Zeman

  • Colantuono in bilico: Rossi strizza l’occhio a Salerno ma…

    Situazione critica in casa granata dopo le quattro sconfitte nelle ultime cinque gare e che sta facendo traballare la panchina di Colantuono non più salda come qualche tempo fa. I tifosi si son spazientiti e la squadra andrà in ritiro.I calciatori sembrano non rispondere più agli stimoli del tecnico di Anzio. Il sogno della folla è rivedere Delio rossi in granata come probabile sostituto di Colantuono. In verità al “profeta” non dispiacerebbe ritornare ma la difficoltà sarebbe nei rapporti con Lotito (vecchie ruggini di quando era alla Lazio) e con Fabiani (per chiarire i rispettivi ruoli e la giusta sinergia). Viste le presunte difficoltà per il tecnico dei miracoli, girano voci su altri nomi tra cui Cosmi e Camplone su tutti ma la lista dei senza squadra è ampia con i vari De Canio, Baroni, Novellino, Carrera, Zeman, Del Neri, Balladini, Reja, De Biasi, Stramaccioni ecc…

  • Foggia licenzia Grassadonia. Delio Rossi ad un passo

    “Il Foggia Calcio comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il tecnico Gianluca Grassadonia ed il suo staff. Al tecnico e ai suoi collaboratori un sentito ringraziamento per l’impegno profuso in questi mesi e l’augurio per il prosieguo della carriera. Si comunica, inoltre, che l’allenamento odierno verrà diretto dal tecnico della Primavera Gaetano Pavone”. Questo quanto si legge nel comunicato sul sito ufficiale del Foggia.  Giunge alla fine l’avventura dell’allenatore salernitano dopo la sconfitta contro il Livorno. Una decisione presa a tavolino dalla società pugliese capitanata dal direttore sportivo Nember.  L’ultimo posto in calssifica, grazie alla sconfitta di Cosenza, cinque pareggi consecutivi e l’ultimo ko con il Livorno, ha fatto scattare la molla dell’esonero e sembra che in queste ultime ore Delio Rossi possa essere il suo sostituto. Un ritorno quello dell’ex tecnico di Fiorentina, Lazio e Salernitana che sembra ben gradito ai tifosi satanelli. L’altro nome è quello di  Luigi Del Neri che attualmente è libero da vincoli e la cui ultima panchina risale al 2017 ad Udine. In serie B il tecnico friulano ha allenato l’ulima volta nella stagione 2000-2001, l’anno della stoica promozione del Chievo Veron in Serie A; in questo caso l’impresa sarebbe la salvezza. In ultima analisi si è parlato anche di Zdenek Zeman, altro ritorno per i rossoneri a cui sono legati da quel campionato sotrico che risale al 1990-1991 quando la squadra del boemo dettò legge.

  • I precedenti di Cittadella – Salernitana

    Cittadella  e Salernitana si sono trovati contro in Veneto per ben 8 volte dove i granaa di Salerno hanno vinto solo una volta ( in Coppa Italia nel 2000-2001 con gol di Di Michele), hanno rcimolato poi 3 pareggi e 4 sconfitte tra cui l’ultima lo scorso anno  per 2-1 con rete di Pucino. Una menzione speciale va al 4-4 del campionato di Serie B 2001-2002 che ancora oggi resta uno dei cinque pareggi nella storia del Campionato di B con quel risultato (nei campionati di B con 3 punti a vittoria). L’allenatore di quella partita era Zdenek Zeman. A livello realizzativo il bilancio è a favore dei veneti che hanno realizzato 12 reti e ne hanno subite 8.

    Le partite:

    2000/2001 Coppa Italia Cittadella – Salernitana 0 – 1 (Di Michele)

    2000/2001 Serie B Cittadella – Salernitana 1 – 1 (Di Michele)

    2001/2002 Serie B Cittadella – Salernitana 4 – 4 (ArcadioVignaroliArcadioTedesco)

    2005/2006 Serie C-1 Cittadella – Salernitana 2 – 1 (Princivalli)

    2008/2009 Serie B Cittadella – Salernitana 0 – 0

    2009/2010 Serie B Cittadella – Salernitana 1 – 0

    2016/2017 Serie B Cittadella – Salernitana 2 – 0

    2017/2018 Serie B Cittadella – Salernitana 2 – 1 (Pucino)

     

    (fonte: US Salernitana 1919 . it)

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker