante mentre commentava la partita al telefono e le scelte del tecnico Giampiero Ventura: “Sto pezzo di m… È una cosa guarda… Ha tolto Akpa a centrocampo, questo è matto. Doveva toglie Maistro, sempre co’ sto Maistro”. (Video Twitter / Tancredi Palmieri).

  • Ventura: “Parlerò con la società del mio futuro in base a quelle che saranno le ambizioni. Non si è mai parlato di A”

    Mister Ventura a fine gara analizza l partita e non nasconde un velo di tristezza per l’obiettivo mancato: “Stasera abbiamo incontrato una squadra più forte di noi e con un gioco importante. Con le nostre problematiche siamo andati in vantaggio e dopo abbiamo regalato un goal e dopo ancora c’è stata l’ingenuità di Maistro. Abbiamo fatto quello che potevamo fare. Oggi c’era bisogno solo del risultato, ma gli episodi hanno influito su questo.
    Il rammarico di tutto il campionato è che c’è stata una crescita generale, ma abbiamo lasciato tanti punti per strada che potevano essere presi. Quando sono venuto a Salerno sono venuto per una ricostruzione.
    Parlerò con la società del mio futuro in base a quelle che saranno le ambizioni di questa società.
    Ho sostituito Djuric gli ultimi dieci minuti perchè stava zoppicando.
    Ho detto negli spogliatoi che c’è stata una crescita generale ma con grandi cadute e ho anche detto che le grandi squadre non nascono in pochi mesi. C’è rammarico in me, nei tifosi e nei giocatori.
    Dobbiamo prendere coscienza che ci sono squadre nei play off che hanno meritato più di noi e dobbiamo capire cosa serve per essere come quelle squadre che sono entrate nelle prime otto.
    Siamo stati nei play off per tre mesi quindi significa che c’è stato un miglioramento.
    Empoli,Frosinone,Benevento,Spezia e Cremonese sono squadre molto più forti di noi. Una squadra come il Pordenone è superiore alla Salernitana non tecnicamente, ma mentalmente.
    Oggi dico che la Salernitana può impiantare qualche ramo importante su un terreno fertile. Quando sono venuto non era così, non c’erano ambizioni di vincere e di essere protagonisti. Non si è mai parlato di Serie A, ma c’erano altri obiettivi.
    Oggi ho visto tutto l’affetto dei tifosi e dico che meritano di più. Una piazza come Salerno ha l’obbligo di essere nelle zone alte della classifica.” Queste le ultime parole di mister Ventura al termine dell’ultima partita di campionato.

  • Salernitana – Spezia: sono 21 i convocati granata. Torna Cerci

    Al termine della seduta di rifinitura di questo pomeriggio il mister Gian Piero Ventura ha diramato la lista dei convocati per la gara in programma domani tra Salernitana e Spezia. Si rivede Alessio Cerci, non ci saranno Billong e Mantovani, l’infortunato Lombardi e per scelta tecnica Iannone e Galeotafiore convocati lunedì scorso per la sfida contro il Pordenone.

    PORTIERI: Micai, Vannucchi;

    DIFENSORI: Aya, Curcio, Heurtaux, Jaroszynski, Karo, Lopez, Migliorini;

    CENTROCAMPISTI: Akpa Akpro, Capezzi, Di Tacchio, Dziczek, Kiyine, Maistro;

    ATTACCANTI: Cerci, Cicerelli, Djuric, Giannetti, Gondo, Jallow.

  • Ventura: “Era fondamentale fare risultato. Abbiamo dovuto gestire le forze”

    Gian Piero Ventura, tecnico della Salernitana, è intervenuto nella conferenza post gara:

    Sulla prestazione e sull’undici di partenza: “Abbiamo dovuto gestire le forze, ci sono ragazzi con acciacchi o che non riescono a giocare dopo 48 ore. Akpa ha recuperato, sarà disponibile con lo Spezia. Così come Djuric, ci sarà sicuramente. Siamo venuti per fare risultato pieno, qualcosa ci ha frenato. Era fondamentale fare risultato, questo pareggio ci dà la possibilità di entrare matematicamente nei playoff con una vittoria. Diamo credito a questa squadra e prepariamo serenamente la prossima. Buona personalità per grandi tratti di gara, venire sul campo della quarta in classifica e dominare è un segnale incoraggiante”.

    Su Vannucchi: “Ci sono state soltanto 48 ore dalla partita con l’Empoli, si era perso un po’ di serenità. Non è una punizione, era meglio inserire un giocatore sgombro di testa e permettere a Micai di ritrovare serenità. Micai e Vannucchi hanno capito perfettamente”.

    Sul rammarico visti anche i risultati sugli altri campi: “Gli organici fanno la differenza. Abbiamo perso con Empoli e Ascoli, due partite diverse. Con l’Empoli stavamo giocando ma abbiamo preso gol impossibili da prendere. Siamo venuti per fare risultato, dovevamo fare la partita e siamo andati sotto con un rigore di ingenuità. Abbiamo recuperato e condotto la partita, non l’abbiamo chiusa. Questo punto è servito, vincendo venerdì avremo la certezza di partecipare ai playoff”.

    Sulle avversarie ai playoff: “Dipende tutto dalla Salernitana, quando dicevo le cose era per questa finalità. La continuità ti dà la convinzione di poter fare bene. Ogni volta che facciamo un passo avanti, questo deve dare maggiore autostima ai calciatori. La crescita di questa squadra è stata esponenziale ma ci sono state delle cadute spaventose”.

    Sulle decisioni arbitrali: “Bisogna valutarle a mente fredda, oggi è difficile arbitrare senza VAR. Spezia? Mi auguro di prepararla come quelle contro Cittadella e Crotone. Dobbiamo prendere coscienza e consapevolezza di quelli che siamo. Vogliamo andare ai playoff? Dobbiamo vincere e, qualora succedesse, sarebbe un traguardo meritato”.

    (Si ringrazia Francesco Fiorillo di Salerno Granata. it)

  • Ventura a RaiSport: “Se facciamo risultato nulla ci è precluso”

    Giampiero Ventura è stato intervistato su Rai Sport prima dell’inizio della partita mettendo in evidenza la vitale importanza dei tre punti:”E’ evidente che stasera ha la priorità il risultato, senza il quale sarebbe difficile partecipare ai play-off. Avevamo tanti obiettivi alla partenza, il 90% li abbiamo centrati. Serviva ricostruire, formare un gruppo e dare mentalità, ci siamo riusciti. La sconfitta con l’Empoli ci ha tirato giù, ma se facciamo risultato stasera nulla ci preclude di giocarci i playoff. Il Pordenone gioca a memoria e hanno fatto un campionato splendido”.

  • Ventura: “A Trieste per fare risultato”

    Poche parole rilasciate sul sito ufficiale della società; Mister Ventura pensa più ai fatti e vuole vincere per prenotare un posto nei playoff di B

    “Da qui alla fine ci aspettano due partite decisive per provare a centrare i playoff. A Trieste mi aspetto una gara complessa in cui la priorità sarà innanzitutto fare risultato. Domani giocheranno quelli che stanno meglio fisicamente. Al Pordenone faccio i complimenti per il campionato che ha fatto. Domani ci aspetta una partita delicata dove il risultato sarà prioritario su tutto” – qeste le parole di Ventura.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker